La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RIFORMA DELLA SCUOLA SUPERIORE ISTITUTI PROFESSIONALI Gli Istituti Professionali fanno parte del secondo ciclo dell'istruzione secondaria superiore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RIFORMA DELLA SCUOLA SUPERIORE ISTITUTI PROFESSIONALI Gli Istituti Professionali fanno parte del secondo ciclo dell'istruzione secondaria superiore."— Transcript della presentazione:

1

2 LA RIFORMA DELLA SCUOLA SUPERIORE ISTITUTI PROFESSIONALI Gli Istituti Professionali fanno parte del secondo ciclo dell'istruzione secondaria superiore. Si suddividono in due ampi settori : Servizi Industria e Artigianato 1

3 All’interno del settore SERVIZI, l’Istituto ATESTINO – Sede staccata ex DUCA D’AOSTA – offre il seguente indirizzo: SERVIZI COMMERCIALI anche con opzione “Promozione commerciale e pubblicitaria” 2

4 STRUTTURA DEL PERCORSO Questo percorso è articolato nel modo seguente: Primo biennio: comprende il primo e il secondo anno Secondo biennio: comprende il terzo e il quarto anno Quinto anno 3

5 Nel primo biennio, nel secondo biennio e nel quinto anno sono previste MATERIE DI CARATTERE GENERALE, comuni a tutti gli indirizzi e tipi di scuole, e MATERIE DI INDIRIZZO, caratterizzanti l’indirizzo. 4

6 LE MATERIE DI CARATTERE GENERALE hanno l'obiettivo di fornire ai giovani la preparazione di base, che si ottiene attraverso il rafforzamento e lo sviluppo degli assi culturali che si ripropongono per tutti i 5 anni: la lingua italiana, la storia, la matematica, le scienze, l’inglese. 5

7 Materie di carattere generale dei Servizi Commerciali Ore annue I° biennioII° biennioQuinto anno 1°2°3°4°5° Lingua e letteratura italiana Lingua inglese33333 Storia22222 Matematica44333 Diritto ed economia22--- Scienze integrate (Scienze della terra e biologia) Scienze motorie o sportive Religione o attività alternative Ore totali

8 LE MATERIE DI INDIRIZZO, presenti in maniera consistente sin dal primo biennio, si fondano su metodologie laboratoriali che hanno l'obiettivo di far acquisire agli studenti competenze pratiche spendibili in vari contesti di vita e di lavoro. 7

9 A partire dal terzo anno LE MATERIE DI INDIRIZZO si differenziano ulteriormente, a seconda che l’allievo continui con l’indirizzo dei Servizi commerciali “classico” o con l’opzione “Promozione commerciale e pubblicitaria”. 8

10 Materie di indirizzo Servizi Commerciali Ore annue I° biennioII° biennioQuinto anno 1°2°3°4°5° Scienze integrate (Fisica) 2 Scienze integrate (Chimica) 2 Informatica e laboratorio 22 Tecniche professionali dei servizi commerciali Seconda lingua straniera (francese) Diritto / Economia444 Tecniche di comunicazione 222 Ore totali

11 Materie di indirizzo con opzione “Promozione commerciale e pubblicitaria” Ore annue I° biennioII° biennioV° anno 1°2°3°4°5° Scienze integrate (Fisica)2 Scienze integrate (Chimica)2 Storia dell’ Arte ed Espressioni grafico-artistiche 222 Tecniche professionali dei servizi commerciali 55 Tecniche professionali dei servizi commerciali pubblicitari 888 Informatica e laboratorio22 Seconda lingua straniera (francese)33222 Economia aziendale333 Tecniche di comunicazione222 Ore totali

12 E’ importante sottolineare che queste discipline di indirizzo che vengono proposte a seconda del percorso, non modificano il monteore settimanale che rimane di 32 ore. 11

13 E’ utile ricordare che, se è possibile dopo tre anni di frequenza ai CFP (centri di formazione professionale) iscriversi nella nostra scuola, è anche vero che in un istituto di ISTRUZIONE PROFESSIONALE come il nostro, la preparazione degli studenti è più completa ed approfondita rispetto a quella fornita dagli istituti di FORMAZIONE PROFESSIONALE. Inoltre, gli studenti che si iscrivono da noi in prima hanno la possibilità di continuare dopo la terza con la maggior parte degli insegnanti che li hanno seguiti i primi tre anni e sono inseriti in un sistema che già conoscono. 12

14 Alla fine del quinto anno sia gli studenti dell’indirizzo “classico” che quelli che hanno scelto l’opzione “pubblicitaria”, avranno un’adeguata competenza professionale specifica del settore, idonea:  all’inserimento diretto nel mondo del lavoro, anche attraverso pubblici concorsi;  al proseguimento degli studi nel sistema dell’istruzione e formazione tecnica superiore;  al proseguimento degli studi nei percorsi universitari. 13

15 PERCHE’ TUTTE QUESTE POSSIBILITÀ’? E’ importante vedere qual è il profilo di un diplomato in servizi commerciali, cioè quali sono le sue competenze in uscita. 14

16 PROFILO DEL DIPLOMATO IN SERVIZI COMMERCIALI Il diplomato dei servizi commerciali gestisce l’aspetto amministrativo contabile di un’azienda pubblica o privata di varia natura e dimensione, nonché l’attività di promozione delle vendite. E’ in grado di : predisporre tutta la documentazione gestionale e contrattuale necessaria per le attività commerciali come ad esempio: 15

17 MODELLO DI FATTURA 16

18 DOCUMENTO DI TRASPORTO 17

19 CONTRATTO DI VENDITA 18

20 utilizzare strumenti informatici e programmi applicativi (word-excel- powerpoint). 19

21 collaborare con le varie figure che, a livelli gerarchici diversi, operano all’interno di un’azienda, proponendo obiettivi, programmando e controllando i risultati. 20

22 curare i rapporti con i clienti, i rappresentanti, gli agenti. 21

23 occuparsi della gestione delle paghe, del trattamento di fine rapporto…. 22

24 grazie alla conoscenza di due lingue straniere e dei fondamenti della legislazione internazionale è in grado di lavorare anche in ambito internazionale 23

25 realizzare attività tipiche del settore turistico e funzionali all’organizzazione di servizi per la valorizzazione del territorio e per la promozione di eventi. 24

26 Sbocchi nel mondo del lavoro Gli sbocchi più idonei sono pertanto:  aziende pubbliche e private  studi professionali (notarili, commercialistici, di consulenza legale e del lavoro, fiscale e tributaria, commerciale e finanziaria)  istituti bancari ed assicurativi  i supermercati (impiego come responsabile di cassa)  proloco (Azienda Promozione Turistica)  hostess all’interno di fiere o congressi 25

27 PERCORSI POST-DIPLOMA o UNIVERSITARI Pubblici concorsi Facoltà di Economia e commercio Facoltà di Economia aziendale Facoltà di Scienze Bancarie Facoltà di Giurisprudenza Facoltà di Scienze politiche Facoltà di Matematica Facoltà di Ingegneria Facoltà di Informatica Facoltà di Lingue straniere Libero accesso a tutte le facoltà universitarie. 26

28 PROFILO DEL DIPLOMATO IN SERVIZI COMMERCIALI con opzione “Promozione commerciale e pubblicitaria” Gestisce l’aspetto amministrativo contabile di un’azienda pubblica o privata di varia natura e dimensione, nonché l’attività di promozione delle vendite, soprattutto a livello grafico riguardante la promozione dell’immagine aziendale. E’ in grado di : 27

29 contribuire alla realizzazione della gestione commerciale e degli adempimenti amministrativo-contabili ad essa connessi. 28

30 comunicare in due lingue straniere per una corretta utilizzazione della terminologia di settore. 29

31 contribuire alla realizzazione di siti aziendali dal logo alle pagine web. 30

32 realizzare immagini fotografiche e video per la promozione di aziende e prodotti. 31

33 progettare strumenti di comunicazione grafica aziendale. 32

34 utilizzare i linguaggi grafici di disegno manuale e tradurli con programmi di computer grafica. 33

35 progettare e realizzare prodotti pubblicitari cartacei e digitali. 34

36 organizzare eventi promozionali. 35

37 Sbocchi nel mondo del lavoro Gli sbocchi più idonei sono pertanto:  aziende pubbliche e private del comparto della progettazione o della comunicazione grafica  aziende che organizzano fiere o congressi. 36

38 PERCORSI POST-DIPLOMA o UNIVERSITARI Pubblici concorsi Facoltà dell’area grafica e del design Accademie Grafiche e Fotografiche Facoltà di lingue straniere Libero accesso a tutte le facoltà universitarie. 37

39  perché prevede molte ore di laboratorio;  perché prevede, a partire dal terzo anno, il progetto di alternanza scuola-lavoro, una collaborazione con le aziende del territorio, aziende dove gli allievi potranno mettere in pratica quanto appreso in classe e da cui ritorneranno muniti di un bagaglio di conoscenze e motivazioni più forti;  perché i ritmi di insegnamento-apprendimento sono più rispettosi della capacità reale di apprendimento degli allievi. PERCHE’ SCEGLIERE UN ISTITUTO PROFESSIONALE? 38

40 QUAL E’ L’ALLIEVO IDEALE PER QUESTO TIPO DI SCUOLA?  Hai un’intelligenza operativa?  Ti piace coniugare la teoria con la pratica?  Se scegli l’opzione pubblicitaria, ti piace il mondo della comunicazione e della pubblicità? Allora, questa è la tua scuola? 39

41 RISORSE DEL NOSTRO ISTITUTO 3 laboratori di informatica dotati di collegamento Internet e collegamento in rete con varie postazioni presenti in Istituto; 1 laboratorio di lingua con cuffia, microfono e registratore per ogni alunno e con video-monitor ogni 2 alunni; 40

42 4 laboratori scientifici: 2 laboratori di chimica, 2 laboratori di biologia, 1 biblioteca; 1 aula magna dotata di 120 posti a sedere; 1 servizio bar interno per studenti; 41

43 1 palestra dotata di spogliatoi con relativi servizi e docce. Sports praticati: atletica leggera, baseball, basket, calcetto, pallamano, pallavolo. Durante l’anno vengono effettuati tornei di calcetto e pallavolo tra le diverse classi dell’Istituto. 42

44 Inoltre, vicino all’Istituto, è stata costruita una specie di “Cittadella dello sport” con piscina, campi da tennis e campo comunale che facilita l’attivazione di corsi sportivi all’esterno della scuola. Nel campo comunale, ad esempio, gli alunni si recano per le attività di atletica leggera, durante la bella stagione. 43


Scaricare ppt "LA RIFORMA DELLA SCUOLA SUPERIORE ISTITUTI PROFESSIONALI Gli Istituti Professionali fanno parte del secondo ciclo dell'istruzione secondaria superiore."

Presentazioni simili


Annunci Google