La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONDIZIONALITA: INQUADRAMENTO GIURIDICO ARTEA - 16 Giugno 2005 Valentina Spinelli - RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA PAC -

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONDIZIONALITA: INQUADRAMENTO GIURIDICO ARTEA - 16 Giugno 2005 Valentina Spinelli - RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA PAC -"— Transcript della presentazione:

1 CONDIZIONALITA: INQUADRAMENTO GIURIDICO ARTEA - 16 Giugno 2005 Valentina Spinelli - RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA PAC -

2 Regolamenti comunitari Regolamento (CE) n. 1782/2003 Titolo II – Artt Regolamento (CE) n. 796/2004 Titolo III, Capitolo III – Artt Titolo IV, Capitolo II – Artt Disposizioni nazionali Decreto MiPAF 13 dicembre 2004 e succ. mod. e int. Circolare Organismo di Coordinamento 28 gennaio 2005 La normativa ed altre informazioni relative alla condizionalità sono reperibili sul sito di ARTEA allindirizzo NORMATIVA DI RIFERIMENTO (Regolamento base) (Regolamento attuativo)

3 1/3 Il pagamento integrale degli aiuti è subordinato: al rispetto di CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI (CGO) che scaturiscono direttamente da 18 specifiche norme comunitarie; sono prescritti nei campi sanità pubblica, salute delle piante e degli animali, ambiente, benessere degli animali; applicazione dilazionata tra il 2005 e il 2007 al mantenimento di BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE ED AMBIENTALI (BCAA) che riguardano tutte le terre agricole, comprese quelle non più utilizzate a fini di produzione; si tratta di requisiti di natura prettamente agronomica Entrata in vigore: 1° gennaio 2005 [Decreto MiPAF 13 dicembre 2004, art. 7] INTRODUZIONE

4 2/3 tutti gli agricoltori che beneficiano di pagamenti diretti nellambito dei regimi di sostegno riportati nellallegato I del reg. (CE) n. 1782/2003 pagamento unico (regime disaccoppiato) [Titolo III, reg. (CE) n. 1782/2003] pagamenti diretti per superficie (frumento duro, colture proteiche, riso, frutta a guscio, colture energetiche) [Titolo IV, reg. (CE) n. 1782/2003] aiuto alla produzione di sementi [Titolo IV, reg. (CE) n. 1782/2003] premio latte e prodotti lattiero-caseari [Titolo IV, reg. (CE) n. 1782/2003] aiuti specifici ex art. 69 (frumento duro, frumento tenero, mais, avvicendamento, carni bovine, carni ovine e caprine) [art. 69, reg. (CE) n. 1782/2003] aiuto alla produzione di olio di oliva [reg. 136/66/CEE] aiuto alla produzione di tabacco [reg. (CE) n. 2075/92] INTRODUZIONE Soggetti interessati

5 Lagricoltore ha lobbligo di rispettare le norme di condizionalità riferite alla propria situazione aziendale (indirizzo produttivo, situazione strutturale): il numero e la tipologia degli impegni differiscono caso per caso 3/3 INTRODUZIONE qualsiasi fattore produttivo (terreni, capi) dellazienda condotta dallagricoltore richiedente laiuto Oggetto del controllo

6 1/4 QUADRO NORMATIVO Regolamenti comunitari Regolamento (CE) n. 1782/2003 [Titolo II – Artt. 3-9] Stabilisce: CGO [allegato III] BCAA [allegato IV] una riduzione proporzionale dei pagamenti, fino allannullamento degli stessi, in caso di inosservanza dei CGO o delle BCAA in conseguenza di unazione o di unomissione direttamente attribuibile al singolo agricoltore [art. 6] le modalità di applicazione delle riduzioni o delle esclusioni [art. 7] in considerazione di quattro parametri: portata gravità durata frequenza dellinottemperanza

7 2/4 QUADRO NORMATIVO Regolamenti comunitari Regolamento (CE) n. 796/2004 [Titolo III, Capitolo III – Artt Titolo IV, Capitolo II – Artt. 65 – 67] Stabilisce: la percentuale dei controlli nella misura dell1% della popolazione di aziende soggette agli impegni di condizionalità [art. 44] le modalità di selezione del campione di controllo [art. 45] le modalità di redazione della relazione di controllo [art. 48] Il campionamento avviene, per ciascuno degli Organismi pagatori, nellambito dellanalisi di rischio nazionale

8 3/4 QUADRO NORMATIVO Disposizioni nazionali Decreto MiPAF 13 dicembre 2004 e succ. mod. e int. Stabilisce: lelenco degli atti inerenti i CGO [allegato 1] lelenco delle norme inerenti le BCAA [allegato 2] che lautorità di controllo competente è lOrganismo pagatore [art.1, lettera C] che il responsabile dellapplicazione delle riduzioni e esclusioni è lOrganismo pagatore [art. 3, par. 1]

9 4/4 QUADRO NORMATIVO Disposizioni nazionali Circolare Organismo di Coordinamento 28 gennaio 2005 Stabilisce: criteri comuni di controllo indici di verifica del rispetto degli impegni

10 1/4 CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI Dal 1° gennaio 2005: ATTO A1 - CONSERVAZIONE DEGLI UCCELLI SELVATICI [DIRETTIVA 79/409/CEE] ATTO A2 - PROTEZIONE DELLE ACQUE SOTTERRANEE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DA CERTE SOSTANZE PERICOLOSE [DIRETTIVA 80/68/CEE] ATTO A3 - PROTEZIONE DELL'AMBIENTE, IN PARTICOLARE DEL SUOLO, NELL'UTILIZZAZIONE DEI FANGHI DI DEPURAZIONE IN AGRICOLTURA [DIRETTIVA 86/278/CEE] ATTO A4 - PROTEZIONE DELLE ACQUE DALL'INQUINAMENTO PROVOCATO DAI NITRATI PROVENIENTI DA FONTI AGRICOLE [DIRETTIVA 91/676/CEE] ATTO A5 - CONSERVAZIONE DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI E DELLA FLORA E DELLA FAUNA SELVATICHE [DIRETTIVA 92/43/CEE] Campo condizionalità: AMBIENTE

11 CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI 2/4 Dal 1° gennaio 2005: Campo condizionalità: SANITA PUBBLICA E SALUTE DEGLI ANIMALI. IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI ATTO A6 - IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI ANIMALI [DIRETTIVA 92/102/CEE] ATTO A7 - MARCHI AURICOLARI, REGISTRO DELLE AZIENDE E PASSAPORTI PREVISTI DAL SISTEMA DI IDENTIFICAZIONE E DI REGISTRAZIONE DEI BOVINI [REG. 2629/97] ATTO A8 - IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEI BOVINI E ETICHETTATURA DELLE CARNI BOVINE E DEI PRODOTTI A BASE DI CARNI BOVINE [REG. 1760/2000] ATTO A8 BIS - IDENTIFICAZIONE E REGISTRAZIONE DEGLI OVINI E DEI CAPRINI [REG. (CE) 21/2004]

12 CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI 3/4 Dal 1° gennaio 2006: Campo condizionalità: SANITA PUBBLICA, SALUTE DEGLI ANIMALI E DELLE PIANTE IMMISSIONE IN COMMERCIO DEI PRODOTTI FITOSANITARI [DIRETTIVA 91/414/CEE] DIVIETO DI UTILIZZAZIONE DI TALUNE SOSTANZE AD AZIONE ORMONICA, TIREOSTATICA E DELLE SOSTANZE β-ANTAGONISTE NELLE PRODUZIONI ANIMALI [DIRETTIVA 96/22/CE] LEGISLAZIONE E SICUREZZA ALIMENTARE [REG. (CE) N. 178/2002] PREVENZIONE, CONTROLLO E ERADICAZIONE DI ALCUNE ENCEFALOPATIE SPONGIFORMI TRASMISSIBILI [REG. (CE) N ] LOTTA CONTRO LAFTA EPIZOOTICA [DIRETTIVA 85/511/CEE] LOTTA CONTRO ALCUNE MALATTIE DEGLI ANIMALI E MISURE SPECIFICHE PER LA MALATTIA VESCICOLARE DEI SUINI [DIRETTIVA 92/119/CEE] LOTTA E ERADICAZIONE DELLA FEBBRE CATARRALE DEGLI OVINI [DIRETTIVA 2000/75/CEE]

13 CRITERI DI GESTIONE OBBLIGATORI 4/4 Dal 1° gennaio 2007: Campo condizionalità: BENESSERE DEGLI ANIMALI NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI VITELLI [DIRETTIVA 91/629/CEE] NORME MINIME PER LA PROTEZIONE DEI SUINI [DIRETTIVA 91/630/CEE] PROTEZIONE DEGLI ANIMALI NEGLI ALLEVAMENTI [DIRETTIVA 98/58/CEE]

14 1/1 BUONE CONDIZIONI AGRONOMICHE e AMBIENTALI OBIETTIVO 1: EROSIONE DEL SUOLO NORMA 1.1: INTERVENTI DI REGIMAZIONE TEMPORANEA DELLE ACQUE SUPERFICIALI DI TERRENI IN PENDIO OBIETTIVO 2: SOSTANZA ORGANICA NEL SUOLO NORMA 2.1: GESTIONE DELLE STOPPIE E DEI RESIDUI VEGETALI OBIETTIVO 3: STRUTTURA DEL SUOLO NORMA 3.1: DIFESA DELLA STRUTTURA DEL SUOLO ATTRAVERSO IL MANTENIMENTO IN EFFICIENZA DELLA RETE DI SGRONDO DELLE ACQUE SUPERFICIALI OBIETTIVO 4: LIVELLO MINIMO DI MANTENIMENTO NORMA 4.1: PROTEZIONE DEL PASCOLO PERMANENTE NORMA 4.2: GESTIONE DELLE SUPERFICI RITIRATE DALLA PRODUZIONE NORMA 4.3: MANUTENZIONE DEGLI OLIVETI NORMA 4.4:MANTENIMENTO DEGLI ELEMENTI CARATTERISTICI DEL PAESAGGIO


Scaricare ppt "CONDIZIONALITA: INQUADRAMENTO GIURIDICO ARTEA - 16 Giugno 2005 Valentina Spinelli - RIFORMA DI MEDIO TERMINE DELLA PAC -"

Presentazioni simili


Annunci Google