La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 3 Le grandezze macroeconomiche: PIL, bilancia dei pagamenti e contabilità nazionale Corso di Macroeconomia Prof. Andrea Fumagalli, Università di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 3 Le grandezze macroeconomiche: PIL, bilancia dei pagamenti e contabilità nazionale Corso di Macroeconomia Prof. Andrea Fumagalli, Università di."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 3 Le grandezze macroeconomiche: PIL, bilancia dei pagamenti e contabilità nazionale Corso di Macroeconomia Prof. Andrea Fumagalli, Università di Pavia

2 PIL e contabilità nazionale2 Outline Il PIL e le sue definizioni Cenni di contabilità nazionale La bilancia dei pagamenti Pil e altri indici

3 PIL e contabilità nazionale3 PIL, REDDITO E SPESA PIL = valore di mercato di tutti i beni e servizi finali prodotti in un paese in un dato periodo di tempo

4 PIL e contabilità nazionale4 Definizione PIL Valore di mercato = valutato ai prezzi di mercato correnti Tutti i beni e servizi = esclusi quelli non registrati, che non passano dal mercato (illegali, nero,lavoro domestico) Finali= sono esclusi i beni intermedi, doppia contabilità Prodotti, non scambiati In un paese = indipendentemente dal fatto che li produca risieda o no in quel paese Dato periodo di tempo = grandezza flusso, non stock

5 PIL e contabilità nazionale5 Qual è il PIL di questa economia?

6 PIL e contabilità nazionale6

7 7 METODI DI CALCOLO DEL PIL Il metodo del valore aggiunto = valore della produzione al netto del valore dei beni intermedi utilizzati nella produzione Il metodo del reddito = somma dei redditi = salari + profitti Il metodo della spesa = spesa per beni finali = valore di mercato dei beni finali

8 PIL e contabilità nazionale8 Un altro tipo di reddito: la rendita. Assumiamo il mugnaio debba affittare il mulino, pagando 5

9 PIL e contabilità nazionale9 MugnaioFornaio Famiglie 40 salari 40 profitti 10 rendite 10 spesa farina 100 sp. pane 40 sp. farina 10 salari 35 profitti 5 rendite Spesa =[Farina (consumi)+Pane]= =140 Reddito=[Salari+Profitti+Rendite]=(10+40)+(35+40)+(10+5)=140 Prodotto=Valore Aggiunto=(50)+(100-10)=140

10 PIL e contabilità nazionale10 Capitale ed investimento. Assumiamo lesistenza di un costruttore che produce beni dinvestimento per il mugnaio ed il fornaio

11 PIL e contabilità nazionale11

12 PIL e contabilità nazionale12 Economia aperta. Apriamo adesso leconomia allo scambio con lestero: - il costruttore importa beni intermedi per 10; - il fornaio esporta pane per 15.

13 PIL e contabilità nazionale13 MugnaioFornaio Famiglie 40 salari 40 profitti 10 rendite 10 spesa farina 85 sp. pane 40 sp. farina 10 salari 35 profitti 5 rendite Reddito=[Salari+Profitti+Rendite]=( )+(35+40)+(10+5)=170 Prodotto=Valore Aggiunto=(50)+( )+(40-10)=170 Spesa =[Consumi+Investimenti+Esportazioni Nette]= (15-10)=170 Costruttore 25 investimenti 15 investimenti 30 salari Bilancio imprese Bilancio famiglie Bilancia commerciale Entrate Uscite Saldo I 40 S 45 NX 5 Estero 10 importazioni 15 esportazioni S=I+NX 45=40+5

14 PIL e contabilità nazionale14 Settore pubblico. Infine, per complicare ancora un po il grafico, introduciamo il settore pubblico. - la PA incassa 20 di gettito dimposta dalle famiglie; - la PA spende 40 di spesa pubblica per investimenti (spesa in conto capitale).

15 PIL e contabilità nazionale15 MugnaioFornaio Famiglie 40 salari 40 profitti 10 rendite 10 spesa farina 85 spesa 40 spesa 10 salari 35 profitti 5 rendite Reddito=[Salari+Profitti+Rendite]=( )+( )+(10+5)=200 Prodotto=Valore Aggiunto=(50)+( )+( )=200 Spesa =[Consumi+Invest.+Esport. Nette+Spesa Pubblica]= (15-20)+40=200 Costruttore 25 investimenti 15 investimenti 50 salari 10 profitti Bilancio imprese Bilancio famiglie Bilancia commerciale Bilancio pubblico Entrate Uscite Saldo I = 40 S = 55 NX = - 5 D = 20 Estero 20 importazioni 15 esportazioni S=I+NX+D 55= P.A. 20 imposte 40 spesa pubblica

16 PIL e contabilità nazionale16 FamiglieImprese Pubblica Amministrazione MERCATI FINANZIARI MERCATI BENI E SERVIZI MERCATI DEI FATTORI Redditi Salari, profitti, rendite Risparmio privato Trasferimenti Imposte Disavanzo pubblico Finanziamenti Investimenti Fatturato delle imprese Consumo Spesa pubblica per beni e servizi Settore estero Esportazioni Importazioni Investimenti allestero Investimenti dallestero Sussidi

17 PIL e contabilità nazionale17 CENNI DI CONTABILITA NAZIONALE

18 PIL e contabilità nazionale18 Identità di contabilità nazionale Dal Pil misurato con metodo della spesa: PIL = C + I + G + NX dove NX = X – Z = importazioni nette

19 PIL e contabilità nazionale19 Dalla spesa al reddito Se ipotizziamo che tutti i profitti siano distribuiti alle famiglie, il redito disponibile per le famiglie è dato da PIL D = PIL + TR – T Il reddito disponibile è o consumato o risparmiato C + S = PIL D = PIL + TR – T C = PIL D - S = PIL + TR – T - S Sostituendo la definizione del consumo dalla formula del PIL calcolato col metodo della spesa C = PIL - I - G – NX si ottiene PIL - I - G – NX = PIL D - S = PIL + TR – T - S

20 PIL e contabilità nazionale20 Dalla spesa al reddito PIL - I - G – NX = PIL + TR – T - S Da cui S = I + (G +TR – T) + NX Dove G +TR – T = disavanzo di bilancio NX = avanzo delle partite correnti Il risparmio privato è uguale a: (i) gli investimenti privati + (ii) il disavanzo pubblico + le esportazioni nette.

21 PIL e contabilità nazionale21 Equivalentemente S + (T -TR – G) = I + NX Dove T -TR + G = avanzo di bilancio NX = avanzo delle partite correnti Il risparmio privato e quello pubblico uguaglia- no: gli investimenti privati e le esportazioni nette

22 PIL e contabilità nazionale22

23 PIL e contabilità nazionale23 Sempre manipolando, troviamo il conto economico delle risorse e degli impieghi PIL = C + I + G + NX Risorse = PIL + Z = = Impieghi = C + I + G + X

24 PIL e contabilità nazionale24

25 PIL e contabilità nazionale25

26 PIL e contabilità nazionale26 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

27 PIL e contabilità nazionale27 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI La BP registra il valore di tutte le transazioni con gli altri paesi BP Il Conto corrente (o Bilancia delle partite correnti) Bilancia commerciale (NX) Bilancia delle partite invisibili (servizi, redditi/pagamenti derivanti da investimenti finanziari con lestero, rimesse) Il Conto capitale e finanziario (o Bilancia dei movimenti di capitale) (BK) Accumulazione di attività/passività estere (FDI, investimenti finanziari) Errori ed omissioni

28 PIL e contabilità nazionale28 Fonte: Banca dItalia

29 PIL e contabilità nazionale29 Ricorda S + (T -TR – G) = I + NX Il risparmio privato e quello pubblico uguagliano: gli investimenti privati + le esportazioni nette Quindi S pr + S pu – I = S tot - I = NX Ma risparmio meno investimento determinano anche la variazione della ricchezza netta del paese, cioè i flussi di attività de e per lestero => Quindi equivale alla BK S tot – I = BK = NX Ne deriva che per definizione BP = 0

30 PIL e contabilità nazionale30 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI La BP è una normale conto economico del paese in partita doppia Ogni transazione viene quindi registrata due volte, da cui come nella normale contabilità dimpresa, risulta il pareggio della BP

31 PIL e contabilità nazionale31 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI Il segno con cui le varie partite entrano nella BP è sempre il segno dei movimenti di denaro corrispondenti Se quella partita causa un afflusso di denaro allora si registra con segno +, (e lafflusso di denaro corrispondente con segno -) Viceversa se quella partita causa un deflusso di denaro allora si registra con segno -, (e lafflusso di denaro corrispondente con segno +)

32 PIL e contabilità nazionale32 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI BK Un aumento di passività (vendita di titoli nazionali allestero) o diminuzione di attività (vendita di titoli esteri allestero) si registra col segno + nella BK, perché si genera un flusso di denaro in entrata. Si noti che contestualmente lafflusso di denaro in entrata è registrato col segno -, nellaltra colonna della BK Una diminuzione di passività (acquisto di titoli nazionali dallestero) o aumento di attività (acquisto di titoli esteri dallestero) si registra col segno - nella BK, perché si genera un flusso di denaro in uscita. Si noti che contestualmente lafflusso di denaro in uscita è registrato col segno +, nellaltra colonna della BK Si noti che BK > 0 implica una diminuzione delle attività nette sullestero (siano titoli o moneta (= passività della banca centrale))

33 PIL e contabilità nazionale33 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI BPC Le esportazioni si registrano col segno +, perché si genera un flusso di denaro in entrata. Si noti che contestualmente lafflusso di denaro in entrata è registrato col segno - nella BK Le importazioni si registrano col segno -, perché si genera un flusso di denaro in uscita. Si noti che contestualmente lafflusso di denaro in uscita è registrato col segno + nella BK

34 PIL e contabilità nazionale34 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI BP = 0 Però i flussi di denaro non è detto che si compensino, anzi in generale non lo faranno Questo determinerà una variazione della quantità di valuta estera nel paese Ossia una variazione delle riserve ufficiali Per evidenziare questa importante voce la BP è spesso formulata in questo modo BP = NX + BK = 0 NX = RU + ANE Dove ANE = variazione attività nette sullestero (sul libro NX + BP = RU, leggermente impreciso => da intendersi BP = - ANE )

35 PIL e contabilità nazionale35 LA BILANCIA DEI PAGAMENTI Infatti NX = RU + ANE Se NX > 0 => S – I – (G - T) > 0, quindi RU + ANE > 0 Se NX S – I – (G - T) < 0, quindi RU + ANE < 0

36 PIL e contabilità nazionale36 IL GRADO DI APERTURA Una misura comune del grado di apertura di un economia è il seguente rapporto GA = (X + Z) / PIL Può questo rapporto essere maggiore di 1?

37 PIL e contabilità nazionale37

38 PIL e contabilità nazionale38 IL GRADO DI APERTURA Può questo rapporto essere maggiore di 1? Sì È possibile che le esportazioni eccedano la produzione, cioè il PIL? (vedremo)

39 PIL e contabilità nazionale39 Bilancia delle partite correnti ( ) Fonte: Ocse, Factbook, 2007 in % del PIL

40 PIL e contabilità nazionale40 Ancora contabilità Prodotto nazionale lordo PNL = PIL + redditi netti dallestero Perché lordo? Valore al lordo degli ammortamenti, cioè delle spese necessarie a reintegrare il capitale logorato PNN = PNL – ammortamenti Infine per definire il reddito nazionale lordo dobbiamo tener conto delle imposte indirette RNL = PNL – imposte dirette + contributi alla produzione

41 PIL e contabilità nazionale41 Il PIL è davvero così importante? Come indicatore di benessere meglio usare il PIL pro-capite Nei confronti fra paesi, calcolato a parità dei poteri dacquisto

42 PIL e contabilità nazionale42

43 PIL e contabilità nazionale43 Il PIL misura tutto il reddito prodotto? ECONOMIA SOMMERSA

44 PIL e contabilità nazionale44

45 PIL e contabilità nazionale45

46 PIL e contabilità nazionale46 Fonte: Istat

47 PIL e contabilità nazionale47 Fonte: C. Lucifora, Economia sommersa e lavoro nero, Bologna, Il Mulino, 2003

48 PIL e contabilità nazionale48 Il PIL è una buona misura del benessere di una nazione? Indice di sviluppo umano Reddito, distribuzione e disuguaglianza

49 PIL e contabilità nazionale49

50 PIL e contabilità nazionale50

51 PIL e contabilità nazionale51 Fonte: Ocse, Factbook, 2008 INDICE DI GINI


Scaricare ppt "Lezione 3 Le grandezze macroeconomiche: PIL, bilancia dei pagamenti e contabilità nazionale Corso di Macroeconomia Prof. Andrea Fumagalli, Università di."

Presentazioni simili


Annunci Google