La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il contributo delle nanoscienze alla comprensione dei fenomeni biologici Mariano Venanzi Bio-NAST Laboratory Università di Roma Tor Vergata

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il contributo delle nanoscienze alla comprensione dei fenomeni biologici Mariano Venanzi Bio-NAST Laboratory Università di Roma Tor Vergata"— Transcript della presentazione:

1 Il contributo delle nanoscienze alla comprensione dei fenomeni biologici Mariano Venanzi Bio-NAST Laboratory Università di Roma Tor Vergata

2 Single Molecule Detection Single Molecule Detection Rivelazione ottica e manipolazione di singole molecole Scanning Tunneling Microscopy effetto tunnel elettronico Atomic Force Microscopy interazioni elettroniche deboli

3

4

5 LSTM ha permesso non solo di vedere singole molecole, ma anche di toccare e spostare singoli atomi o di sentire le loro vibrazioni. Da questo punto di vista, lSTM può essere considerato come gli occhi, le mani e le orecchie dei ricercatori. Uno strumento unico capace di connettere il mondo macroscopico dei nostri sensi al mondo nanometrico degli atomi e delle molecole. Saw-Wai Hla, Ohio University

6

7 Immagine STM ad alta risoluzione di un DNA plasmide su mica Nella posizione della freccia il DNA ha una larghezza di 3nm e una altezza di 0.65 nm. Parametri di tunneling: -1.9V, 0.3 pA.

8 Citocromo c su Au(111) Electron Transfer Proteins 26nmx26nm10nmx10nm

9

10 Corral quantistici: atomi di Ferro su Cu(111) (r=7.3 nm)

11 Xe su Ni(110) CO su Cu(110)

12

13 Imaging di biomolecole in condizioni fisiologiche DNA Complessi DNA-proteina

14 100 pN 200 pN Bacteriorodopsina nella membrana cellulare citoplasmatica

15 Strato cellulare protettivo di Deinococcus radiodurans

16 5 nm Cr + 50 nm Au + tioalcano funzionalizzato (X)

17 2 x 2

18 Impara ad usare la forza

19

20 Quanta forza serve per svolgere un tratto di DNA?

21

22

23 Spettroscopia di singola molecola

24 caratterizzazione di popolazioni eterogenee di molecole - - distribuzioni locali, traiettorie nel tempo fluttuazioni in condizioni di equilibrio cinetiche di reazione di singoli componenti in condizioni di non-equilibrio - - intermedi e cammini di reazione Studio di singole biomolecole in condizioni fisiologiche

25

26 Le dimensioni di un probe (0.1 nm) sono molto minori della luce emessa (500 nm). Lo spot di luce può essere localizzato con grande precisione (decimi di nanometro). Funzionalizzazione di biomolecole mediante sonde fluorescenti legate covalentemente e in maniera specifica

27 Fluorescenza di singole molecole di flavoenzima. Ogni picco rappresenta una molecola del cofattore flavina legata allenzima. La reazione enzimatica di ogni singolo addotto enzima/cofattore puo essere seguita in tempo reale Lampadine molecolari: molecole che si accendono quando si legano

28

29

30

31

32

33

34 Biomolecole legate a sferette di polistirene o di silice (1 m)

35 Boyer and Walker, Nobel 1997

36 Un motore a scatti di 120°

37 Il motore F0 Il motore F1 Membrana mitocondriale Nel mitocondrio

38 Kinesina in moto : un trasportatore al lavoro Una molecola di ATP 8 nm

39 Un esperimento a due trappole!

40 weak trap tight trap 410 s 3 s

41 Nano Bio Biomateriali e processi Modelli Strumenti Scienza e piattaforme tecnologiche

42

43


Scaricare ppt "Il contributo delle nanoscienze alla comprensione dei fenomeni biologici Mariano Venanzi Bio-NAST Laboratory Università di Roma Tor Vergata"

Presentazioni simili


Annunci Google