La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Matteo Cristani Dipartimento di Informatica Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Università degli Studi di Verona Corso di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Matteo Cristani Dipartimento di Informatica Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Università degli Studi di Verona Corso di."— Transcript della presentazione:

1 1 Matteo Cristani Dipartimento di Informatica Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Università degli Studi di Verona Corso di Informatica per Giurisprudenza Lezione 5

2 2 Agenda ä Software ä Tipi di software ä Sistema operativo ä Software applicativo ä Fasi di sviluppo del software

3 3 Tipi di software ä Classificazione generale ä Software orizzontale ä General-purpose software ä Linguaggi di programmazione ä Utilità ä Produttività individuale ä Software verticale ä Applicazioni specifiche ä Linguaggi special-purpose

4 4 Software di uso generale ä Sistemi operativi ä Ambienti operativi

5 5 Linguaggi di programmazione ä Compilatori ed interpreti ä Librerie riusabili ä Ambienti di sviluppo ä Verificatori (semi)automatici ä Applicazioni di Project Management

6 6 Utilità di sistema ä Connettività ä Connection Management Systems ä Session Management System ä Web Browsers ä Client Posta Elettronica ä Gestione modem ä ä Gestione periferiche ä Gestione stampanti ä Gestione dischi e file ä Gestione periferiche speciali ä ä Virus/worm/intrusion detection system

7 7 Produttività individuale ä Word processor ä Desktop Publishing ä Scientific Desktop Publishing ä Spreadsheet ä Presentation Management Systems ä Database Management Systems ä Idea Processor

8 8 Software speciale ä Applicazioni verticali ä Contabilità e finanza ä Automazione industriale ä WorkFlow Management Systems ä Linguaggi Special-Purpose ä Linguaggi specifici di risorsa ä Linguaggi orientati alla modellazione di sistemi fisici

9 9 Sistema operativo ä Funzioni ä Gestione memoria ä Gestione dispositivi e periferiche ä Gestione rete locale e geografica ä Gestione applicazioni ä Caratteristiche ä (Possibilmente) platform-independent

10 10 Software applicativo ä Il nome applicazione deriva dal fatto che tale software è utilizzato per ottenere certi scopi ä Applicazioni di lettura e scrittura di dati o applicazioni di sola lettura ä Applicazioni general-purpose o specifiche, dipendenti o indipendenti dal sistema operativo, dipendenti o indipendenti dalla piattaforma

11 11 Fasi di sviluppo del software ä Fasi fondamentali ä Specifiche dei requisiti ä Specifiche funzionali ä Specifiche di disegno ä Specifiche di architettura ä Specifiche dei test ä Sviluppo ä Test ä Manutenzione

12 12 Tipi di software dal punto di vista dello sviluppo ä Software commerciale ä Nessun committente ä Requisiti tagliati su committenti virtuali ä Software su commessa ä Richiesto da un cliente o utente ä Software di ricerca ä Software sviluppato per operare con problemi al limite

13 13 Specifiche dei requisiti ä Fase cooperativa ä Titolare: il committente ä Il committente descrive ciò che desidera per il software richiesto ä Per il software non su commessa la fase di specifiche dei requisiti è sostituita da un brainstorming (in alcuni casi anche da discussioni strutturate)

14 14 Specifiche funzionali ä Fase cooperativa ä Titolare: lo sviluppatore ä Lo sviluppatore descrive le funzioni ipotizzate per il software al committente ä Riceve conferma dal committente ä Per il software non su commessa la fase di specifiche funzionale è sostituita da discussioni strutturate

15 15 Specifiche di disegno ä Fase decisionale ä Titolare: lo sviluppatore ä Si decide come implementare le funzioni dal punto di vista delle loro relazioni ä Il Disegno di un Software è il documento di riferimento per migrazioni del software in altri linguaggi di programmazione, su altri sistemi operativi o piattaforme (porting)

16 16 Specifiche di architettura ä Fase decisionale ä Titolare: lo sviluppatore ä Si decide come implementare le funzioni definendo le scelte di architettura ä Linguaggio ä Sistema operativo ä Piattaforma ä Tecniche e metodologia di sviluppo ä Strumenti CASE (Computer Aided Software dEvelopment)

17 17 Specifiche dei test ä Fase operativa ä Titolare: lo sviluppatore ä Vengono scritti i test che saranno impiegati per validare il software ä Fase delicatissima perché test poco efficaci provvederanno sistemi con fault, mentre test troppo raffinati rallenteranno la consegna

18 18 Sviluppo ä Fase operativa ä Titolare: lo sviluppatore ä Divisa in ä Implementazione ä Assemblaggio

19 19 Testing ä Fase di prova delle funzioni ä Controllo della correttezza ed operatività ä Controllo della risposta al sovraccarico ä Controllo della risposta alleccesso di richieste

20 20 Manutenzione ä Correzione dei bachi ä Integrazione delle funzioni ä Miglioramento delle risposte ä Aggiunte funzionali ed operative

21 21 Distribuzione temporale delle fasi (auspicabile)

22 22 Distribuzione temporale delle fasi (effettiva)

23 23 Caratteristiche dello sviluppo ä Metodologia TOP-DOWN ä Operazioni in sequenza ä Controllo della funzionalità ä Progressività ä Riuso di codice ä Modularità ä Indipendenza funzionale ä Carattere operativo del software

24 24 Figure professionali dellinformatica ä Sviluppatore ä Erede sincretico di ä Analista ä Analista-Programmatore ä Programmatore ä Sistemista ä Specialista di architetture ä Specialista di reti

25 25 Operatori dellinformatica ä Software house ä Consulenti indipendenti ä Negozi specializzati (sic!) ä Provider internet


Scaricare ppt "1 Matteo Cristani Dipartimento di Informatica Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Università degli Studi di Verona Corso di."

Presentazioni simili


Annunci Google