La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GLI ASSISTENTI SOCIALI sensori DELLE NUOVE EMERGENZE: SFIDE e PROSPETTIVE PERCORSI INTEGRATI SOCIO-SANITARI NEGLI STUDI DI MEDICINA GENERALE Carla Moretti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GLI ASSISTENTI SOCIALI sensori DELLE NUOVE EMERGENZE: SFIDE e PROSPETTIVE PERCORSI INTEGRATI SOCIO-SANITARI NEGLI STUDI DI MEDICINA GENERALE Carla Moretti."— Transcript della presentazione:

1 GLI ASSISTENTI SOCIALI sensori DELLE NUOVE EMERGENZE: SFIDE e PROSPETTIVE PERCORSI INTEGRATI SOCIO-SANITARI NEGLI STUDI DI MEDICINA GENERALE Carla Moretti Università Politecnica delle Marche Ancona 6 giugno 2013

2 Progetto Titolo: Progetto PASSI: Percorsi Assistenziali Socio-Sanitari Integrati Lintegrazione dellAssistente Sociale negli Studi Associati dei Medici di Medicina Generale Finalità Costruire risposte in grado di affrontare la salute del cittadino nella sua globalità Promuovere lintegrazione tra gli interventi sanitari e sociali Facilitare laccesso dellutente alle prestazioni dei servizi presenti nel territorio

3 Soggetti promotori CRISS (Centro Interdipartimentale per la Ricerca sullIntegrazione Socio-Sanitaria- Università Politecnica delle Marche) Centro di riferimento per la medicina generale In collaborazione con LOrdine degli Assistenti Sociali delle Marche Il comune di Senigallia LASUR-zona Territoriale 4 – Senigallia

4 Realizzazione del progetto Individuazione di due studi associati di Medici di Medicina Generale nel Comune di Senigallia e applicazione di due modelli di intervento - Prima fase (novembre 2010 – aprile 2011) Sperimentazione attuata nei due studi associati - Seconda fase (maggio 2012 – agosto 2012) Prosecuzione della sperimentazione in uno dei due studi medici

5 Soggetti di riferimento Il Medico di Medicina Generale Individua gli utenti da inviare allassistente sociale Collabora con lassistente sociale nella realizzazione dellintervento LAssistente sociale che opera negli studi associati dei MMG Definisce e realizza con lutente e la famiglia un percorso di sostegno Orienta lutente nellaccesso dei servizi territoriali Collabora con il medico di MG Si raccorda con gli assistenti sociali dei servizi territoriali Gli assistenti sociali dei servizi territoriali Elaborano con lassistente sociale dello studio un progetto condiviso Si raccordano con lassistente sociale dello studio associato per la definizione delle risorse da attivare

6 Elementi significativi del progetto La formazione dei medici di medicina generale La formazione dei collaboratori degli studi associati La costituzione di un gruppo di lavoro per ciascun studio associato La mappatura dei servizi e degli interventi del territorio La sperimentazione dei due modelli

7 I modelli di intervento Il modello di Iniziativa Si rivolge ad utenti con patologie di tipo cronico e ad utenti fragili Il MMG individua gli utenti che verranno inviati allassistente sociale che opera nello studio Lassistente sociale attiva un percorso di sostegno e accompagnamento, costruito con lutente e la sua famiglia, al fine di rafforzare le risorse personali e familiari Il modello di Opportunità-Attesa Attivazione di uno sportello di Segretariato Sociale Professionale presso lo studio associato Lutente può accedere direttamente presso lo studio medico o può essere inviato dal MMG Lassistente sociale svolge attività di ascolto e di consulenza agli utenti, garantendo loro le informazioni necessarie per laccesso ai servizi del territorio

8 Elementi emersi Lo studio associato dei MMG è un contesto privilegiato per la lettura globale dei bisogni della persona La presenza dellassistente sociale nello studio associato promuove un nuovo approccio alla salute della persona Gli interventi socio-sanitari messi in atto hanno rilevanza anche come azione preventiva. Gli utenti hanno espresso prevalentemente richieste di sostegno e accompagnamento per il superamento della loro problematica in unottica integrata (modello di Iniziativa), piuttosto che azioni a carattere informativo (modello di Opportunità-Attesa) Individuazione di un percorso di accompagnamento

9 Percorso di accompagnamento Invio dellutente da parte del MMG Accesso diretto dellutente e/o del familiare Analisi e valutazione della situazione personale e familiare Programmazione dellintervento: lettura e analisi del territorio e delle risorse presenti colloqui con il soggetto e la famiglia (visite domiciliari) contatti con gli operatori del territorio (Comune, ASUR e altri soggetti) per lindividuazione dei servizi, degli interventi e delle strutture. Realizzazione dellintervento, collaborazione con i servizi del territorio Verifica del processo con il MMG e gli operatori del territorio Accoglienza e ascolto della persona e della famiglia

10 I punti di forza La presenza dellassistente sociale negli studi associali è stata percepita dallutente come una significativa opportunità per affrontare una situazione personale di disagio, opportunità resa possibile grazie al luogo in cui questa si realizza: un luogo familiare allutente, nel quale determinante è il rapporto di fiducia con il medico. La possibilità di mettere in atto un percorso di sostegno prima che la situazione diventi fortemente problematica e richieda interventi di urgenza. Lazione dellassistente sociale ha acquisito particolare valore nel raccordo con gli operatori e i servizi del territorio; raccordo che, sebbene percepito come necessario dai medici risulta per loro di difficile attuazione. Il percorso oltre ad offrire allutente la possibilità di un ascolto dei suoi bisogni e un orientamento nellindividuare risposte personalizzate, diventa un riferimento nelle situazioni di difficoltà.

11 I risultati del progetto Percorsi di accompagnamento attuati: prima fase: 12; seconda fase: 6 Tipologia delle richieste: non autosufficienza con forti implicazioni nei vissuti dei familiari disagio mentale problemi di violenza nelle relazioni familiari disoccupazione problemi relativi allabitare


Scaricare ppt "GLI ASSISTENTI SOCIALI sensori DELLE NUOVE EMERGENZE: SFIDE e PROSPETTIVE PERCORSI INTEGRATI SOCIO-SANITARI NEGLI STUDI DI MEDICINA GENERALE Carla Moretti."

Presentazioni simili


Annunci Google