La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lindagine sui viaggiatori alle frontiere Banca dItalia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lindagine sui viaggiatori alle frontiere Banca dItalia."— Transcript della presentazione:

1 Lindagine sui viaggiatori alle frontiere Banca dItalia

2 Contenuti Il turismo nel mondo La Banca dItalia e le statistiche del turismo Lindagine campionaria sul turismo internazionale La diffusione dei dati

3 Il turismo internazionale nel 2010 Ripresa del turismo mondiale (dopo la crisi del 2009): arrivi di turisti internazionali +6,7% FATTORI ESPANSIVI Recupero delle economie avanzate dalla grande crisi, diminuzione dei costi di trasporto, uso più efficiente dei canali distributivi: consolidamento di internet booking e low-cost. MINACCE Bassa crescita economica e disoccupazione nei paesi occidentali, con previsioni di austerità, disastri naturali (es.: vulcano Eyafjallajokull), variabilità accentuata dei prezzi dei carburanti. PROFILI DI CONSUMO Crescita del turismo auto-organizzato. I paesi emergenti guidano la crescita del turismo; i paesi avanzati perdono quote Diminuzione della durata media del viaggio internazionale Fonte: Organizzazione Mondiale del Turismo

4 Arrivi 2008 : Spesa 2010 : Andamenti di lungo periodo Arrivi (milioni) e spese (miliardi di US $) dei turisti internazionali nel mondo Fonte: Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) LUNWTO ha previsto un tasso di crescita medio annuo degli arrivi di turisti internazionali del 4,1% fino al 2020 Tassi di crescita medi annuali (Fonte UNWTO) (Fonte UNWTO)Arrivi 2010/09+ 6,7 % 2011/10+ 4/5 %(stima) ,0 % Spesa (miliardi di dollari) Crescita media annua : 7,6%

5 Flussi incoming Il contesto mondiale Entrate valutarie turistiche nel 2009* Primi dieci paesi di destinazione - miliardi di $ Fonte: Organizzazione Mondiale del Turismo (2010) Share = 4,7% A metà degli anni 90, lItalia deteneva una quota di mercato delle entrate pari a circa il 7 per cento del totale

6 La Banca dItalia e le statistiche del turismo

7 Le statistiche in Banca dItalia La Banca dItalia utilizza (domanda) e produce (offerta) una grande quantità di informazioni statistiche Domanda: le sue funzioni istituzionali richiedono un patrimonio informativo-statistico esteso e di elevata qualità (completo, affidabile, tempestivamente aggiornato), per guidare i processi decisionali Offerta: per i fini interni e, in misura sempre maggiore, per le autorità nazionali e gli organismi internazionali, per la collettività in generale, la BdI rende pubblica una vasta parte del proprio patrimonio statistico. La raccolta, produzione e pubblicazione di informazioni statistiche è quindi una delle funzioni essenziali della Banca d'Italia, che si fonda su disposizioni legislative italiane, Regolamenti UE e della Banca centrale europea Aree tematiche – Statistiche macro e micro: Statistiche monetarie, creditizie e finanziarie Indagini campionarie presso le famiglie e le imprese Statistiche sui rapporti con lestero: la bilancia dei pagamenti

8 La bilancia dei pagamenti Tipica funzione di una Banca CentraleTipica funzione di una Banca Centrale Si raccorda con la Contabilità NazionaleSi raccorda con la Contabilità Nazionale Contribuisce alle statistiche macroeconomiche UEContribuisce alle statistiche macroeconomiche UE Contribuisce alla Bilancia dei Pagamenti dellarea euro, utilizzata per la politica monetariaContribuisce alla Bilancia dei Pagamenti dellarea euro, utilizzata per la politica monetaria TRASPORTI VIAGGI ALTRI SERVIZI CONTO CAPITALE CONTO FINANZIARIO Transazioni economiche internazionali

9 Le statistiche del turismo Le statistiche del turismo Hanno come target unattività economica atipica: Fenomeno trasversale, definito dalla domanda (consumatori- viaggiatori) piuttosto che dalla offerta (industria): consumo di prodotti di molte industrie eterogenee. Elevato numero di attori coinvolti (viaggiatori+imprese) Industria market-oriented Difficoltà di rilevazione statistica e Forte richiesta di informazioni dagli utenti Molteplicità dei punti di vista statistici, complementari, ma che in parte si sovrappongono: Bilancia dei pagamenti (IMF): focus sulla spesa, ottica macro, ottica micro Statistiche del turismo pure (UNWTO): arrivi, presenze, offerta, ottica micro Conto satellite del turismo (UNWTO): impatto economico, ottica macro

10 Il sistema delle statistiche del turismo in Italia ISTAT REGIONI Dipartimento per lo Sviluppo e la Competitività del Turismo PROVINCE Enti sub-provinciali : Apt, Ept, altri Apt Regionali Uffici Statistici Regionali Apt Provinciali Uffici Statistici Provinciali CISIS Conferenza Permanente Stato/Regioni Elaborazione Banca dItalia su: Direzione Generale Turismo, Enit, Istat, UIC, National Policies for Tourism Statistics in Italy, (OCSE, 2002) OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO ISTITUZIONI PRIVATE - ISNART (Camere di Commercio) - CISET (Università di Venezia) - Touring Club Italiano - Associazioni di categoria (Federalberghi, Federturismo, FAITA, FIAVET, FIPE, AICA, ASTOI) - Mercury, Trademark- Sociometrica… - ALTRI

11 Alcuni problemi delle statistiche del turismo Obiettivi e metodi differenti nelle rilevazioni delle statistiche ufficiali Quali sono i dati giusti? Eccessiva parcellizzazione di fonti, non tutte trasparenti e di buona qualità I dati delle fonti non sono completamente confrontabili per i segmenti turistici comuni rilevati; divergenze nei risultati congiunturali Scarsità di studi scientifici di alto livello Predilezione di una lettura del turismo sociologica e non di impatto economico Mancanza del Conto Satellite del Turismo

12 Il Conto satellite del turismo (CST) Un conto satellite misura la dimensione dei settori economici non identificati come industrie nei conti nazionali Il CST è lo strumento per la rappresentazione del settore turistico dal lato della domanda e delloffertaIl CST è lo strumento per la rappresentazione del settore turistico dal lato della domanda e dellofferta

13 Il Conto satellite del turismo Richiede lutilizzo di un ampio set di statistiche provenienti da più fonti Richiede lutilizzo di un ampio set di statistiche provenienti da più fonti Le metodologie sono standardizzate a livello internazionale Le metodologie sono standardizzate a livello internazionale Si articola in 10 tavole Si articola in 10 tavole Istat, Banca dItalia e CISET hanno costituito un gruppo di lavoro finalizzato alla compilazione di un CST per lItalia entro giugno 2012

14 Lindagine campionaria sul turismo internazionale

15 La dimensione economica del turismo Il concetto di spesa turistica internazionale Consumo totale di beni e servizi del viaggiatore nel paese visitato (alloggio, pasti, intrattenimenti, souvenir, regali, altri articoli per uso personale, ecc.) Motivi personali + motivi di lavoro Motivi personali + motivi di lavoro Spesa prepagata + spesa a destinazione Spesa prepagata + spesa a destinazione Eescluso il trasporto internazionale Eescluso il trasporto internazionale Definizione del Fondo Monetario Internazionale

16 Le fonti della bilancia turistica Il sistema di raccolta fino al 1995 era basato sulle segnalazioni di acquisto e vendita di banconote in valuta estera delle banche Problemi Problemi imprecisa allocazione degli items di spesa imprecisa allocazione degli items di spesa sottostima dei flussi lordi sottostima dei flussi lordi mancanza di dettaglio informativo (motivo del viaggio, alloggio, ecc.) mancanza di dettaglio informativo (motivo del viaggio, alloggio, ecc.) imprecisa allocazione geografica imprecisa allocazione geografica NON ADATTO NEL CONTESTO DELLA MONETA UNICA* NON ADATTO NEL CONTESTO DELLA MONETA UNICA* * nel 2009 circa il 63% delle entrate in Italia e il 51% delle uscite dallItalia * nel 2009 circa il 63% delle entrate in Italia e il 51% delle uscite dallItalia hanno riguardato paesi dellarea euro) hanno riguardato paesi dellarea euro)

17 Le fonti della bilancia turistica Nel 1996 lUfficio italiano dei Cambi * iniziò a condurre unestesa indagine sul turismo internazionale in un campione di punti di frontiera Obiettivi Obiettivi Migliorare la qualità delle statistiche di bilancia dei pagamenti e laderenza agli standard internazionali (FMI, BCE, Eurostat, WTO, ecc.) Migliorare la qualità delle statistiche di bilancia dei pagamenti e laderenza agli standard internazionali (FMI, BCE, Eurostat, WTO, ecc.) Soddisfare la richiesta degli utenti (governo, operatori, ricercatori) per informazioni più accurate, tempestive e dettagliate: Soddisfare la richiesta degli utenti (governo, operatori, ricercatori) per informazioni più accurate, tempestive e dettagliate: l misurazione del sommerso l numero e caratteristiche dei visitatori l caratteristiche del viaggio l modalità di pagamento l soddisfazione dei viaggiatori l... * Ente confluito dal nella Banca dItalia

18 Metodi Gli obiettivi guidano la scelta dei metodi Per determinare la spesa dei viaggiatori internazionali è necessario chiedere informazioni ai viaggiatori stessi o a chi ha fornito i beni e servizi acquistati. Non è possibile contattare tutti i viaggiatori (censimento), perché sono circa 130 milioni lanno e perché è ignota la lista degli stranieri che visitano lItalia (più di 70 milioni lanno). Non è nemmeno possibile chiedere ai fornitori di beni e servizi quanto del loro fatturato sia imputabile a viaggiatori stranieri (linformazione generalmente non viene rilevata). Soluzione: contattare un campione di viaggiatori internazionali (indagine campionaria alle frontiere)

19 interviste annuali operazioni di conteggio in 80 punti di frontiera con più di 200 intervistatori Banca dItalia (committente) - progettazione dellimpianto metodologico generale - supervisione - elaborazione, analisi e pubblicazione dei risultati PRAGMA - DOXA - selezione, training e gestione degli intervistatori - conduzione delle interviste e dei conteggi - cleaning, espansione e verifica dei dati campionari Lindagine campionaria alle frontiere Dimensione e organizzazione

20 La popolazione Composizione dei flussi per tipo di frontiera 2010 migliaia di viaggiatori Fonte: Banca dItalia

21 Metodologia dellindagine Disegno campionario stratificato a due stadi Variabili di stratificazione e relativi livelli

22 Punti di frontiera italiani più rappresentativi, INIZIALMENTE secondo dati ISTAT sui movimenti di persone alle frontiere IN SEGUITO sulla base di dati dellindagine stessa, di dati ISTAT ed ENAC Metodologia dellindagine Selezione dei punti di frontiera Integrazione con altre fonti Utilizzo di dati amministrativi sui flussi turistici, forniti da società di gestione di aeroporti, porti, ferrovie e trafori stradali

23 Fonti amministrative di dati La conoscenza della numerosità della popolazione costituisce lelemento portante del passaggio dal campione alla popolazione. La Banca dItalia ottiene dati sui flussi totali MENSILI di viaggiatori internazionali per i diversi tipi di frontiera dai seguenti enti, ritenuti affidabili e che garantiscono la puntualità della fornitura di dati: I dati non distinguono lo stato di residenza del viaggiatore Tipo frontieraEnte FerrovieTrenitalia AeroportiSocietà di gestione aeroporti; ENAC PortiSocietà di gestione dei porti; Capitanerie di porto Strade*Società di gestione dei Trafori * Dati disponibili solo per i trafori del Monte Bianco e del Frejus

24 Ad ogni punto di frontiera si effettuano due operazioni distinte CONTEGGIO QUALIFICATO misura la dimensione delluniverso di riferimento (numero di viaggiatori) e la sua composizione per stato di residenza (stranieri) o visitato (italiani) INTERVISTA consente la disaggregazione delluniverso (caratteristiche del viaggio, del viaggiatore, ecc.) e misura la spesa ed il numero di pernottamenti Operazioni campionarie

25 Strada: rilevazione delle nazionalità e del numero dei passeggeri nei veicoli Altre frontiere: breve intervista ai viaggiatori Operazioni campionarie Conteggi qualificati

26 Al punto di frontiera il rilevatore, senza fermare il veicolo ed effettuando una conta sistematica conta il numero dei veicoli conta il numero delle persone dentro al veicolo identifica il tipo di veicolo annota la nazionalità della targa Conteggi qualificati Strade I dati sono registrati su uno specifico modulo

27 Il rilevatore sale sul treno 1) Nel tratto fra le due stazioni prima e dopo la frontiera, conta tutte le persone nel treno 2) In tutta la tratta selezionata, il rilevatore effettua la qualifica dei viaggiatori con una conta qualificata: – identifica la residenza dei passeggeri rilevati – annota la stazione di partenza e di arrivo dei passeggeri (per evitare di qualificare passeggeri non internazionali) Conteggi qualificati Ferrovie

28 Partenze Il rilevatore è assegnato a gruppi di voli entro una data fascia oraria. Le operazioni di conteggi vengono effettuate allimbarco (gates). Il rilevatore seleziona casualmente (conta sistematica) un passeggero e ne rileva: – la residenza – se è in transito Il numero totale di passeggeri è fornito dalle autorità aeroportuali Conteggi qualificati Aeroporti

29 Arrivi Si conduce il conteggio qualificato in un punto in cui nessun passeggero può essere escluso a priori dal conteggio. Contando sistematicamente, il rilevatore annota la residenza dei passeggeri la residenza dei passeggeri se il passeggero è in transito se il passeggero è in transito laeroporto di origine laeroporto di origine Non è possibile separare i passeggeri di voli differenti PICCOLI AEROPORTI I passeggeri possono essere identificati in base al volo Si conduce il conteggio qualificato nel punto più vicino allo sbarco Contando sistematicamente, il rilevatore annota – la residenza dei passeggeri – se il passeggero è in transito Conteggi qualificati Aeroporti GRANDI AEROPORTI

30 Loperazione si svolge solo alle partenze 1. Tutti i veicoli imbarcati vengono conteggiati. Il rilevatore contatta il conducente del veicolo e annota il numero di persone che si imbarcano e la loro residenza 2. Contando sistematicamente, tutti i passeggeri che si imbarcano senza veicolo al seguito vengono qualificati, chiedendo loro la residenza. In entrambi i casi, quando viene qualificato un passeggero italiano, gli viene chiesto quante notti passerà allestero. Linformazione è necessaria per stimare la distribuzione dei ritorni in Italia, perché non si effettuano conteggi agli arrivi. Conteggi qualificati Porti

31 I viaggiatori vengono fermati presso le frontiere e sottoposti a unintervista face-to-face Viene usato un questionario strutturato Le interviste avvengono alla fine del viaggio, ossia quando il viaggiatore fa ritorno al suo stato di residenza: in questo modo –si misura la spesa effettiva –si riduce il problema del ricordo La durata media dellintervista è di 7-8 minuti Il numero di interviste da condurre in un dato turno di rilevazione è preassegnato Interviste Operazioni campionarie Interviste A partire da febbraio 2004, le interviste in alcuni valichi stradali sono condotte con lausilio delle forze dellordine, che agevolano il lavoro dei rilevatori

32 Interviste Operazioni campionarie Interviste Spesa turistica Numero di viaggiatori Pernottamenti Attributi di classificazione Destinazioni e provenienze dei viaggiatori Motivi del viaggio Mezzo di trasporto e tipo di alloggio utilizzato Sesso, classe di età e professione dei viaggiatori Mezzi di pagamento Dettaglio delle spese sostenute Opinioni sul paese visitato Variabili quantitative Che cosa si rileva

33 La diffusione dei dati

34 Informazioni analitiche dallindagine Banca dItalia STATISTICHE STATISTICHE DEI RAPPORTI CON LESTERO TURISMO INTERNAZIONALE ALTRE STATISTICHE Più di 100 tavole con serie storiche e dati cross-section


Scaricare ppt "Lindagine sui viaggiatori alle frontiere Banca dItalia."

Presentazioni simili


Annunci Google