La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

NESSUNO LI VOLEVA. Riflessione sugli ebrei.. Un occasione in più per riflettere.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "NESSUNO LI VOLEVA. Riflessione sugli ebrei.. Un occasione in più per riflettere."— Transcript della presentazione:

1 NESSUNO LI VOLEVA

2 Riflessione sugli ebrei.. Un occasione in più per riflettere

3 Lodissea ebraica fin dalle origini Lodio nei confronti del popolo ebraico,ha origini antichissime,a partire dai primi documenti del secolo II d.C. a noi pervenuti,e che sono delle chiare testimonianze di una forma già diffusa di intolleranza. Nei secoli successivi,tra periodi di indifferenza e periodi di scontri,la loro storia ha continuato il suo corso,di molto differente da quello degli altri popoli,poiché volto alla ricerca di un ambiente naturale e stabile in cui vivere,di una patria,e sempre soffocata da pregiudizi di ogni genere e di ogni natura. Culture e popoli poco conosciuti,è accertato,hanno sempre dato spunto alla nascita di forme di pregiudizi senza limiti,ma gli ebrei,sono certamente uno dei popoli che ha maggiormente sofferto,sia dal punto di vista psicologico,che dal punto di vista fisico,di tali pregiudizi. Nel contesto europeo,la condanna degli ebrei è legata all ambito religioso,al cristianesimo,la religione più diffusa e che ha avuto origine dal giudaismo stesso. La Chiesa e le autorità hanno proceduto con una discriminazione ed un isolamento di tale minoranza religiosa,che non ha precedenti. Ma il passaggio fondamentale per capire le vere origini della discriminazione degli ebrei,è l analisi del clima istauratosi gradualmente,e che rendeva credibili agli occhi delle istituzioni e del popolo,leggende e miti che ancora oggi investono gli ebrei ed il giudaismo.

4 Il rapporto che gli ebrei avevano con la loro religione,era ancora più forte di quello che i cristiani avevano col cristianesimo. La religione,infatti,si inseriva in ogni campo sociale e culturale,ed ogni tradizione aveva uno stampo chiaramente religioso. Lo testimoniano anche alcuni testi di Tacito,tra cui in particolare i capitoli 4-5 dellHistoriae,in cui lo storico mette in luce gli aspetti diversificanti negli usi e nei costumi degli ebrei. Parlandoci dei rituali della tradizione ebraica,Tacito li contrappone alle principali usanze diffuse a Roma,generando,nellanalisi,degli aspetti unicamente negativi,un atteggiamento che fu definito quasi antisemita,o comunque introduttivo di un atteggiamento simile che si diffonderà più tardi. Questo interesse di Tacito nei confronti degli ebrei,nato dallintersecarsi degli eventi di quest ultimi con la storia di Roma,si trasforma in un violento attacco,che non sembra rispecchiare soltanto la posizione dello scrittore,ma anche quella di autori precedenti che hanno fornito a Tacito le fonti sulle quali lavorare. Scrive che:Mosè,per legare a sé il popolo futuro,istituì nuovi riti e contrari a quelli degli altri uomini:Moyses,quo sibi in posterum gentem firmaret,novos ritus contrariosque ceteris mortalibus indidit.prosegue:Considerano empi quelli che riproducono immagini degli dei con sembianze umane e materiali deperibili;considerano che lessere supremo sia eterno e inimitabile e imperituro.Pertanto non collocano nessuna statua nelle loro città e tanto meno nei templi:Profanus qui deum imagines mortalibus materis in species hominum effigant;summum illud et aeternum neque imitabile neque interiturum.Igitur nulla simulacra urbibus suis,nedum templis sistunt. E percepibile lintento di una condanna radicale dei principi base di una nuova e diversa religione,quale si presenta agli occhi dei pagani il giudaismo.Egli riflette su come questa religione fondata a suo dire su empietà,riuscì poi a prendere piede a livello nazionale,soprattutto quando il giudaismo prese forme diverse assistendo alla nascita del cristianesimo.

5 Ripercorrendo le tappe della storia ebraica Queste forme di intolleranza,si affermano ancora di più,e assumono definiti connotati storici, quando nel 1850a.C.,Abramo condusse la sua famiglia al paese di Chanaan,dove nascerà poi il popolo dIsraele.Nel periodo precedente alla venuta di Gesù Cristo,gli ebrei subirono una serie di persecuzioni e discriminazioni,a causa del loro rifiuto ad adottare la religione del luogo,e di adorare gli idoli del Medio Oriente,come voleva la cultura dellepoca. Dopo lavvento del cristianesimo,il movimento antigiudaico ha assunto forme diverse. Considerato allinizio come una setta del giudaismo,il cristianesimo ha acquisito una certa portata,autonoma,quando Roma, fece distruggere lo stato ebraico,e gli ebrei furono dispersi nel complessivo mondo antico;linizio della famigerata diaspora degli ebrei. Successivamente,dopo la Crocifissione di Cristo,si era creato un clima di tolleranza e di equilibrio tra i vertici delle due tendenze,che ha cessato di esistere con le prime conversioni degli imperatori romani al cristianesimo.Questultimo divenne la religione ufficiale dellimpero.Fu a questo punto che si creò la frattura tra ebrei e cristiani,poiché i primi non riconoscevano in Gesù Cristo il Messia,e non volevano sottostare ad un potere dichiaratamente cristiano. I secoli che vanno poi dal 300 al 600,hanno visto un nuovo schema di discriminazione istituzionalizzata,come il divieto matrimoni misti tra ebrei e cristiani,o dellassegnazione di alte cariche agli ebrei.Lopinione pubblica si schierò sempre più contro di loro,dal momento in cui ogni eventodelittuoso,ogni scandalo veniva direttamente,senza causa,assegnato alle loro mani. In questa situazione,che si era in breve venuta a creare,un solo dilemma tormentava la Chiesa:quale atteggiamento assumere verso questa minoranza religiosa che non si mostrava affatto pronta a trovare un compromesso. Era necessario quindi,costringere gli ebrei ad una conversione di massa,oppure bisognava lasciarli liberi di praticare la loro religione,ma sottoponendoli a delle restrizioni,e mostrando loro la netta superiorità dei cristiani,lasciandoli quindi ai margini della società?

6 La reazione della Chiesa Appaiono cosi le prime raffigurazioni che mostrano la superiorità della Chiesa sulla Sinagoga,oppure immaginette denigratorie che rappresentavano ebrei con accanto dei maiali,animale considerato impuro dal giudaismo.In un epoca in cui la grande maggioranza della popolazione era analfabeta,questa iconografia della Chiesa giocò un ruolo essenziale nella propagazione di unimmagine negativa degli ebrei e della loro religione.La situazione degenera di molto quando,nel 1095,il papa Urbain,esorta i fedeli a partire in crociata,per liberare Gerusalemme dagli infedeli.Durante il cammino i crociati decimarono intere comunità di ebrei lungo il Reno e il Danubio.Nel maggio1096,800 ebrei vengono assassinati a Worms. A Regensburg furono gettati nel Danubio per essere battezzati,ed un numero sempre maggiore di stragi furono consumate in tanti altri paesi.Le crociate catalogarono definitivamente gli ebrei come cittadini di secondo ordine. Estremamente rilevanti furono anche le tendenze,allora molto diffuse, a credere ai miracoli e alla leggende.Una serie di credenze popolari che vedevano gli ebrei come degli uomini dotati di corna e coda,fecero nascere numerosi miti,fino a considerarli come esseri sanguinari,in continua ricerca di corpi cristiani per soddisfare il loro bisogno di sangue cristiano.Da qui il mito della natura cattiva e inumana degli ebrei.

7 Nel 1215 il papa decide che gli ebrei debbano portare sui loro vestiti dei marchi specifici che li distinguano dagli altri uomini;devono portare una rouelle gialla o rossa. Ghettizzati nella periferia delle grandi città,e obbligati a non varcare le mura del ghetto,vengono richiamati alla normalità solo quando le esigenze del commercio lo richiedono;in questi casi viene loro permesso di sostare nel centro delle città. Possono,intanto dedicarsi solo a specifiche attività,nel commercio,o nei prestiti con interesse,che gli conferiranno poi il titolo di usurai. Fu proprio questultima attività che li associò per molti anni alla misteriosa e inquietante figura dell usuraio. Avendo la Chiesa vietato i prestiti su interesse ai cristiani,gli ebrei ebbero la possibilità,ma al tempo stesso si trovarono costretti a ricorrere ai prestiti di denaro,come unica attività praticabile,ma vista la povertà che li opprimeva,lunica soluzione era di farlo ad interessi esorbitanti.Non ci volle molto a che il numero dei nemici si accrescesse sempre di più. Unaltra figura nacque poi associata alluomo ebreo,quella del venditore ambulante.

8 Dopo le crociate,le espulsioni delle comunità ebraiche furono sempre più frequenti.Nel 1290 furono espulsi dallInghilterra,nel 1306 dalla Francia.Approfittando di questi sentimenti antiebraici,i signorotti di ogni città,i magistrati,i mercanti,si sbarazzarono dei debiti che avevano contratto con gli ebrei,che premevano per la restituzione del denaro.Inoltre le motivazioni della repulsione verso gli ebrei avevano sempre più un muovente economico,quindi ogni occasione era sfruttata per distruggere ancora di più la loro persona. Quando nel XIV secolo in Europa si diffuse la peste,milioni di persone ne rimasero vittime. Le cause reali erano sconosciute,ma non ci volle molto a fare degli ebrei i responsabili di tale strage.Furono associati alla figura del cosiddetto untore,ossia colui che ungendo con un unguento nocivo ogni cosa che incontrava,diffondeva ovunque tale malattia.Ancora una volta furono perseguitati e uccisi milioni di ebrei,proseguendo sulla via di un vero e proprio genocidio.Nel 1478,addirittura,il papa fece creare unInquisizione speciale in Spagna,volta a perseguitare soltanto gli ebrei ancora restii al cristianesimo dopo la conversione forzata che era stata attuata.Ancora una volta ebbero luogo stragi di una crudeltà impensabile.

9 A partire dal XIII secolo,però,alcuni gruppi di ebrei,emigrati in Polonia e Lituania,formarono comunità polacche e russe.La Polonia era stata da sempre il rifugio per tutti i ricercati o i perseguitati politici e religiosi,poiché conosciuta da sempre come patria della tolleranza.Di fondo vi erano ovviamente anche degli interessi personali,come nel caso del re di Polonia che aveva accolto gli ebrei con la speranza di rilanciare leconomia.Nel XIV secolo queste due città diventano i nuovi centri della cultura ebraica.La lingua parlata è lo yiddish,un mélange di tedesco medievale ed ebreo.A loro viene offerta una più grande libertà nella scelta delle professioni,ma in ambito giuridico,la loro situazione non cambia,e in alcune città essi non hanno il permesso di stabilirsi.In Lituania la situazione acquista una portata diversa.Gli ebrei hanno gli stessi diritti dei cristiani,ed insieme ad essi formano delle classi di artigiani e di mercanti.Per la prima volta,però,viene messa in luce una peculiarità degli ebrei che fino ad ora non era stata riconosciuta loro,e che li rende chiaramente superiori.Generalmente,infatti,tutti gli ebrei sapevano leggere e scrivere,e questa cosa da loro la possibilità di ambire alle alte cariche amministrative,nella gestione dei beni dello Stato e della nobiltà,e allesazione di imposte alimentari.

10 La situazione cambia ulteriormente quando alla fine del XVI secolo,lavvento della Contro Riforma,avvia la persecuzione non solo dei protestanti,ma anche degli ebrei,considerati i concorrenti sul piano economico. Questa riforma si rivelerà poi,invece,negli anni successivi,come linizio di un nuovo modo di rapportarsi alla cultura ed alla religione ebraica. Viene rivalutato lAntico Testamento in ebraico,per acquisire una maggiore conoscenza di tale religione.Uno spirito di tolleranza religiosa si espande in tutta lEuropa e,con lavvento del secolo dei lumi,nel 1700,nasce un movimento di rivalutazione dellindividuo,qualsiasi sia la sua religione,la sua razza,la sua cultura.Le restrizioni a cui erano stati soggetti per anni vengono mano a mano abolite,e gradualmente gli ebrei acquisiscono in tutta lEuropa la cittadinanza.Gli Stati Uniti e la Francia furono i primi ad aprirsi a tali cambiamenti;lungo tutto il 1800 questi principi si diffusero in tutta lEuropa,terminando con la Russia nel In questo periodo,però,ci si preoccupa anche di fare in modo che gli ebrei diventino utili per la società.Fino ad ora,infatti,i mestieri che erano stati affidati loro andavano contro la loro natura,e tutto ciò che li riguardava veniva a priori giudicato barbaro.La necessità primaria era perciò lassimilazione,poiché ancora erano in molti coloro che consideravano anomali i loro comportamenti e le loro abitudini.Ma erano soprattutto gli interessi economici ad entrare in gioco in questo periodo e per questo motivo,in alcune regioni la diffusione di una maggiore libertà di scelta della proprio professione,anche per gli ebrei,trovò resistenza.

11 Tempi più recenti Furono per primi i nazionalisti,però,a inasprire nuovamente il rapporto con gli ebrei.Sempre di più i popoli si definivano in funzione di elementi comuni:cultura,origini,lingua,quindi anche gli ebrei convertiti al cristianesimo e interamente assimilati saranno considerati ormai come degli stranieri. Il nazionalismo riaccende le intolleranze religiose e sarà alla base dellantisemitismo moderno. Nel XIX secolo le opinioni e gli stereotipi antiebrei cambiano.Lesclusione e la loro discriminazione non sono più fondati solamente sulle differenze religiose.Il termine antisemitismo fa la sua prima apparizione nel 1870.nel momento in cui lo stato degli ebrei nellEuropa Occidentale è problematico:nonostante luguaglianza nei diritti,sono percepiti come stranieri. Dopo linizio del XIX secolo si diffonde il concetto di nazione e di popolo,che non sono considerate come dei semplici raggruppamenti di individui,ma come organismi unici,determinati dal clima,dal territorio e dalla tradizione. Con lavvento di una nuova epoca di industrializzazione e di urbanizzazione,si assiste a rapidi cambiamenti sociali ed economici,portatori di grandi tensioni e conflitti sociali.Gli ebrei che abbandonano la marginalità sociale e approfittano delle nuove possibilità che vengono offerte loro,sono identificati come i responsabili di tali scompensi.Da qui nasce lo stereotipo dellebreo sfruttatore e usuraio,che approfitta del malessere degli altri,così come il mito della cospirazione ebrea capace di invertire il corso degli eventi a livello mondiale secondo la sua volontà e per il proprio profitto.

12 Levento che genera il cambiamento Queste tensioni sociali sfoceranno nel famigerato Affaire Dreyfus,affare antisemita che polarizzerà la società e tutte le forze politiche in Francia durante quegli anni.Era il 1894,quando il capitano Alfred Dreyfus viene accusato di spionaggio a favore della Germania,avversaria nella guerra precedente della Francia.La sola prova sono alcune frasi scritte su un foglietto trovato da una donna delle pulizie e la cui scrittura non corrisponde neanche a quella di Alfred.Condannato alla prigione a vita,e deportato prima allIle du Diable,a largo dell America del Sud.La folla inizia ad inneggiare slogan antiebraici,ma la Francia si divede su due fronti.Da una parte i governatori i partiti,conservatori, la Chiesa e lesercito che vogliono difendere lonore della Francia sconvolto da un ebreo.Dallaltra parte scrittori come Emile Zola giornalisti e uomini politici come Jean Jaurès,che insieme danno vita ad un gruppo di partigiani dei diritti delluomo,per difendere la dignità umana.

13 GLOSSARIO EBREO : dal latino hebraeus,dal greco hebraios.La voce greca ricalca lebraico ibhri(che viene dal di là del fiume),da ebher(di là);secondo altri,invece,da un presunto capostipite Eber o addirittura da Adamo.Questo termine,nellaccezione negativa di avaro,taccagno,usuraio,è riferito a certi difetti che gli antisemiti(ma soprattutto i Cristiani)hanno attribuito agli Ebrei. Esagerato attaccamento al denaro,eccessiva speculazione sui prestiti.

14 GIUDAISMO: dal latino Iudaismum,dal greco Ioudaismos anche giudeo. Leggi e riti propri del popolo ebraico. GIUDEO: dal latino iudaeus,dal greco iudaios,da Iudaea,parte meridionale dellaltopiano della Palestina così detta da Giuda,quarto figlio di Giacobbe,da cui il nome della tribù;iudaios è dall ebraico Jehudàh(illustre).Chi vive secondo le legge ebraica,israelita;(spreg.)usuraio.


Scaricare ppt "NESSUNO LI VOLEVA. Riflessione sugli ebrei.. Un occasione in più per riflettere."

Presentazioni simili


Annunci Google