La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LEZIONE CHIMICA 16 legame ionico composti ionici Legame metallico legami intermolecolari.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LEZIONE CHIMICA 16 legame ionico composti ionici Legame metallico legami intermolecolari."— Transcript della presentazione:

1 LEZIONE CHIMICA 16 legame ionico composti ionici Legame metallico legami intermolecolari

2 formazione di ioni il fluoro è lelemento più elettronegativo (4): la molecola di gas F 2 acquista 2 elettroni e si trasforma in 2 anioni F -, ciascuno con una carica elettrica negativa (monovalenti) e con lultimo livello completo, il livello 2, con 8 elettroni il litio è un elemento poco elettronegativo (1): latomo del metallo Li perde l elettrone periferico e si trasforma in ione Li + (catione monovalente). Mostra il penultimo livello di E completo (per il litio risulta essere il livello 1, con 2 soli elettroni) atomo F (Z=9), VII gruppo (7 elettroni esterni) atomo Li (Z=3), I gruppo (1 elettrone esterno) le cariche degli ioni dipendono dalla differenza numero protoni (Z) numero elettroni

3 Differenza di elettronegatività > 1,9 Δ E tra atomi di metalli (meno di 4 elettroni) e di non metalli (da 4 a 7) anche formando doppietti misti, il metallo non raggiunge lottetto allora cede gli elettroni periferici e mostra il penultimo livello completo diventa uno ione positivo (n° protoni > n° elettroni) il non metallo completa lultimo livello con gli elettroni ricevuti diventa uno ione negativo (n° protoni < n° elettroni) il doppietto misto viene attirato dallelemento più elettronegativo ed entra tutto nella nube elettronica dellatomo più elettronegativo legame ionico latomo più elettronegativo ione negativo atomo meno elettronegativo ione positivo cariche elettriche effettive Na + Cl - NaCl e-e- e-e-

4 gli ioni negativi hanno completato l ultimo livello di E dellatomo da cui derivano gli ioni positivi mostrano il penultimo livello di E dellatomo da cui derivano completo 17 Cl 20 Ca 17 Cl 19 K 8 O 19 K 12 Mg 8 O Z elemento Passaggio elettroni 12 Mg 2+ 8 O Cl - 20 Ca Cl - 19 K + 8 O K + Z ione 2,8 2,8,8 2,8 2,8,8 Distribuzione elettronica 2,8, 2 2,6 2,8,7 2,8,8, 2 2,8,7 2,8,8, 1 2,6 2,8,8, 1 Distribuzione elettronica passaggio di elettroni e regola ottetto

5 Come si formano i composti ionici sodio : 1 elettrone periferico cloro : 7 elettroni periferici gli ioni Na + si legano agli ioni Cl - (entrambi hanno 1 carica) NaCl Cl ¯ il magnesio perde i 2 elettroni periferici (Mg 2+ ) che vanno allossigeno che ne ha 6 (O 2- ) e arriva a 8 (entrambi hanno 2 cariche): si forma MgO

6 Al + ++ Cl i composti ionici I 3 elettroni periferici dellalluminio vanno a 3 atomi di cloro e lo ione alluminio trivalente positivo attira i 3 ioni cloro monovalenti negativi ( = 0 ) AlCl 3 i composti ionici sono solidi cristallini (disposizione ordinata e ripetitiva degli ioni nello spazio) La disposizione degli ioni dipende dalla carica e dal volume ionico. La forma tridimensionale cui danno origine cella elementare gli ioni con cariche opposte si attirano per bilanciare le cariche

7 legame metallico I metalli hanno meno di 4 elettroni e bassa elettronegatività sono solidi ma i loro atomi, sotto sollecitazione, cambiano di posizione (duttilità e malleabilità) allo stato neutro, conducono la corrente elettrica (ci sono quindi particelle dotate di carica elettrica in grado di muoversi) MODELLO nuclei immersi in una nuvola comune di elettroni, costituita dagli elettroni periferici, attratti contemporaneamente da tutti i nuclei, debolmente, e perciò in grado di muoversi, rispondendo a campi elettrici

8 interazioni tra molecole neutre in sostanze solide, liquide, gassose distribuzione disomogenea della nube elettronica attorno ai nuclei molecole polari distribuzione omogenea della nube elettronica attorno ai nuclei molecole apolari parte δ+ di una molecola si avvicina a parte δ- di altra molecola dipolo-dipolo idrogeno di una molecola viene attirato da doppietto di un atomo di altra molecola legame idrogeno disomogeneità statistiche delle nubi elettroniche che provocano dipoli temporanei che polarizzano altre molecole dipoli istantanei forze di Van der Waals: δ+δ+ debolmente -

9 dissociazione ionica il legame idrogeno è debole ma lacqua ne forma numerosi numerosissimi che sviluppano tanta forza in grado di spezzare legami intramolecolari forti legame ionicolegame covalente formazione di ioni demolizione reticolo cristallino dissociazione elettrolitica rottura delle molecole liberazione di ioni H 2 O + HCl H 3 O + + Cl - non conducono la corrente elettrica composti covalenti solidi ionici conducono la corrente elettrica soluzioni di elettroliti


Scaricare ppt "LEZIONE CHIMICA 16 legame ionico composti ionici Legame metallico legami intermolecolari."

Presentazioni simili


Annunci Google