La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

0 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "0 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria."— Transcript della presentazione:

1 0 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica

2 1 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica Meccanismi di memoria - Evoluzione biologica - Apprendimento (evoluzione culturale)

3 2 Meccanismi di memoria Evoluzione biologica –Memoria genetica: linsieme dei geni (in ultima analisi del DNA) contenuto in una popolazione di organismi –La memoria genetica di un individuo è quella eredidata dai suoi genitori; dipende perciò dalla memoria genetica della popolazione in cui I genitori vivono –La memoria genetica cambia lentamente nel tempo, dipende dai circuiti neuronali che rispondono alle sollecitazioni dellambiente con i meccanismi che regolano levoluzione biologica: da memoria genetica a memoria biologica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

4 3 Meccanismi di memoria Apprendimento –La memoria biologica di ciascun individuo è inizialmente la memoria genetica ad un certo stadio di evoluzione –Cambia con lapprendimento durante il corso della vita a causa di fattori ambientali, sia biologici, sia culturali. Darwinismo neurale –Lapprendimento può avvenire attraverso i propri genitori (trasmissione verticale) ma anche attraverso i coetanei (trasmissione orizzontale); da individuo ad individuo, ma anche da un solo individuo a molti individui e da molti individui ad un solo individuo Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

5 4 Meccanismi di memoria Apprendimento –Può rispondere rapidamente alle condizioni ambientali e a un loro cambiamento non prevedibile –Può produrre più informazioni di quanto la memoria genetica possa archiviare. Di qui la necessità di una memoria extrasomatica La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

6 5 Genoma umano: 3.5 miliardi di basi Il genoma umano come una biblioteca una base come una lettera dellalfabeto endecasillabi endecasillabi lettere lettere Il genoma umano corrisponde a 7024 Divine CommedieIl genoma umano corrisponde a 7024 Divine Commedie

7 6 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica Altri fatti sul genoma umano Tra gli individui della nostra specie – Homo Sapiens Sapiens – il DNA differisce in media del 2 per mille (una ogni 500 lettere) mentre gli individui della nostra specie differiscono dagli scimpanzè nel loro DNA del 1-2 % (una ogni lettere)Tra gli individui della nostra specie – Homo Sapiens Sapiens – il DNA differisce in media del 2 per mille (una ogni 500 lettere) mentre gli individui della nostra specie differiscono dagli scimpanzè nel loro DNA del 1-2 % (una ogni lettere) Il numero di geni umani è probabilmente compreso tra e Il numero di geni umani è probabilmente compreso tra e La maggior parte dei nostri geni – circa il 97% - non ha una funzione conosciutaLa maggior parte dei nostri geni – circa il 97% - non ha una funzione conosciuta Se si svolgesse il DNA contenuto nelle nostre cellule osserveremmo una sequenza lunga circa un metro e mezzoSe si svolgesse il DNA contenuto nelle nostre cellule osserveremmo una sequenza lunga circa un metro e mezzo Nel corpo umano sono presenti circa 100 mila miliardi di cellule ( )Nel corpo umano sono presenti circa 100 mila miliardi di cellule ( ) Se volessimo svolgere in un filo il DNA contenuto in tutto il nostro corpo, questo filo sarebbe lungo quanto 600 volte il tragitto tra la terra e il sole e ritorno.Se volessimo svolgere in un filo il DNA contenuto in tutto il nostro corpo, questo filo sarebbe lungo quanto 600 volte il tragitto tra la terra e il sole e ritorno.

8 7 Linguaggio ed informazione Il cervello ha una dimensione limitata, di conseguenza anche i bits di informazione che vi si accumulano sono limitati. Necessità di sviluppare tecniche di archiviazione dellinformazione (memoria) fuori dallorganismo. Il controllo della lingua è attraverso il canale ipoglosso nel cranio. Negli uomini è largo due volte quello degli scimpanzé. Si è sviluppato circa anni fa nellAustralopiteco. La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

9 8 Scrittura Il linguaggio orale è chiaramente limitato. Lo sviluppo di un linguaggio scritto ha fornito un nuovo e potente mezzo di archiviazione extra-somatica dellinformazione. Le prime tracce di scrittura si trovano in Sumero–Iraq di oggi (8500 AC). Probabilmente origini economiche. Comune dal 3000 AC. Dalla scrittura ideografica a quella fonetica, circa 1500 AC. La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

10 9 Invenzioni che hanno aumentato la memoria extrasomatica Stampa (1456) – il numero di libri aumentò da 10 4 a 10 7 in 50 anni Telegrafo (1844) Radio (1895) Televisione (1936) Computers (1950) Internet (1970) – linformazione che è possibile archiviare è ben superiore a quella della memoria del cervello umano La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

11 10 Un esempio di conservazione della memoria genetica: la Sardegna La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

12 11 Proto-Sardegna Proto-Sardegna e area arcaica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria genetica

13 12 Distribuzione geografica dei toponimi con suffissi -ai -ei -oi -ui La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

14 13 Distribuzione geografica dei domini linguistici 1.Sassarese 2.Gallurese 3.Nord-ovest Logudoro 4.Est Logudoro 5.Sud Logudoro – Planargia 6.Goceano (alta valle del Tirso) 7.Circondario di Bitti 8.Nuorese 9.Baronia di Orosei-Siniscola 10.Monte Ferru 11.Fonni – Barbagia di Ollolai 12.Nord Campidano di Oristano 13.Media valle del Tirso 14.Barbagia di Belvi 15.Ogliastra 16.Sud Campidano di Oristano 17.Tregenta – Parteolla 18.Transizione tra Gerrei e Tregenta 19.Sarrabus 20.Sulcis – Iglesiente 21.Campidano di Cagliari 22.Alghero 23.Carloforte La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

15 14 bosco Il lessemabosco nella geografia dellisola La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

16 15 Il lessema dicembre nella geografia dellisola La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

17 16 Il lessema rosmarino nella geografia dellisola La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

18 17 Il lessema pipistrello nella geografia dellisola La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

19 18 Eterogeneità genetica tra domini linguistici 1.Sassarese 2.Gallurese 3.Nord-ovest Logudoro 4.Est Logudoro 5.Sud Logudoro – Planargia 6.Goceano (alta valle del Tirso) 7.Circondario di Bitti 8.Nuorese 9.Baronia di Orosei-Siniscola 10.Monte Ferru 11.Fonni – Barbagia di Ollolai 12.Nord Campidano di Oristano 13.Media valle del Tirso 14.Barbagia di Belvi 15.Ogliastra 16.Sud Campidano di Oristano 17.Tregenta – Parteolla 18.Transizione tra Gerrei e Tregenta 19.Sarrabus 20.Sulcis – Iglesiente 21.Campidano di Cagliari 22.Alghero 23.Carloforte La conservazione della memoria genetica

20 19 Cognomi, geni e lessemi in 22 domini linguistici della Sardegna CognomiLessemiGeni La conservazione della memoria genetica

21 20 Immagine genetica tricromica della Sardegna La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

22 21 Zei et al. (2003) From surnames to the history of Y chromosomes: the Sardinian population as a paradigm. EJHG 11: La conservazione della memoria genetica Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino

23 22 Rootsi et al. (2004) Phylogeography of Y-Chromosome Haplogroup I Reveals Distinct Domains of Prehistoric Gene Flow in Europe. Am. J. Hum. Genet., 75: La conservazione della memoria genetica

24 23 Rootsi et al. (2004) Phylogeography of Y-Chromosome Haplogroup I Reveals Distinct Domains of Prehistoric Gene Flow in Europe. Am. J. Hum. Genet., 75: La conservazione della memoria genetica


Scaricare ppt "0 Alberto Piazza Dipartimento di Genetica, Biologia e Biochimica Università degli Studi di Torino La conservazione della memoria."

Presentazioni simili


Annunci Google