La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ENERGIA LAVORO – ENERGIA ELETTRICITÀ. LE FORZE SI CHIAMA FORZA LA CAUSA FISICA CAPACE DI MODIFICARE LO STATO DI QUIETE O DI MOTO DI UN CORPO SI CHIAMA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ENERGIA LAVORO – ENERGIA ELETTRICITÀ. LE FORZE SI CHIAMA FORZA LA CAUSA FISICA CAPACE DI MODIFICARE LO STATO DI QUIETE O DI MOTO DI UN CORPO SI CHIAMA."— Transcript della presentazione:

1 ENERGIA LAVORO – ENERGIA ELETTRICITÀ

2 LE FORZE SI CHIAMA FORZA LA CAUSA FISICA CAPACE DI MODIFICARE LO STATO DI QUIETE O DI MOTO DI UN CORPO SI CHIAMA FORZA LA CAUSA FISICA CAPACE DI MODIFICARE LO STATO DI QUIETE O DI MOTO DI UN CORPO

3 LE FORZE LE FORZE SI MISURANO LE FORZE SI MISURANO CON IL DINAMOMETRO CON IL DINAMOMETRO LUNITÀ DI MISURA è IL NEWTON ( N ) CHE CORRISPONDE ALLA FORZA PESO DI 98 g. CIRCA (100g) LUNITÀ DI MISURA è IL NEWTON ( N ) CHE CORRISPONDE ALLA FORZA PESO DI 98 g. CIRCA (100g) 1Kg = 10 N 1Kg = 10 N

4 IL LAVORO Il LAVORO è una grandezza fisica ed è uguale al prodotto della forza (F) per lo spostamento (s) Il LAVORO è una grandezza fisica ed è uguale al prodotto della forza (F) per lo spostamento (s) L = Fxs L = Fxs Si parla di lavoro tutte le volte che applicando una forza a un corpo, si ottiene lo spostamento di quel corpo

5 IL LAVORO 1 J equivale al lavoro compiuto da una forza di 1 N che provoca lo spostamento di 1m (metro) 1 J equivale al lavoro compiuto da una forza di 1 N che provoca lo spostamento di 1m (metro) Nel SI lunita di misura del LAVORO è il JOULE (j) Se vogliamo calcolare il LAVORO compiuto da una ragazza che sposta il carrello di 10 Kg. per 2 metri avremo: Poiché 1Kg.=10N L = Fxs L = 100Nx2m L= 200 J

6 LA POTENZA P = L/t La potenza (P) è il rapporto tra il lavoro compiuto (L) e il tempo (t) impiegato per compierlo Nel SI lunità di misura della potenza è il watt (W) che equivale alla potenza capace di compiere il lavoro di 1J in 1s (1 joule in 1 secondo) 1W = 1J / 1s Multipli del watt sono: Chilowatt (KW) = watt Megawatt (MW) = watt Gigawatt (GW) = watt

7 ENERGIA LENERGIA E LA CAPACITA CHA HA UN CORPO DI COMPIERE LAVORO LENERGIA, COME IL LAVORO, SI MISURA IN JOULE ENERGIA ENERGIA POTENZIALEENERGIA CINETICA È lenergia che acquista un corpo se sollevato dal suolo È lenergia di movimento di un corpo

8 ENERGIA LENERGIA MECCANICA SI MANIFESTA COME LE DUE FORME DI ENERGIA ( POTENZIALE E CINETICA) CHE SI TRASFORMANO CONTINUAMENTE LUNA NELLALTRA ENERGIA CINETICA + ENERGIA POTENZIALE = ENERGIA MECCANICA ENERGIA MECCANICA ENERGIA POTENZIALEENERGIA CINETICA LEnergia non si crea e non si distrugge ma si trasforma da una forma allaltra, ma la sua quantità rimane invariata. In tutte le trasformazioni di energia, una parte di questa si degrada sempre sotto forma di calore

9 FORME di ENERGIA Energia cinetica Energia cinetica Energia potenziale Energia potenziale Energia termica Energia termica Energia chimica Energia chimica Energia elettromagnetica Energia elettromagnetica Energia elettrica Energia elettrica Energia nucleare Energia nucleare Energia sonora Energia sonora

10 FONTI di ENERGIA PETROLIO PETROLIO CARBONE CARBONE GAS NATURALE GAS NATURALE URANIO URANIO PETROLIO PETROLIO CARBONE CARBONE GAS NATURALE GAS NATURALE URANIO URANIO SOLE SOLE VENTO VENTO ACQUA ACQUA MAREE MAREE CALORE della TERRA CALORE della TERRA BIOMASSE BIOMASSE SOLE SOLE VENTO VENTO ACQUA ACQUA MAREE MAREE CALORE della TERRA CALORE della TERRA BIOMASSE BIOMASSE Si chiamano FONTI di ENERGIA tutto ciò che, con opportuni procedimenti tecnici, può produrre energia FONTI NON RINNOVABILIFONTI RINNOVABILI

11 ELETTRICITÀ LELETTRICITÀ è la proprietà che hanno alcuni corpi, se strofinati, di attirare a sé piccoli frammenti di altre sostanze. positiva negativa VITREA Quella che si manifesta nel vetro Quella che si manifesta nellebanite Cariche elettriche dello stesso segno si respingono, Cariche elettriche di segno contrario si attraggono

12 Metodi di elettrizzazione Per strofinio (strofinando un oggetto si trasferiscono elettroni da un corpo allaltro) Per strofinio (strofinando un oggetto si trasferiscono elettroni da un corpo allaltro) Per contatto Per contatto (un oggetto elettricamente carico se tocca un corpo neutro lo elettrizza) Per induzione Per induzione (quando si avvicina, senza toccarlo, un oggetto elettrizzato a uno neutro, questultimo si caricherà di segno opposto, mantenendosi elettrizzato finchè è vicino al corpo carico Il CAMPO ELETTRICO è lo spazio entro il quale una carica elettrica fa sentire la propria azione

13 CONDUTTORI E ISOLANTI CONDUTTORE tende a neutralizzarsi rapidamente in quanto le cariche si muovono con facilità. Sono conduttori i metalli, lacqua non pura, soluzioni chimiche, il nostro corpo, la terra… CONDUTTORE tende a neutralizzarsi rapidamente in quanto le cariche si muovono con facilità. Sono conduttori i metalli, lacqua non pura, soluzioni chimiche, il nostro corpo, la terra… ISOLANTE ISOLANTE tende a neutralizzarsi lentamente in quanto le cariche si muovono con difficoltà. Sono isolanti il vetro, la ceramica, il legno, le resine, la seta… tende a neutralizzarsi lentamente in quanto le cariche si muovono con difficoltà. Sono isolanti il vetro, la ceramica, il legno, le resine, la seta…

14 LA CORRENTE ELETTRICA I corpi elettrizzati, acquistando o cedendo elettroni, tendono a ristabilire la precedente condizione di equilibrio, cioè a ridiventare neutri. Quando ciò avviene rapidamente si ha una SCARICA ELETTRICA; se invece gli elettroni passano attraverso un filo si ha una CORRENTE ELETTRICA

15 ENERGIA ELETTRICA Si parla di ENERGIA ELETTRICA quando un flusso di elettroni, muovendosi, è capace di compiere lavoro. Per generare il movimento di elettroni bisogna provocare, agli estremi si un conduttore, un squilibrio elettronico cioè una differenza di concentrazione di cariche elettriche cioè una DIFFERENZA DI POTENZIALE chiamata anche TENSIONE ELETTRICA

16 INTENSITA ELETTRICA LINTENSITA della corrente elettrica è la quantità di elettricità che passa in un secondo nella sezione di un fili conduttore. LINTENSITA della corrente elettrica è la quantità di elettricità che passa in un secondo nella sezione di un fili conduttore. Lunità di misura è lAMPERE (A) ; la corrente è di 1°, vuol dire che, in quel conduttore, in 1 secondo, passano 6,3 miliardi di elettroni; e si misura con lamperometro; Lunità di misura è lAMPERE (A) ; la corrente è di 1°, vuol dire che, in quel conduttore, in 1 secondo, passano 6,3 miliardi di elettroni; e si misura con lamperometro; La carica elettrica posseduta da questi elettroni è stata chiamata COULOMB; La carica elettrica posseduta da questi elettroni è stata chiamata COULOMB; I = Q/t I = Q/t in un conduttore scorre una corrente di 1° quando viene attraversato da un coulomb al secondo

17 DIFFERENZA DI POTENZIALE Il lavoro fatto da un generatore di corrente (pila) per mantenere il dislivello di elettroni si chiama differenza di potenziale e tensione elettrica. Il lavoro fatto da un generatore di corrente (pila) per mantenere il dislivello di elettroni si chiama differenza di potenziale e tensione elettrica. Lunità di misura è il VOLT (V) e si misura con il voltmetro: Lunità di misura è il VOLT (V) e si misura con il voltmetro:

18 RESISTENZA ELETTRICA La resistenza elettrica (R) è la difficoltà che incontrano gli elettroni nellattraversare un conduttore; La resistenza elettrica (R) è la difficoltà che incontrano gli elettroni nellattraversare un conduttore; Lunità di misura è lohm (Ω), che rappresenta la resistenza incontrata dalla corrente di 1 Ampere quando viene applicata una tensione di 1 Volt; Lunità di misura è lohm (Ω), che rappresenta la resistenza incontrata dalla corrente di 1 Ampere quando viene applicata una tensione di 1 Volt; Si misura con uno strumento detto ohmetro Si misura con uno strumento detto ohmetro 1ohm = 1Ampere x 1Volt 1ohm = 1Ampere x 1Volt


Scaricare ppt "ENERGIA LAVORO – ENERGIA ELETTRICITÀ. LE FORZE SI CHIAMA FORZA LA CAUSA FISICA CAPACE DI MODIFICARE LO STATO DI QUIETE O DI MOTO DI UN CORPO SI CHIAMA."

Presentazioni simili


Annunci Google