La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Materiale tratto da: E. Saltari, G. Travaglini (2009) Leconomia Italiana del Nuovo Millennio, Carocci Editore. MACROECONOMIA Anno accademico 2010-2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Materiale tratto da: E. Saltari, G. Travaglini (2009) Leconomia Italiana del Nuovo Millennio, Carocci Editore. MACROECONOMIA Anno accademico 2010-2011."— Transcript della presentazione:

1 Materiale tratto da: E. Saltari, G. Travaglini (2009) Leconomia Italiana del Nuovo Millennio, Carocci Editore. MACROECONOMIA Anno accademico Leconomia italiana Il lato della domanda

2 I consumi delle famiglie nel 2007 la spesa effettuata dalle famiglie per fini di consumo ha rappresentato quasi il 60% della domanda aggregata. Metà sono consumi di beni: beni non durevoli (60%), il cui consumo avviene cioè immediatamente dopo lacquisto (come i generi alimentari), semidurevoli(20%), il cui consumo avviene entro un anno dallacquisto (come il vestiario), e beni durevoli (20%), che hanno invece durata pluriennale (è il caso degli autoveicoli) Metà sono consumi di servizi (come quelli relativi alle comunicazioni, alla cultura, alla sanità e al turismo).

3 Consumi delle famiglie, reddito disponibile e risparmio. Fonte: elaborazione su dati Ameco

4 La propensione al risparmio delle famiglie. Fonte: elaborazione su dati Ameco

5 Investimenti delle imprese I beni di investimento o beni capitali sono i beni acquistati dalle imprese al fine di impiegarli nel processo produttivo per un periodo superiore allanno. Questultima caratteristica è ciò che li distingue dai beni intermedi, la cui durata è quindi inferiore allanno. Nel 2007 gli investimenti effettuati dalle imprese hanno rappresentato una quota della domanda aggregata pari a circa un terzo di quella per consumi, ovvero di poco superiore al 20%.

6 in Italia nel 2007 lammortamento rappresentava oltre i tre quarti del totale dellinvestimento lordo, mentre ovviamente la quota corrispondente dellinvestimento netto si situa un po sotto un quarto. Le componenti dellinvestimento sono sostanzialmente quattro: 1) le costruzioni, che rappresentano la parte di gran lunga prevalente con oltre il 50% dellinvestimento lordo totale; 2) le macchine e le attrezzature, che costituiscono circa un terzo dellinvestimento totale; 3) i mezzi di trasporto, che danno conto del 10%; 4) linvestimento in beni immateriali (come i brevetti), che rappresentano il residuo 5%.

7 Gli scambi con lestero Gli scambi con lestero rappresentano linsieme delle transazioni che avvengono tra i residenti e i non residenti di una data economia – dove per residente si intende chi ha il proprio centro di interessi in modo non temporaneo nelleconomia considerata. Gli scambi possono avere natura reale – riguardare cioè beni, servizi o redditi oltre che i trasferimenti unilaterali – oppure finanziaria, nel senso che hanno per oggetto le attività o le passività finanziarie. Le transazioni reali trovano registrazione nel conto corrente, quelle finanziarie nel conto finanziario. Il conto corrente e quello finanziario costituiscono insieme il prospetto contabile noto come bilancia dei pagamenti.

8 Esportazioni nette di beni servizi e conto corrente in % del PIL. Fonte: elaborazioni su dati ISTAT e Banca dItalia

9 Il segno negativo del saldo di conto corrente implica che i redditi da lavoro (ad esempio i salari pagati ai lavoratori non residenti) e da capitale (come quelli connessi ai pagamenti dovuti alla detenzione di titoli italiani da parte di operatori esteri) pagati dai residenti ai non residenti superano quelli che vanno nella direzione opposta. Ciò è dovuto in particolare ai rendimenti pagati sulle attività finanziarie detenute allestero; si tenga conto a questo proposito che circa metà del debito pubblico italiano, e quindi dei relativi titoli pubblici come BOT e BTP, è detenuto da operatori esteri.


Scaricare ppt "Materiale tratto da: E. Saltari, G. Travaglini (2009) Leconomia Italiana del Nuovo Millennio, Carocci Editore. MACROECONOMIA Anno accademico 2010-2011."

Presentazioni simili


Annunci Google