La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 3 Mario Benassi Copyright1 Lezione 3 Regimi tecnologici e pattern settoriali di innovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 3 Mario Benassi Copyright1 Lezione 3 Regimi tecnologici e pattern settoriali di innovazione."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 3 Mario Benassi Copyright1 Lezione 3 Regimi tecnologici e pattern settoriali di innovazione

2 Lezione 3 Mario Benassi Copyright2 Indicatori R&D Input: spese in ricerca sul PIL, numero di ricercatori fonti: ISTAT, Unione Europea, OECD Output brevetti: forniscono un diritto esclusivo sulla scoperta per un periodo di tempo delimitato pubblicazioni e citazioni scientifiche Altre fonti bilancia tecnologica dei pagamenti commercio internazionale

3 Lezione 3 Mario Benassi Copyright3 Classificare la propensione innovativa (alta,media, bassa) e spiegare perchè macchine per ufficio macchinari elettrici radio, tv, comunicazioni aeronautica chimica farmaceutica fibre artificiali e sintetiche macchinari meccanici strumenti di precisione autoveicoli gomma e plastica metalli e leghe stampa ed editoria carta alimentari, bevande e tabacchi tessile abbigliamento cuoio e calzature legno prodotti in metallo raffinerie petrolio

4 Lezione 3 Mario Benassi Copyright4 Regimi tecnologici e pattern settoriali di innovazione Come è fatta la attività innovativa? E uguale in tutti i settori industriali? Confrontate per un attimo il settore aerospaziale e quello delle calzature... Quali sono le differenze?

5 Lezione 3 Mario Benassi Copyright5 Le due visioni di Schumpeter Mark 1 (Teoria sviluppo economico, 1912) molte piccole imprese libertà di entrata facilità di sviluppare nuovi prodotti e nuovi processi distruzione delle rendite innovatori vincono Mark 2 (Capitalismo, socialismo e democrazia, 1942 ) poche grandi imprese centralità lab R&D forti barriere allentrata difficoltà di accesso le grandi vincono

6 Lezione 3 Mario Benassi Copyright6 Due scuole di ricerca A) Impatto della struttura di mercato e della concentrazione sulla propensione innovativa B) Relazione tra attività innovativa e ciclo di vita di una industria

7 Lezione 3 Mario Benassi Copyright7 Le ricerche empiriche Le variabili considerate: 1. concentrazione attività innovative (C4) 2. dimensione delle imprese innovative (SIZE) 3. stabilità nella gerarchia degli innovatori (coeff correlazione di Spearman) 4. entrata tecnologica (domande di brevetti richieste per la prima volta dai nuovi innovatori, sul totale) – Definite i valori attesi delle variabili considerate per Mark 1 e Mark 2

8 Lezione 3 Mario Benassi Copyright8 Modelli settoriali (Y) e regimi tecnologici (X) X > Y Regimi tecnologici opportunità appropriabilità cumulatività avanzamento tecnologico caratteristiche delle conoscenze di base

9 Lezione 3 Mario Benassi Copyright9

10 Lezione 3 Mario Benassi Copyright10 Le opportunità Esercitazione sulle opportunità esterne: il caso della Silycon Valley

11 Lezione 3 Mario Benassi Copyright11 I risultati: silicon vs route 128 (occupati per settore) settore attrezz. uff e computer attrezz per comunic componenti elettronici veicoli spazialind strumentaz softwarend1.2 totale

12 Lezione 3 Mario Benassi Copyright12 Le opportunità esterne Da dove vengono? Boston vs Silicon In che cosa consistono? Da chi e come vengono sviluppate? Sono reversibili e clonabili?

13 Lezione 3 Mario Benassi Copyright13 Strumenti di appropriabilità Per appropriabilità si intende la capacità dellimpresa di sfruttare i benefici derivanti dalla innovazione bloccando limitazione da parte dei concorrenti

14 Lezione 3 Mario Benassi Copyright14 Strumenti di appropriabilità 1. Brevetti 2. Segretezza 3. Vantaggio temporale 4. Vantaggio in termini di competenze 5. Innovazione continua

15 Lezione 3 Mario Benassi Copyright15 Come ottenere le invenzioni licenza di tecnologia rivelazione di brevetto pubblicazioni o incontri tecnici conversazioni informali assunzione di addetti provenienti da imprese concorrenti reverse engineering

16 Lezione 3 Mario Benassi Copyright16 Flussi tecnologici e tassonomia di Pavitt Obiettivo:studiare e comprendere in quali direzioni si muove una tecnologia, da dove nasce e da chi viene utilizzata Pavitt: analisi di oltre 2000 innovazioni nel regno unito dal 1945 in avanti in base a: provenienza (interna o esterna) settore di produzione e di utilizzo dimensione e principale settore di attività della impresa innovatrice

17 Lezione 3 Mario Benassi Copyright17 Tassonomia di Pavitt 1. Innovazioni dominate dai fornitori (es. tessili, calzature, edilizia) 2. Ad alta intensità di scala 3. Fornitori specializzati 4. Basati sulla scienza

18 Lezione 3 Mario Benassi Copyright18 Flussi tra settori basati sulla scienza Intensità di scala Fornitori specializzati Dominati dai fornitori


Scaricare ppt "Lezione 3 Mario Benassi Copyright1 Lezione 3 Regimi tecnologici e pattern settoriali di innovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google