La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Biologia dei ratti che infestano i centri residenziali – Sistemi di sorveglianza e controllo Simone Martini Entostudio www.entostudio.com.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Biologia dei ratti che infestano i centri residenziali – Sistemi di sorveglianza e controllo Simone Martini Entostudio www.entostudio.com."— Transcript della presentazione:

1 Biologia dei ratti che infestano i centri residenziali – Sistemi di sorveglianza e controllo Simone Martini Entostudio

2 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Ambiente urbano La città rappresenta un ecosistema artificiale creato dalluomo, in continua trasformazione per le innumerevoli variabili che di volta in volta intervengono

3 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Si vengono a creare numerose nicchie ecologiche ricercate da diversi organismi Per quanto riguarda i rifugi la città, con le sue fogne offre ai ratti quanto di meglio potessero sperare di trovare: luoghi caldi, calmi, assenza di predatori, presenza di acqua continua, luoghi dove poter prosperare e prolificare in pace e dai quali è oltremodo difficile sloggiarli

4 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Percentage (%) of world populations living in urban areas, 1950–2030. (Source: UNDP 2001)

5 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Il successo dei roditori Alto tasso riproduttivo Estremo opportunismo per quanto riguarda le condizioni ambientali e le abitudini alimentari

6 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie U na città di un milione dabitanti produce ogni giorno circa 800 tonnellate di rifiuti solidi gli italiani producevano 6 milioni di tonnellate di RSU, costituiti per il 15% dal cosiddetto umido, o scarti alimentari; alla fine degli anni 90 tale quantità è salita a 29 milioni di tonnellate

7 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Rattus norvegicus (ratto grigio / bruno o surmolotto)

8 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Può raggiungere i 45 – 50 cm di lunghezza e 500 grammi di peso Vive in prossimità di alimenti e acqua scavando tane profonde oltre mezzo metro Si riproduce tutto lanno

9 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie

10

11

12

13 Mus musculus (Topo domestico) Vive a stretto contatto con luomo Ha un peso di circa g Le femmine presentano una gestazione di 22 giorni Nascono 5-7 piccoli Dopo 2 mesi raggiungono la maturità sessuale

14 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie

15

16

17 Necessità del controllo I roditori commensali sono in grado di riprodursi ed aumentare la densità della popolazione (n° individui/unità di superficie). E sufficiente che sopravviva il 10% degli individui che potenzialmente possono essere generati perché si verifichi una espansione dellarea colonizzata.

18 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Laccrescimento Topo e ratto bruno diventano sessualmente maturi a 8-12 settimane dalla nascita. La gestazione è di giorni I giovani diventano autonomi in ca. 20 giorni

19 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie La riproduzione La disponibilità di cibo come quantità e qualità svolge un ruolo fondamentale sulla capacità riproduttiva delle femmine. % fem. grav.n° emb Rattus norvegicus10-30%8-9 Mus musculus20-45%4-7 Il secondo fattore in ordine di importanza è la temperatura.

20 50% 70% 95% Velocità di recupero di una popolazione di ratti in funzione dei diversi livelli di controllo raggiunti a seguito degli interventi N° di ratti Mesi dopo il trattamento 12 63

21 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Biologia e comportamenti. Lentità del movimento attivo di topi e ratti è legata al tipo e disponibilità delle risorse alimentari. Infatti il percorso fonte di alimento nido occupa la maggior parte degli spostamenti giornalieri. Il raggio dazione (home range) è di qualche 10 a di metri per il ratto e di qualche metro per il topo comune.

22 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Comportamenti I movimenti di topi e ratti sono caratterizzati da precisi ritmi nellambito delle 24 ore. Normalmente lattività è minima durante le ore di luce ed inizia al tramonto.

23 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Nidi e tane Le tane dei ratti sono più complesse di quelle dei topi. Solitamente scavate in prossimità dellacqua, hanno gallerie non molto lunghe ma intercomunicanti e dotate di più entrate. Il nido assolve ad alcune funzioni basilari: luogo per allevare i giovani, fuggire ai predatori, sostare durante le ore di luce. Dove vengono realizzati nidi e tane: la scelta del luogo cade ove è possibile minimizzare gli spostamenti per la ricerca del cibo.

24 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Nidi e tane La complessità del sistema di tane nel ratto è collegata al numero di individui che vivono nellarea. Il topo comune scava una tana semplice quando vive allesterno di edifici.

25 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie La costruzione e la scelta del sito sono tali da permettere una efficiente regolazione della temperatura: est. –3 °C int. 17 °C est. 21 °C int. 26 °C Allinterno del nido vengono portati materiali che aiutano nellisolamento termico (legno, carta, tessuti, …).

26 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Segnali di presenza dei roditori Presenza di tane Presenza di rosicchiature

27 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie

28 Presenza di escrementi

29 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Segnalazioni

30 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Sopralluogo

31 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie

32

33 Anticoagulanti di prima generazione Warfarin Cumacloro Clorofacinone

34 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Anticoagulanti di seconda generazione Bromadiolone Brodifacum Difenacum Flocumafen Difethialone

35 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie

36

37

38

39 Tossicità verso le specie bersaglio Tossicità (DL 50 acuta orale in mg/kg) dei più comuni anticoagulanti nei riguardi delle principali specie bersaglio

40 Una città libera da ratti e insetti vettori di malattie Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Biologia dei ratti che infestano i centri residenziali – Sistemi di sorveglianza e controllo Simone Martini Entostudio www.entostudio.com."

Presentazioni simili


Annunci Google