La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 10 Mario Benassi copyright1 Decima lezione Strutture organizzative per linnovazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 10 Mario Benassi copyright1 Decima lezione Strutture organizzative per linnovazione."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 10 Mario Benassi copyright1 Decima lezione Strutture organizzative per linnovazione

2 Lezione 10 Mario Benassi copyright2 Introduzione 1. Molte organizzazioni sono attraversate dal problema della dualita essere innovativi (pensare a nuovi prodotti, nuovi bisogni, nuovi mercati) essere efficienti dal punto di vista operativo (ottimizzare le attività di produzione e di vendita dei prodotti già esistenti) 2. La specializzazione e la separazione delle due entità è possibile solo fino ad un certo punto

3 Lezione 10 Mario Benassi copyright3 Il problema Quale struttura organizzativa? divisione del lavoro e coordinamento dimensione verticale (specializzazione orizzontale del lavoro); dimensione verticale (sovra-sottosubordinazione delle unità e delle posizioni) grado di formalizzazione grado di accentramento decisionale Quali alternative confrontare e come scegliere?

4 Lezione 10 Mario Benassi copyright4 La struttura funzionale riunire in uno stesso raggruppamento i ricercatori, gli specialisti e i tecnici della stessa disciplina (criterio: omogeneità delle competenze) vantaggi: evidenzia le competenze rilevanti favorisce processi di interazione e comunicazione tra specialisti incentiva approfondimento a livello dei singoli temi di ricerca favorisce approfondimento dei temi a medio-lungo termine rende più facile il raggiungimento di una massa critica in termini di mix e numero di ricercatori

5 Lezione 10 Mario Benassi copyright5 La struttura funzionale struttura funzionale di una impresa farmaceutica

6 Lezione 10 Mario Benassi copyright6 Struttura funzionale Svantaggi 1. asimmetria nella percezione di criticità di un programma di ricerca 2. si sviluppano comportamenti e modalità operative chiusi 3. diventa difficile adattarsi ai mutamenti di obiettivi della impresa

7 Lezione 10 Mario Benassi copyright7 Struttura funzionale realizzata in relazione al ciclo di R&D

8 Lezione 10 Mario Benassi copyright8 Struttura funzionale realizzata in relazione al ciclo di R&D

9 Lezione 10 Mario Benassi copyright9 Struttura per prodotti struttura funzionale mostra limiti di efficacia in relazione alla presenza di tipologie di prodotti e processi molto differenti tra loro effetti alcune aree possono essere irrilevanti per una linea di prodotto, e decisive per una altra diventa necessario collegare tra loro discipline diverse orientandole allo sviluppo di un prodotto e-o di un processo ben definito e identificato (es. farmaci anti-Aids)

10 Lezione 10 Mario Benassi copyright10 Struttura per prodotti

11 Lezione 10 Mario Benassi copyright11 Struttura per progetti assume come criterio di divisione del lavoro e di coordinamento un progetto si verifica quando: è necessaria una forte interdisciplinarietà quando le risorse debbono essere combinate su una base specifica quando la integrazione deve essere elevata quando il progetto rappresenta un elemento di criticità per la azienda

12 Lezione 10 Mario Benassi copyright12 Struttura a matrice dalla mono alla plurifocalizzazione matrice: due linee di riporto (invece di una) si mantiene una forte specializzazione sulle aree e sulle discipline scientifiche e allo stesso tempo si mobilitano le risorse in modo appropriato per la realizzazione di particolari progetti e iniziative

13 Lezione 10 Mario Benassi copyright13 Struttura a matrice

14 Lezione 10 Mario Benassi copyright14 Tipologie R&D nei processi di internazionalizzazione Transfer technology unit (TTU) Indigenous Technology Unit (ITU) Global Technology Unit (GTU) Corporate Technology Unit (CTU)

15 Lezione 10 Mario Benassi copyright15 Linee di progettazione delle unità di R&D. Fattori da considerare economie di scala e di scopo dimensione strategica comunicazione personale Meccanismi inserire le nuove unità (caso Glaxo) adottare processi di budgeting e controllo appropriati favorire la creazione di reti di comunicazione personale efficace


Scaricare ppt "Lezione 10 Mario Benassi copyright1 Decima lezione Strutture organizzative per linnovazione."

Presentazioni simili


Annunci Google