La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La normativa dellinquinamento acustico e il ruolo di ARPA Lombardia Gorgonzola – febbraio 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La normativa dellinquinamento acustico e il ruolo di ARPA Lombardia Gorgonzola – febbraio 2013."— Transcript della presentazione:

1 La normativa dellinquinamento acustico e il ruolo di ARPA Lombardia Gorgonzola – febbraio 2013

2 Normativa Nazionale limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nellambiente esterno)D.P.C.M limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nellambiente esterno) tutela dellambiente esterno e dellambiente abitativo dallinquinamento acusticoLegge Quadro n°447/95 tutela dellambiente esterno e dellambiente abitativo dallinquinamento acustico valori limiti assoluti di immissioneDPCM : valori limiti assoluti di immissione tecniche di rilevamento e di misurazione dellinquinamento acusticoDM : tecniche di rilevamento e di misurazione dellinquinamento acustico

3 Definizioni principali contenute nella LQ 447/95 Valori limite di emissione: Valori limite di emissione: valore massimo di rumore che può essere emesso da una sorgente, misurato in prossimità della stessa Valori limite di immissione Valori limite di immissione: il valore massimo di rumore che può essere immesso da una o più sorgenti sonore nellambiente abitativo e nellambiente esterno, misurato i prossimità dei recettori Valori di attenzione Valori di attenzione: il valore di rumore che segnala la presenza di un potenziale rischio per la salute umana o per lambiente

4 Normativa Regionale Legge Regionale n° 13 del 2001Legge Regionale n° 13 del 2001 D.G.R. VII/8313 del modalità e criteri di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione previsionale di clima acusticoD.G.R. VII/8313 del modalità e criteri di redazione della documentazione di previsione di impatto acustico e di valutazione previsionale di clima acustico D.G.R. VII/9776 del criteri tecnici per la predisposizione della classificazione acustica del territorio comunaleD.G.R. VII/9776 del criteri tecnici per la predisposizione della classificazione acustica del territorio comunale

5 Compiti dei comuni Classificazione del territorio comunale; Coordinamento degli strumenti urbanistici con la classificazione; Adozione dei piani di risanamento, conseguenti alla zonizzazione, Controllo del rispetto della normativa allatto del rilascio di concessioni, agibilità, abitabilità; Adozione di regolamenti di attuazione della normativa statale e regionale; Rilevazione e controllo delle emissioni sonore dei veicoli;

6 I limiti di Zona DPCM 01/03/1991 di Classe DPCM 14/11/1997 emissione - immissione - differenziale Cosa manca? imbarcazioni, allarmi acustici, metropolitane interrate, funicolari, criteri di progettazione… Decreti attuativi della L.Q. interno discoteche aeroporti ferroviestrade attività motoristiche R.A.P.

7 Le valutazioni previsionali Impatto infrastrutture pubblici esercizi impianti sportivi attività produttive Clima scuole ospedali parchi nuove residenze

8 Piano di Classificazione Acustica: DPCM , L.R. 13/01 e DGR 9776/02 Classi di destinazione duso del territorio Diurno ( ) Notturno ( ) I – Aree particolarmente protette5040 II – Aree prevalentemente residenziali5545 III – Aree di tipo misto6050 IV – Aree di intensa attività umana6555 V – Aree prevalentemente industriali7060 VI – Aree esclusivamente industriali70 TABELLA C – VALORI LIMITE DI IMMISSIONE ( EMISSIONE -5 DB/QUALITÀ – 3DB)

9 L'obiettivo è prevenire e pianificare Non è solo fotografia ma è anche previsione Deve essere adottata, approvata, attuata ed aggiornata Deve coordinarsi con gli altri strumenti di pianificazione Piano di Classificazione Acustica

10 Salto di classe Fasce cuscinetto Frammentazione Infrastrutture Confine Incoerenza Piano di Classificazione Acustica attenzione a…

11 IV VI III I II V

12 il limite di immissione differenziale Ambientale Residuo 5 dB(A) 3 dB(A)

13 il limite di immissione differenziale 13 L R - Livello di rumore Residuo è il livello di rumore esistente in assenza delle sorgenti disturbanti L A - Livello di rumore Ambientale è il livello di rumore esistente in presenza delle sorgenti disturbanti L A e L R devono essere misurate con le identiche modalità L D = L A – L R

14 NO: <50 dB(A) <35 dB(A) diurno; <40 dB(A) <25 dB(A) notturno NO: infrastrutture; sorgenti non afferenti ad attività produttive; impianti condominiali allinterno delledificio NO: in aree di Classe VI NO: ciclo continuo esistente

15 Infrastrutture: fasce di pertinenza esistente e in progetto responsabilità del gestore

16 16 Il passaggio dei treni

17 17 La misura di un macchinario a compressione

18 18 La ricerca degli eventi impulsivi Impulse – 35ms Fast – 125 ms Slow – 1000 ms

19 19 La misura di un condizionatore

20 20 La misura di un condizionatore

21 21 La ricerca delle componenti tonali

22 22 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "La normativa dellinquinamento acustico e il ruolo di ARPA Lombardia Gorgonzola – febbraio 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google