La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Programma transfrontaliero IPA Adriatico 2007 - 2013 Dott.ssa Giovanna Andreola Regione Abruzzo – Servizio Attività Internazionali Venezia Mercoledì,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Programma transfrontaliero IPA Adriatico 2007 - 2013 Dott.ssa Giovanna Andreola Regione Abruzzo – Servizio Attività Internazionali Venezia Mercoledì,"— Transcript della presentazione:

1 Il Programma transfrontaliero IPA Adriatico Dott.ssa Giovanna Andreola Regione Abruzzo – Servizio Attività Internazionali Venezia Mercoledì, 2 Maggio 2007

2 IPA Transfrontaliero Adriatico IPA 2007 – 2013 LIPA, Strumento di Assistenza Pre-Adesione, è diretto ad assistere i Paesi candidati e i paesi Candidati Potenziali per il recepimento dellacquis communautaire. Le 5 componenti dellIPA sono: I. Sostegno alla transizione e sviluppo istituzionale. II. Cooperazione transfrontaliera. III. Sviluppo regionale. IV. Sviluppo delle risorse umane. V. Sviluppo rurale.

3 IPA Transfrontaliero Adriatico IPA CBC 2007 – 2013: LA BASE GIURIDICA - Regolamento Fondi strutturali (1083/2006) - Regolamento FESR (1080/2006) - Regolamento IPA (1085/2006) Luglio 2006 Regolamenti di attuazione (non ancora pubblicati dalla Commissione Europea)

4 IPA Transfrontaliero Adriatico IPA CBC 2007 – 2013: Il nuovo approccio alla cooperazione transfrontaliera Un unico strumento finanziario, con ununica base giuridica: Un unico strumento finanziario, con ununica base giuridica: i Programmi IPA CBC si applicano sul territorio eleggibile degli Stati Membri e dei Paesi terzi ammissibili Un budget unico: Un budget unico: i fondi dei Programmi IPA CBC provengono dal fondo strutturale FESR e dai fondi IPA, in maniera proporzionale. Questi fondi sono utilizzabili su entrambi i versanti del confine transfrontaliero. Un unico sistema di gestione: Un unico sistema di gestione: i Programmi IPA CBC avranno un sistema di gestione congiunto, in cui sono rappresentate le Autorità dei territori UE e degli Stati terzi

5 IPA Transfrontaliero Adriatico IPA CBC 2007 – 2013: Il nuovo approccio alla cooperazione transfrontaliera Regole applicabili: Regole applicabili: i programmi IPA CBC saranno gestiti con le regole dei Fondi strutturali, applicabili sia allinterno delle frontiere UE che nei Paesi terzi. Deroghe: Deroghe: le deroghe alle regole di gestione, in funzione delle specificità dei Paesi terzi partecipanti ai Programmi IPA CBC, devono essere ridotte al minimo 4 5

6 IPA Transfrontaliero Adriatico AMMISSIBILITA GEOGRAFICA – IPA CBC

7 IPA Transfrontaliero Adriatico AMMISSIBILITA GEOGRAFICA – IPA TRANSFRONTALIERO ADRIATICO 3 Stati Membri UE 1 Stato candidato 4 Stati potenziali candidati SLOVENIA SLOVENIA - 1 Regione GRECIA GRECIA - 2 Prefetture CROAZIA CROAZIA - 7 Contee ITALIA ITALIA - 7 RAI, 22 province (+ deroghe) MONTENEGRO MONTENEGRO - 10 Municipalità ALBANIA ALBANIA – 6 Contee BOSNIA-ERZEGOVINA BOSNIA-ERZEGOVINA – 22 Municipalità SERBIA SERBIA – Tutto il territorio (in phasing out)

8 IPA Transfrontaliero Adriatico FESR SL: 5 M FESR GR: 5 M + quote di cofinanziament o degli Stati (% da definire) + quote di cofinanziament o degli Stati (% da definire)

9 OBIETTIVO GENERALE DEL PROGRAMMA IPA Transfrontaliero Adriatico Rafforzare strategie comuni tra regioni Adriatiche mediante azioni integrate e sostenibili 1. Rafforzare la filiera della ricerca e dellinnovazione per contribuire allo sviluppo dellarea adriatica mediante la cooperazione economica, sociale e istituzionale. 2. Promuovere, migliorare e proteggere le risorse naturali e culturali attraverso una gestione congiunta anche dei rischi naturali e tecnologici. 3. Potenziare ed integrare le reti infrastrutturali esistenti, promuovere e sviluppare i servizi di trasporto, dinformazione e di comunicazione.

10 GLI ASSI PRIORITARI IPA Transfrontaliero Adriatico Asse prioritario 1 Cooperazione economica, sociale e istituzionale Asse prioritario 2 Risorse naturali e culturali e prevenzione dei rischi Asse prioritario 3 Accessibilità e reti

11 IPA Transfrontaliero Adriatico Obiettivo generale: Rafforzare la filiera della ricerca e dellinnovazione per contribuire allo sviluppo dellarea adriatica mediante la cooperazione economica, sociale e istituzionale Obiettivi specifici: - Valorizzare la capacità di ricerca, anche innalzando il livello delle competenze, favorire il trasferimento dellinnovazione attraverso la creazione di reti fra il mondo imprenditoriale, istituzionale, delluniversità, della formazione e della ricerca in particolare promuovendo attività di ricerca congiunta. - Aumentare la propensione dei sistemi territoriali e produttivi a investire in ricerca e innovazione attraverso unofferta diversificata e innovativa di agevolazioni finanziarie. - Creazione di nuove reti di cooperazione e rafforzamento di quelle esistenti, nellambito delle politiche socio-sanitarie e del lavoro. - Promuovere servizi innovativi alla cittadinanza attraverso lo scambio di competenze tecniche e di governo e la diffusione di best practices tra amministrazioni ed enti locali. Asse prioritario 1 Cooperazione economica, sociale e istituzionale

12 IPA Transfrontaliero Adriatico Obiettivo generale: Promuovere, migliorare e proteggere le risorse naturali e culturali, attraverso una gestione congiunta anche dei rischi naturali e tecnologici. Asse prioritario 2 Risorse naturali e culturali e prevenzione dei rischi Obiettivi specifici: Valorizzazione, prevenzione e difesa della costa anche attraverso la gestione congiunta dellambiente marino e costiero e della prevenzione dei rischi. -Sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili ed il risparmio energetico. -Rafforzare la capacità istituzionale di conservazione e gestione delle risorse naturali e culturali mediante la cooperazione regionale. -Sviluppo sostenibilità della competitività delle destinazioni turistiche dellAdriatico, attraverso il miglioramento della qualità dellofferta e lorientamento al mercato dei pacchetti turistici dellarea, valorizzando in particolare le risorse naturali e culturali.

13 IPA Transfrontaliero Adriatico Obiettivo generale: potenziare ed integrare le reti infrastrutturali esistenti, promuovere e sviluppare i servizi di trasporto, dinformazione e di comunicazione. Obiettivi specifici: - Potenziamento dei sistemi portuali, aeroportuali e dei servizi connessi, assicurando l'intermodalità e l'integrazione tra reti esistenti. - Promuovere un sistema di servizi di trasporto sostenibile per migliorare i collegamenti in area adriatica. - Incentivare e sviluppare le reti della comunicazione e dell'informazione e il loro accesso. Asse prioritario 3 Accessibilità e reti

14 LA GESTIONE DEL PROGRAMMA Segretariato Tecnico Congiunto Autorità di Gestione -Regione Abruzzo- Servizio Attività Internazionali Comitato Congiunto di Sorveglianza Comitato di Selezione (non obbligatorio) Autorità di Certificazione IPA Transfrontaliero Adriatico Autorità di Audit

15 IPA Transfrontaliero Adriatico LE TAPPE VERSO IPA CBC ADRIATICO Aprile – Ottobre 2006: Avvio valutazione ex-ante, Valutazione ambientale strategica. Ottobre – Novembre 2006: Costituzione della Task Force e del Drafting Team Maggio-Giugno 2007: Presentazione bozza PO alla Commissione Europea e avvio negoziazione Novembre 2007: Approvazione Programma Operativo e avvio Programma IPA ADRIATICO Gennaio – Maggio 2007: Riunioni tecnicheTask Force e del Drafting Team (Roma, LAquila, Sarajevo)


Scaricare ppt "Il Programma transfrontaliero IPA Adriatico 2007 - 2013 Dott.ssa Giovanna Andreola Regione Abruzzo – Servizio Attività Internazionali Venezia Mercoledì,"

Presentazioni simili


Annunci Google