La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITACARE-3 Le differenze sociali della sopravvivenza dei tumori: i primi risultati del linkage tra dati di registro e dati di censimento Arduino Verdecchia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITACARE-3 Le differenze sociali della sopravvivenza dei tumori: i primi risultati del linkage tra dati di registro e dati di censimento Arduino Verdecchia."— Transcript della presentazione:

1 ITACARE-3 Le differenze sociali della sopravvivenza dei tumori: i primi risultati del linkage tra dati di registro e dati di censimento Arduino Verdecchia 1, Riccardo Capocaccia 1, Viviana Egidi 2, Alessandra Reale 3, Michele Antonio Salvatore 2, Daniele Spizzichino 2 1 Istituto Superiore di Sanità, Viale Regina Elena 299, Roma 2 Università di Roma la Sapienza, Dipartimento di Scienze Demografiche, Via Nomentana 41, Roma 3 Istat, DCCG, Via A. Ravà 150, Roma

2 associazione tra i dati individuali dei casi diagnosticati, nel periodo , da 9 Registri Tumori provinciali (Firenze, Genova, Latina, Macerata, Modena, Parma, Ragusa, Sassari, Varese) e i dati individuali del Censimento della Popolazione 1991 (individui residenti in famiglia o in convivenza), al fine di studiare la sopravvivenza per tumore per classe sociale nelle diverse aree dei Registri Tumori. Obiettivi

3 Informazioni comuni ai due archivi Provincia e comune di residenza Indirizzo del luogo di residenza Sesso Data di nascita L indirizzo del luogo di residenza non è presente nei dati di censimento, ma consente, attraverso un sistema automatico per la codifica degli indirizzi (denominato SISTER), di individuare la sezione di censimento.

4 Fasi principali della procedura di linkage Normalizzazione e controllo dei dati dei Registri Tumori; Associazione tra i dati individuali dei Registri Tumori e quelli del censimento 1991; Riponderazione dei dati.

5 Schema della fase di analisi, normalizzazione e controllo dei dati

6 Risultati della fase di analisi, normalizzazione e controllo dei dati Registro Record disponibili Record con indirizzo Record normalizzati Record con codice di Sezione di censimento Firenze Genova Latina Macerata Modena Parma Ragusa Sassari Varese TOTALE

7 Chiave di linkage= {Parte fissa}U{Parte variabile} Parte fissa= {Comune di residenza, Anno di nascita } Parte variabile= {Sezione di censimento, Giorno di nascita, Mese di nascita, Sesso} Condizioni necessarie per poter associare due record r RT e c CP91 : 1. massimizzare il numero di modalità uguali; 2. la parte fissa della chiave deve coincidere; 3. possono non coincidere al più le modalità di una sola delle quattro variabili della parte variabile; 4. Lassociazione tra r e c deve essere biunivoca (uno ad uno); 5. I record implicati in associazioni non biunivoche (uno a molti) devono essere eliminati; Associazione tra i dati individuali dei Registri Tumori e quelli del censimento 1991

8 Passi sequenziali del linkage Associazione rispetto a: 1. tutte le variabili; 2. tutte le variabili esclusa la variabile SESSO; 3. tutte le variabili esclusa la variabile MESE DI NASCITA; 4. tutte le variabili esclusa la variabile GIORNO DI NASCITA; 5. tutte le variabili esclusa la SEZIONE DI CENSIMENTO. Associazione tra i dati individuali dei Registri Tumori e quelli del censimento 1991

9 Risultati della fase di associazione tra i dati individuali dei Registri Tumori e quelli del censimento 1991 Registro Record disponibili Record potenziali doppioni Record esatti non associati Record Errati (non as.) Record associati % Record associati (*) Firenze ,64 Genova ,68 Latina ,79 Macerata ,78 Modena ,99 Parma ,76 Ragusa ,44 Sassari ,01 Varese ,31 TOTALE ,06 * Al netto di doppioni ed errati

10 Risultati della fase di associazione tra i dati individuali dei Registri Tumori e quelli del censimento 1991 Pur con qualche differenza territoriale, la procedura di linkage ha dato risultati soddisfacenti, consentendo di accoppiare in media il 77% dei record. I record associati sono stati resi rappresentativi anche dei non associati, effettuando una riponderazione per mezzo di opportuni pesi, calcolati in funzione di due variabili ausiliarie: il sesso e la classe di età. Per ogni archivio, i record sono stati stratificati in funzione di queste due variabili. I pesi, calcolati per ogni singolo strato, sono pari al reciproco della probabilità di accoppiamento. La base informativa costruita consente di disporre simultaneamente delle informazioni dei registri e di tutte le informazioni di natura demografica, sociale ed economica rilevate al censimento.

11 Applicazione - analisi di sopravvivenza per: mammella, colon-retto e melanoma Analisi della sopravvivenza relativa, stratificata per le variabili di interesse (metodo di Hakulinen), casi incidenti , seguiti fino al Regressione multipla sulla sopravvivenza relativa (P. Dickman): Variabili indipendenti: 1.Registro 2.Intervalli (annuali) di follow-up 3.classe di età (15-44, 45-64, 65-99) 4.sesso 5.livello di istruzione (alto, basso) 6.tipologia familiare (singola/o, in famiglia)

12 Tumore della mammella, VARIABILELIVELLORER (Mod 1) F-u, cl_età, area RER (Mod 2) Mod 1+ istr, fam AreaFirenze (riferimento)11 Genova Latina Macerata Modena Parma0.86 Ragusa 6.99 * 6.75* Sassari Varese Scolaritàalta (riferimento)1.00 bassa 1.33* Tipologia familiarefamiglia (riferimento)1.00 singola/o1.16

13 Tumore del colon-retto, VARIABILELIVELLORER (Mod 1) F-u, cl_età, sex, area RER (Mod 2) Mod 1+ istr, fam AreaFirenze (riferimento)11 Genova Latina 1.36 * Macerata 1.27 * 1.26 * Modena1.11 Parma1.17 Ragusa 2.77 * 2.76 * Sassari 1.52 * Varese Scolaritàalta (riferimento)1 bassa1.10 Tipologia familiarefamiglia (riferimento)1 singola/o 0.86 *

14 Melanoma della pelle, VARIABILELIVELLORER (Mod 1) F-u, cl_età, sex, area RER (Mod 2) Mod 1+ istr, fam AreaFirenze (riferimento)11 Genova0.42*0.43* Latina Macerata Modena Parma0.66 Ragusa2.72*2.54 Sassari Varese0.51 Scolaritàalta (riferimento)1 bassa1.22 Tipologia familiarefamiglia (riferimento)1 singola/o1.32

15 Conclusioni Prima esplorazione sulla base del linkage definitivo; Conferma dellutilità di questa integrazione di dati; Qualità dei dati come limitazione del risultato; Si è sperimentata una procedura che si basa sullindirizzo per il linkage, promettente (>80%); Miglioramento della completezza e della qualità dellinformazione sulla residenza e delle basi di dati di cartografia fanno presagire un futuro migliore; Sarebbe auspicabile ripetere loperazione sui dati dei primi anni 2000 con il censimento 2001;


Scaricare ppt "ITACARE-3 Le differenze sociali della sopravvivenza dei tumori: i primi risultati del linkage tra dati di registro e dati di censimento Arduino Verdecchia."

Presentazioni simili


Annunci Google