La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

HITLER AL POTERE: LO STATO TOTALITARIO NAZISTA. 3. HITLER CANCELLIERE E LE LEGGI ECCEZIONALI (1933) DAL 1923 MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "HITLER AL POTERE: LO STATO TOTALITARIO NAZISTA. 3. HITLER CANCELLIERE E LE LEGGI ECCEZIONALI (1933) DAL 1923 MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE."— Transcript della presentazione:

1 HITLER AL POTERE: LO STATO TOTALITARIO NAZISTA

2 3. HITLER CANCELLIERE E LE LEGGI ECCEZIONALI (1933) DAL 1923 MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE DELLA GERMANIA PRESTITI DA PARTE DEGLI U.S.A. CRISI AMERICANA DEL 1929: FINE DEI PRESTITI E RICHIESTA DI RESTITUZIONE DAL 1929 LA CRISI ECONOMICA PEGGIORA MALCONTENTO TRA LA POPOLAZIONE I NAZISTI ACQUISTANO CONSENSI TRA I GRANDI INDUSTRIALI E I PROPRIETARI TERRIERI, MA ANCHE TRA GLI STRATI PIU POVERI DELLA POPOLAZIONE NAZISMO: ANTISOCIALISMO, NAZIONALISMO, ANTISEMITISMO, REVANSCISMO, ATTACCO ALLO STATO PARLAMENTARE. CAMICIE BRUNE IN AZIONE. SUCCESSO DEI NAZISTI ALLE ELEZIONI DEL 1930 ALLE ELEZIONI DEL 1933 IL PARTITO NAZISTA SI AFFERMA COME PRIMO PARTITO TEDESCO IL PRESIDENTE NOMINA HITLER CANCELLIERE INCENDIO DEL REICHSTAG (1933) SEGRETAMENTE APPICCATO DAI NAZISTI HITLER ATTRIBUISCE LA COLPA AI COMUNISTI VENGONO SOSPESI IL PARLAMENTO E LA COSTITUZIONE DI WEIMAR LEGGI ECCEZIONALI (1933) HITLER SCATENA LA CACCIA AI COMUNISTI (NASCONO I LAGER) LA GERMANIA NAZISTA DIVENTA UNO STATO TOTALITARIO VENGONO SCIOLTI TUTTI I PARTITI; IL NAZISMO E LUNICO PARTITO VENGONO SOPPRESSI I SINDACATI (SOSTITUITI CON IL FRONTE DEL LAVORO) E VENGONO CHIUSI I GIORNALI DELLOPPOSIZIONE. VIENE ISTITUITA LA CENSURA VIENE FONDATA LA GESTAPO E NASCONO LE SS. IL PRIMO E A DACHAU

3 4. LA GERMANIA NAZISTA: STATO TOTALITARIO E LEGGI RAZZIALI NOTTE DEI LUNGHI COLTELLI ( ) HITLER ORDINA ALLE SS DI UCCIDERE I CAPI DELLE SA E VARI ESPONENTI DEL PARTITO HITLER DETIENE INCONTRASTATO IL POTERE (CON I SUOI COLLABORATORI: HIMMLER, GOEBBELS, GORING) HITLER SI FA NOMINARE FUHRER, PRENDE LA CARICA DI PRESIDENTE E CANCELLIERE DELLA GERMANIA (1934); NEL 1938 DIVENTA CAPO DELLESERCITO: HA TUTTI I POTERI LA GERMANIA NAZISTA EUNO STATO TOTALITARIO PROPAGANDA: MANIFESTI, PARATE, SLOGAN.. CONTROLLO DELLA SCUOLA E DELLEDUCAZIONE; CONTROLLO DELLA CULTURA: GIORNALI, ARTE, SCUOLA SONO ASSERVITI AL NAZISMO REPRESSIONE DEL DISSENSO: DETENZIONE O UCCISIONE DEGLI OPPOSITORI, ROGHI DI LIBRI GIUDICATI ANTINAZISTI, ALLONTANAMENTO DEGLI INTELLETTUALI SCOMODI CONSENSO DI MASSA AL REGIME IL NAZISMO ATTUA UNA POLITICA RAZZISTA E DISCRIMINATORIA EMARGINAZIONE DEGLI EBREI DALLA VITA SOCIALE (1933) LEGGI DI NORIMBERGA (1935) NOTTE DEI CRISTALLI (1938) DEPORTAZIONI E SOLUZIONE FINALE ANTISEMITISMO: ELIMINAZIONE DEGLI EBREI UCCISIONE DEI DISABILI E DEI MALATI DI MENTE DISCRIMINAZIONE E DEPORTAZIONE DI OMOSSESSUALI E ZINGARI

4 5. POLITICA ECONOMICA E ESTERA DELLO STATO NAZISTA SOSPENSIONE DEL TRATTATO DI VERSAILLES (1933) RIPRESA ECONOMICA DELLA GERMANIA: CRESCE LA PRODUZIONE INDUSTRIALE, RIARMO,PROGRAMMA DI OPERE PUBBLICHE CONSENSO DELLA POPOLAZIONE. DISOCCUPAZIONE DIMINUISCE, MIGLIORANO LE CONDIZIONI DEGLI OPERAI: IL PROLETARIATO APPOGGIA HITLER SOSPENSIONE DEL TRATTATO DI VERSAILLES (1933)


Scaricare ppt "HITLER AL POTERE: LO STATO TOTALITARIO NAZISTA. 3. HITLER CANCELLIERE E LE LEGGI ECCEZIONALI (1933) DAL 1923 MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI ECONOMICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google