La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

R P Rivelazione Acustica Particelle A bassa temperatura e in Superconduttori Sommario problematica e risultati Nautilus Attivita svolta Programma del prossimo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "R P Rivelazione Acustica Particelle A bassa temperatura e in Superconduttori Sommario problematica e risultati Nautilus Attivita svolta Programma del prossimo."— Transcript della presentazione:

1 R P Rivelazione Acustica Particelle A bassa temperatura e in Superconduttori Sommario problematica e risultati Nautilus Attivita svolta Programma del prossimo anno

2 is the Gruneisen "constant C is the specific heat Cosmic ray in the bar: Thermo Acoustical Conversion under the hypothesis that all the deposited energy, is converted in a local heating of the medium:

3

4 4 Kelvin Superc Alcune misure suggeriscono un valore alto per Al Superconduttore Valori di per Alluminio a bassa temperatura Fascio elettroni

5 Stato Effetto Raggi cosmici in Nautilus 1999 scoperta delleffetto, Phys Rev Letters 84 (2000) 2000 scoperta di segnali molto piu grandi del previsto in una frazione degli eventi Phys Letters B segnali grandi scompaiono a T>1 Kelvin (Al non superconduttore), restano i segnali normali Phys Letters B 2002

6 Fenomelogia simile a quella usata per la rivelazione acustica nellesperimento PICASSO

7 Due modi per rivelare il segnale dei raggi cosmici 1)Ricerca di coincidenze tra rivelatore raggi cosmici e eventi antenna gravitazionale, in tal caso bisogna superare la soglia per iI riconoscimento degli eventi sullantenna gravitazionale 2)Analisi a zero soglia sommando i dati in uscita dallantenna, mettendoli in fase con i tempi degli eventi nel rivelatore di raggi cosmici

8 Analisi zero soglia dati Al a T>1 Kelvin

9 Segnale calcolato da densita particelle Segnale in Nautilus fit retta passante per 0 Chi 2 =13.3 Chi 2 =42.4 per ipotesi segnale rivelato=0 Pendenza=0.85±0.16(stat)±0.42(syst) NAUTILUS 1.5 K Analisi zero soglia in funzione densita particelle nello sciame (Al non Superc) Conclusione =1.5±0.4 in accordo con le misure dirette a 4 K e modello termoacustico valido

10 Risultati ricerca coincidenze T =0.15 kelvin up to Jul 2000, After August 2000 T>1.1 Kelvin Coincidence window ± 0.1 s NAUTILUS T eff < 5 mk CR events with particle density > 300 part./m2 Tsignal > 19.5 Teff Nautilus segnali anomali scomparsi a 1.5 Kelvin

11 Raggi cosmici in Explorer (2 Kelvin) Dati al 14/8/2002 leggero eccesso di coincidenze nessun evento di grande ampiezza(Kelvin)

12 RAP Study of this effect in a controlled environment of interest to understand the limitations in the sensitivity of the gravitational bar detector (not a problem for the current sensitivity) of general interest to understand the effect of particles on a superconductive device we plan to repeat the NIKHEF experiment at temperature < 1 Kelvin, using the Dafne Linac ( 800 MeV electron beam) in Frascati Device: small cylindrical antenna with piezoelectric readout in a cryostat with a dilution refrigerator sensitivity < 1 Kelvin

13 Stato di RAP finanziato a Febbraio 2002 criostato arrivato avviata la costruzione del sostegno del criostato, fatto in modo da montare lapparato, senza luso di carri ponte particolari (per poter usare fasci di particelle diversi dalla BTF, se servisse) refrigeratore a diluizione ordinato; costo maggiore del previsto, usato fondi universitari (Tor Vergata) messa a punto del fascio della BTF

14 Info: acceleratori/btf

15 BTF- Commissioning February 2002: First beam on the flag First few electrons spectrum on the calorimeter Numero elettroni

16 Attivita 2003 Completamento commissioning BTF per avere >10000 elettroni/burst Misure sul fascio a temperatura ambiente Completamento parte criogenica

17

18

19


Scaricare ppt "R P Rivelazione Acustica Particelle A bassa temperatura e in Superconduttori Sommario problematica e risultati Nautilus Attivita svolta Programma del prossimo."

Presentazioni simili


Annunci Google