La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di: DIDATTICA e PEDAGOGIA SPECIALE Martelli Sara Anno accademico: 2005-2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di: DIDATTICA e PEDAGOGIA SPECIALE Martelli Sara Anno accademico: 2005-2006."— Transcript della presentazione:

1 Corso di: DIDATTICA e PEDAGOGIA SPECIALE Martelli Sara Anno accademico:

2 situazioni di deistituzionalizzazione sperimentazione di situazioni con presenza di deficit MA ancora pregiudizi e ignoranza Merito Pedagogia speciale passaggio da cultura dellhandicap a CULTURA della INTEGRAZIONE: diversità valorizzata in quanto fonte di ricchezza per TUTTI

3 IL PROBLEMA dellHANDICAP nella STORIA

4 PRIMO PERIODO: sopravvivenza alimentare Legge dominante: bisogno di sopravvivenza. La vita, quella del più debole in particolare, ha poco valore. Le soluzioni al problema dellhandicap sono violente come violenta era lesistenza in generale. Antichità (fino al XVI secolo)

5 SECONDO PERIODO: umanitario Legge dominante: pietà cristiana (la società dimostra pietà ma non se assume alcun carico) Lhandicappato viene tollerato, ma vive ai margini RIFIUTO. (XVII-XVIII secolo)

6 TERZO PERIODO: scientifico La malattia è un accidente naturale NON una colpa individuale: passaggio fra norma e anormalità sfumatura studio della anormalità rivela limiti della norma. Da immaginario collettivo (aspetti etici, filosofici, morali) a visione scientifica Inizio pedagogia speciale: 1946 scuola per educazione di bambini idioti di Séguin. (1800 – primi 900)

7 QUARTO PERIODO: economico Grande richiesta di forza lavoro nel terziario scolarizzazione & collocazione (seppur in luoghi marginali) dei meno abili. Apertura sociale ed economica MA resistenza fortissima della società del prodotto.

8 LINTEGRAZIONE Necessaria presa di coscienza su 3 punti essenziali: lemarginazione non è fatto esterno, MA un fatto sociale tutta la società coinvolta e responsabile del processo di emarginazione di integrazione integrazione solo se processo di pieno sviluppo della persona umana non solo pura presenza fisica nel gruppo processo di integrazione valido solo se ORGANICO: - obiettivi pratici e raggiungibili - disponibilità al cambiamento - lavoro sincronico

9 Pedagogia speciale moderna nasce Educabilità di TUTTI i soggetti dal principio della Educabilità di TUTTI i soggetti

10 La Pedagogia speciale come disciplina AUTONOMA

11 AMBITO SPECIFICO problemi e competenze, indubbiamente nei confronti delleducazione di soggetti atipici OGGETTI / SOGGETTI soggetti che si distaccano dalla norma nel loro rapporto e nel loro comportamento col mondo esterno sia nellambito ristretto della famiglia sia in quello più vasto prima della scuola e poi della società

12 Dich. UNESCO 1968 … forma arricchita di educazione generale, arricchita nel senso che fa appello a metodi pedagogici moderni e a materiale tecnico per porre rimedio a certi tipi di deficienze…

13 Alcune DEFINIZIONI

14 MENOMAZIONE: definizione: qualsiasi perdita o anomalia a carico di strutture o funzioni anatomiche, fisiologiche, psicologiche (N.B. menomazione termine più comprensivo di disturbo poiché riguarda anche le perdite) caratteristiche: caratterizzata da perdite o anormalità che possono essere transitorie o permanenti e comprende lesistenza o levenienza di anomalie, difetti o perdite a carico di strutture del corpo e della mente.

15 DISABILITA: definizione: qualsiasi restrizione o carenza delle capacità di svolgere unattività nel modo o nei limiti ritenuti normali per un essere umano. caratteristiche: caratterizzata da scostamenti, per eccesso o per difetto, nella realizzazione dei compiti e nelle espressioni dei comportamenti rispetto a ciò che sarebbe normalmente atteso. Possono sorgere come conseguenza diretta di una menomazione o come reazione psicologica del soggetto ad una menomazione. La disabilità rappresenta loggettivazione della menomazione.

16 HANDICAP: definizione: condizione di svantaggio vissuta da una determinata persona in conseguenza di una menomazione o di una disabilità che limita o impedisce la possibilità di ricoprire il ruolo normalmente proprio a quella persona (in base alletà, al sesso, ai fattori culturali e sociali) caratteristiche: lhandicap riguarda il significato assunto da una situazione o esperienza individuale quando essa si scosta dalla normalità. E caratterizzato dalla discrepanza fra lefficienza o lo stato sia del soggetto che del particolare gruppo di cui fa parte.

17 HANDICAP: Rappresenta la SOCIALIZZAZIONE di una menomazione o di una disabilità e come tale riflette le conseguenze che per lindividuo derivano dalla presenza della menomazione o disabilità. Lo svantaggio deriva dallimpossibilità di conformarsi alle aspettative o alle norme proprie delluniverso che circonda lindividuo. Doppia connotazione Biologico-psicologica Sociale

18 Evento invalidante Danni primari HADICAP Ostacoli di tipo fisico Ostacoli di tipo psicologico/sociale Danni secondari DISABILITA +


Scaricare ppt "Corso di: DIDATTICA e PEDAGOGIA SPECIALE Martelli Sara Anno accademico: 2005-2006."

Presentazioni simili


Annunci Google