La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La rete tra imprese è una forma organizzativa basata su due principi : Un principio di differenziazione in funzione delle specificità locali e delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La rete tra imprese è una forma organizzativa basata su due principi : Un principio di differenziazione in funzione delle specificità locali e delle."— Transcript della presentazione:

1 1 La rete tra imprese è una forma organizzativa basata su due principi : Un principio di differenziazione in funzione delle specificità locali e delle esigenze di specializzazione; Un principio di integrazione tramite limpiego di un mix di meccanismi del coordinamento.

2 2 In relazione ai meccanismi del coordinamento che prevalgono, le reti tra imprese possono distinguersi in: Reti sociali Reti burocratiche Reti proprietarie

3 3 La rete sociale è: un insieme di imprese con relazioni di interdipendenza regolate da meccanismi del coordinamento dellistituzionalizzazione non formali

4 4 Meccanismi del coordinamento dellistituzionalizzazione non formali La cultura, intesa come un sistema di norme – o modelli di comportamento generali prescritti a tutti gli attori di un sistema di azione – accettato dai partecipanti e rilevante ai fini dellazione economica e sociale

5 5 In questo tipo di rete la fiducia è una componente molto importante unattitudine – senso di sicurezza che deriva da un giudizio – un convincimento che qualcuno o qualcosa sia conforme alle proprie aspettative – attese o speranze La fiducia è: Essa determina nella relazione tra le imprese una riduzione dellincertezza endogena e favorisce il coordinamento tramite meccanismi dellistituzionalizzazione non formali

6 6 La fiducia dipende da: esistenza di obiettivi comuni esistenza di una cultura comune effetti di reputazione e prestigio interazioni ripetute e frequenti tra gli attori un numero non elevato di imprese interdipendenti e di materie da trattare

7 7 Tipologie di reti sociali: Reti sociali simmetriche, dove le imprese operano in condizioni di parità Reti sociali asimmetriche, dove cè unimpresa che ha un controllo su risorse chiave ed esercita la leadership

8 8 Le variabili organizzative nelle reti sociali: Economie di specializzazione alte Economie di scala medio-basse Economie di scope medie Complementarità medie Insostituibilità bassa Incertezza endogena bassa Incertezza esogena alta Conflitto di interessi basso Numero di attori coinvolti basso

9 9 Forme di interdipendenza sequenziale reciproca pooledintensiva transazionale associativa semplicecomplessa

10 10 Linterdipendenza transazionale dà luogo a scambi nelle reti Anche nelle reti sociali tali scambi sono regolati da prezzi e contratti istantanei

11 11 I contratti istantanei regolano lallocazione delle risorse in termini puramente sostantivi o distributivi Essi non regolano aspetti di processo, pertanto il contenuto procedurale del contratto è basso

12 12 Nelle reti tra imprese Prezzo + Contratti istantanei = Mercato

13 13 Interdipendenze e mix di meccanismi del coordinamento nelle reti sociali asimmetriche sequenziale Cultura, prezzo, Contratti istantanei reciproca Cultura, prezzo, contratti istantanei, autorità Pooled cultura Intensiva Cultura, autorità transazionale associativa semplice complessa

14 14 Esempi di reti sociali asimmetriche con interdipendenze complesse: Il putting-out La costellazione N.B. In queste forme organizzative è presente unimpresa leader

15 15 La costellazione si caratterizza per la presenza di una impresa guida che si configura come impresa di progettazione, assemblaggio e commercializzazione, la quale si approvvigiona largamente da imprese esterne, configurando in tal modo una forte divisione del lavoro Limpresa guida ha funzioni di coordinamento e di controllo sulle attività decentrate

16 16 Relazioni tra imprese della costellazione

17 17 Interdipendenze e mix di meccanismi del coordinamento nelle reti sociali simmetriche sequenziale Cultura, prezzo, Contratti istantanei reciproca Cultura, gruppo, prezzo, contratti istantanei Pooled cultura Intensiva Cultura, gruppo transazionale associativa semplice complessa

18 18 CULTURA + GRUPPO = CLAN Nelle reti tra imprese

19 19 Il CLAN si configura come un processo di socializzazione, relativamente completo, che, allinterno di un contesto culturale simile, elimina le incongruenze tra gli obiettivi dei singoli Un ambiente privo di incongruenze richiede una forte volontà di collaborazione e lo sviluppo di un processo decisionale condiviso da tutti gli attori

20 20 Cultura + Gruppo + Prezzo + Contratti istantanei = Mercato C Nelle reti tra imprese

21 21 Limite dei Mercati C Sono sistemi ad accesso relativamente chiuso, e quindi potenzialmente iniqui verso gli aspiranti nuovi entranti, nonché potenzialmente poco innovativi

22 22 Una possibile risposta a questo limite Contratti relazionali in cui sono combinate regole formali incorporate nei contratti e norme socialmente accettate non formalizzate e non difendibili in termini legali

23 23 Esempi di reti sociali simmetriche con interdipendenze complesse I distretti

24 24 Il distretto viene definito come una concentrazione territoriale di piccole imprese che cooperano tra loro (Lorenzoni, 1997)

25 25 Elementi costitutivi del distretto : Delimitazione territoriale : il distretto nasce e si sviluppa su unarea geografica circoscritta, caratterizzata da una propria specificità rispetto alle aree limitrofe; Cultura omogenea: che induce le imprese locali ad una collaborazione spontanea; Sistema di piccole e medie imprese, tendenzialmente impegnate su specifiche lavorazioni di fase e in varia forma collegate alle altre imprese dellarea; Ruolo attivo degli attori istituzionali, attraverso lerogazione di servizi, la predisposizione di infrastrutture e di corsi di formazione.

26 26 il coordinamento informale di catene di transazioni tra stadi di lavorazione svolti tra diverse imprese della stessa zona (nello stesso contesto culturale ed istituzionale) la concertazione informale sul tipo di divisione del lavoro e i livelli e i tipi di output nelle relazioni orizzontali tra imprese caratterizzate dallo stesso tipo di produzione e di Know how I distretti industriali in Italia si caratterizzano per: oppure


Scaricare ppt "1 La rete tra imprese è una forma organizzativa basata su due principi : Un principio di differenziazione in funzione delle specificità locali e delle."

Presentazioni simili


Annunci Google