La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Attuazione del REACH e lHelpDesk nazionale Massimiliano Umile - Ministero dello Sviluppo Economico Roma, 3 ottobre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Attuazione del REACH e lHelpDesk nazionale Massimiliano Umile - Ministero dello Sviluppo Economico Roma, 3 ottobre 2011."— Transcript della presentazione:

1 Attuazione del REACH e lHelpDesk nazionale Massimiliano Umile - Ministero dello Sviluppo Economico Roma, 3 ottobre 2011

2 2 AUTORITA COMPETENTE Fondamento giuridico nellart. 121 (2) del Regolamento REACH: Gli Stati membri designano lautorità o le autorità competenti, incaricate di esercitare le funzioni attribuite alle autorità competenti in forza del presente regolamento e di cooperare con la Commissione e con lAgenzia nellattuazione del presente regolamento. Gli Stati membri mettono a disposizione delle autorità competenti risorse sufficienti perché possano, assolvere efficacemente e nei tempi prescritti i compiti che incombono loro in forza del presente regolamento. Legge 6 aprile 2007, n.46 – Art.5bis Comma 2: Il Ministero della Salute è designato quale autorità competente ai sensi dellarticolo 121 del REACH

3 3 CHI PROVVEDE ALLATTUAZIONE DEL REACH Legge 6 aprile 2007, n.46 – Art.5bis : Il Ministero della Salute provvede, di intesa con il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il Ministro dello Sviluppo Economico e la P.D.C-M – Dipartimento delle Politiche Comunitarie, agli adempimenti previsti dal Regolamento (CE) n.1907/2006 REACH. Per lesecuzione delle attività previste LAC si avvale delle competenze di: - ISPRA - ISS CSC 5 soggetti: 3 Ministeri + 2 Organi tecnici

4 4 CHI PROVVEDE ALLATTUAZIONE DEL REACH ECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche, Helsinki) Autorità Competente Ministero dellAmbienteMinistero Sviluppo Economico CSCISPRA Regioni e Prov.Autonome

5 5 IL PIANO DI ATTIVITA Decreto InterMinisteriale 22 novembre 2007 : Piano di attività e utilizzo delle risorse finanziarie È uno strumento: - definisce chi fa che cosa e perché - definisce il modello di gestione tecnica e strategica COMITATO TECNICO DI COORDINAMENTO e GdL - definisce un percorso per intesa con le Regioni per la vigilanza

6 6 ISTITUZIONE DELLHELPDESK NAZIONALE Fondamento giuridico nellart. 124 (2) del Regolamento REACH: In aggiunta ai documenti di orientamento pratico forniti dallAgenzia a norma dellart. 77, paragrafo 2, lettera g), gli Stati membri istituiscono servizi nazionali di assistenza tecnica per comunicare ai fabbricanti, agli importatori, agli utilizzatori a valle ed a qualsiasi altra parte interessata informazioni sugli obblighi e sulle responsabilità rispettivi che competono loro in forza del presente regolamento […]. D.M. 22 novembre 2007 – piano di attività per gli adempimenti REACH (All.1) - Servizio pubblico e gratuito - Assistenza alle imprese – PMI- per la corretta interpretazione normativa - Collegamento con gli altri HD per armonizzazione

7 7 OPERATIVITA DEL SERVIZIO Attraverso il sito web -servizi -strumenti

8 8 OPERATIVITA DEL SERVIZIO Portale come un data base I servizi: -Quesiti (previa registrazione) -News (aggiornamenti) -Traduzioni (FAQ e Guide) Gli strumenti - Scenari di esposizione e SDS - Campagna informativa/formativa di workshop e seminari - SEA tool - Corso di formazione multimediale

9 9 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "Attuazione del REACH e lHelpDesk nazionale Massimiliano Umile - Ministero dello Sviluppo Economico Roma, 3 ottobre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google