La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quale politica a partire dal basso su migrazioni e sviluppo? Il caso della Catalogna e delle città francesi Bologna, 21 Aprile 2006 Il libro verde sulla.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quale politica a partire dal basso su migrazioni e sviluppo? Il caso della Catalogna e delle città francesi Bologna, 21 Aprile 2006 Il libro verde sulla."— Transcript della presentazione:

1 Quale politica a partire dal basso su migrazioni e sviluppo? Il caso della Catalogna e delle città francesi Bologna, 21 Aprile 2006 Il libro verde sulla politica di co- sviluppo della Catalunya Rafael Grasa (UAB-Agència Catalana de Cooperació al Desenvolupament.

2 2 Schema Intervento 1. Ringraziamiento e obbiettivo 2. Introduzione 3. Punto di partenza (A Prioris) 4 Che cosa si vuole e come 5. Il Libro Verde: la situazione adesso

3 3 1. Ringraziamiento e obbiettivo 2. Introduzione 1. Ringraziamiento Obbietivo:Introdurre - il ruolo dello co-sviluppo nella nuova politica de cooperazione del Governo della Catalogna (2004) - Coerenza tra politiche: lavoro insieme con Segreteria Migrazioni (Pla Ciutadania i Immigració, tutto il Governo + Amministrazioni) - Libro Verde come parte del Piano Direttivo Strategia futura di co-sviluppo 2. Introduzione - Catalogna: paese e governo - Migrazioni: realtà e approccio (cittadinanza + cooperazione) - Sviluppo/cooperazione allo sviluppo: Dove è la Spagna e la Catalogna

4 4 3. Punto di partenza 1.Concetto di sviluppo 2. Concetto di cooperazione allo sviluppo 3. Guida operativa: 6 Cs 4. Fondamento etico

5 5 3. Punto di partenza (A prioris)(1) Partenza Partenza : Politica di sviluppo e cooperazione allo sviluppo Compromesso a priori : Legge (2001) + Programma Governo + Società. Bisogna parlare co-sviluppo, ma in modo differente 1. Concetto di sviluppo Processo multidimensionale (ecologico, sociale e economico) Crescita economica: condizione necessaria, ma non sufficiente Non c´è un modello unico da imitare Nessuno sviluppa nessuno Orientato a: persone; capacità: ampliamento opzioni Governance: príncipe + cittadino + mercato

6 6 Punto di partenza (2) Forma è importante, IL PIÚ?: partecipazione..ownership Protagonismo attori Sud, qui e nel paese dorigine 2. Concetto cooperazione: complementarietà, sviluppo (Sud) protagonista + politica pubblica + politica della nazione (identità + obbiettivi/agire per e con tutti gli attori) 3. Guida: 6 Cs: 1. Capacità 2. coerenza, coordinamento e complementarietà (politiche) 3. Condizionalità; co-responsabilità,appropiazione (ownership) 4. Fondamento etico : Principio ippocratico: prima di tutto, non fare male.... Principio di rispetto: al processo, le persone/comunità Principio di prudenza/cautela Principio de sostenibilità: empowerment

7 7 4. Che cosa si vuole e come 1. Origine e dove siamo 2. Definizione aperta co-sviluppo 3. Relazione migrazioni-sviluppo 4. Co-sviluppo:due origini 5. Evoluzione concetto e pratiche: definizione operativa 6. Analisi e valutazione 7. Conclusioni

8 8 4. Che cosa si vuole e come 1. Origine : concentrazione di risorse in 5/8 paesi + identificazione (Ecuador, Senegál, Marocco + Bolivia, Gambia ?) Esperienze autonomie locali e città (Fons) Plan Anual 2005: Libro Verde per 2006, dopo Seminario Internazionale (19-21/09/2005) Documento di base 2006: coincidenza con nuovo ciclo pianificazione (Plan Director ) Dove siamo: aprile Definizione aperta co-sviluppo : interventi per attivare positivamente la relazione migrazione-sviluppo; fare della migrazione un fattore di sviluppo e anche uno strumento di cittadinanza e integrazione (Associazioni dei migranti)

9 9 Che cosa si vuole e come (2) 3. Relazioni migrazioni-sviluppo -Fenomeno antico e non sempre positivo -Approccio pessimista e ottimista (prospettiva sviluppo/cooperazione e prospettiva politica integrazione) -Analitico: tesi controverse (esempi) -Principio cautela.... forma programmatica

10 10 Che cosa si vuole e come (3) 4. Co-sviluppo: due origini e un problema Approccio iniziale: etimologico, Due momenti: 80s e 90s (sviluppo economicista vs. sviluppo fatto insieme) Politica interna Macroeconomico vs. Microeconomico Analisi modello francese (S. Nair) Problemi: Mancano studi e domande chiare Cooperazione ha limiti: non può soddisfare tutte le domande che si fanno per ragioni strutturali e strumentali Si dimentica coerenza, coordinazione e complementarietà tra polítiche

11 11 Che cosa si vuole e come (4) 5. Evoluzione concetto e pratiche; definizione operativa - uso politico e programmatico del termine: propositivo, dimostra volontà - Costruzione di una definizione operativa: a. Aperta e grande (ombrello) b. Approccio Caroll - Humpty Dumpty c. Segni didentità di modelli politiche che usano termini d. Classificazione di proposte dinterventi secondo classificazione dei modelli e. Condizioni minime da soddisfare

12 12 Che cosa si vuole e come (5 ) 6. Analisi e valutazione 1. Generale Raccolta di proposizioni e esperienze Analisi secondo definizione operativa: conclusioni Valutazione impatto: pratiche vs. buone pratiche Progetto (internazionale?): Banca di dati 2. Il caso spagnolo a a 2004 b. Novità (Spagna + Regioni) c. Analisi e valutazione esperienze: il mondo locale d. Progetti ambito Agenzia Catalana e. Altri esempi

13 13 4. Che cosa si vuole e come (6) 7. CONCLUSIONI 1.Il nome non fa la cosa: buone/interessanti pratiche (fondo e forma; anche soltanto per forme, integrazione + cittadinanza + capitale sociale) 2.Co-sviluppo non è il nucleo duro della cooperazione nè le rimesse il nucleo duro di co-sviluppo. 3.Metodo/procedimento, aspetto basico e determinante: - Trasversalità delle politiche, pluralità dattori, associazione privato-púbblico...al centro. - Protagonismo migranti, determinante (senza protagonismo non cè co-sviluppo) - Centralità enti locali - Collaborazione tra segmenti della società civile: sviluppo (ONG), diritti umani, associazioni dei migranti

14 14 Che cosa si vuole e come (7) 4.Requisiti minimi: 1.non giustificare dimenticanza obbligazioni legali dello Stato (anche per i governi regionali e locali) (protezione, refugiati...) 2.Coerenza e integrazione politiche di cooperazione allo sviluppo e politiche dintegrazione 3.Protagonismo e capacità di decidere migranti 4.Attori plurali (...) 5.Complementarietà: Che il co, forma, non faccia dimenticare il progetto, sviluppo

15 15 5. Il Libro Verde: contenuto (esposizione orale) 1.Situazione adesso e previsione 2.Struttura e idee-forza 3.Metodo di discussione 4.Risultato ?? 5.Bilancio


Scaricare ppt "Quale politica a partire dal basso su migrazioni e sviluppo? Il caso della Catalogna e delle città francesi Bologna, 21 Aprile 2006 Il libro verde sulla."

Presentazioni simili


Annunci Google