La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le opzioni regolative Laura Spagnolini A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le opzioni regolative Laura Spagnolini A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003."— Transcript della presentazione:

1 Le opzioni regolative Laura Spagnolini A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003

2 2 OBIETTIVI GENERALI E SPECIFICI DELLAZIONE OBIETTIVO GENERALEincrementare la domanda sciistica e turistica sul territorio regionale, puntando ad aumentare la sicurezza sulle piste da sci INDICATORE QUANTITATIVO n. di passaggi sulle piste da sci+5% rispetto a quello attuale entro la 3° stagione invernale successiva a quella di attuazione degli interventi OBIETTIVO SPECIFICOdiminuire n.incidenti sulle piste da sci, elemento considerato in grado di concorrere allincremento della domanda sciistica INDICATORE QUANTITATIVO coefficiente infortunistico medio del sottoinsieme di riferimento: ridurre il coeff. da 1,1 a 0,20 (Regione Veneto) entro la 2°stagione invernale successiva a quella di attuazione degli interventi A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003

3 3 VALUTARE LE OPZIONI OPZIONI RILEVANTI OPZIONI ATTUABILI OPZIONE PREFERITA ANALISI DEI PRESUPPOSTI CONSULTAZIONI (organizzativi, finanziari, economici, sociali) ANALISI COSTI-BENEFICI ANALISI DELLE CRITICITA (vincoli da superare ad un costo accettabile) SCELTA OPZIONE A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003

4 4 CARATTERISTICHE - mancanza di una specifica normativa- opzione che mira ad aumentare gli standard di PRESUPPOSTI nazionale e regionale sulla realizzazione sicurezza imponendo ai gestori interventi strutturali ORGANIZZATIVI e manutenzione in sicurezza piste da sci (di adeguamento, di realizzazione di servizi, di FINANZIARI - esistenza di una normativa di impianti a fune formazione degli addetti). In particolare lintroduzio ECONOMICI E - protocollo ARPIET dei gestori degli impianti ne di una serie di misure di sicurezza e del casco SOCIALI obbligatorio per i minori. CRITICITA E - mancanza di ripartizione ed individuazione - consistenti investimenti iniziali ed elevati costi di POSSIBILITA DI delle responsabilità gestione nel tempo ATTUAZIONE - rischio dei gestori di attribuzione di responsabilità- opzione che consente di raggiungere lobiettivo - deresponsabilizzazione degli sciatori per generale e quello specifico, rafforzando lofferta comportamento imprudente sciistica in Piemonte e diminuendo i costi diretti ed indiretti. - opzione attuabile in relazione alla disponibilità di finanziamenti, di attività formative. E richiesta lattivazione di un sistema di controllo. OPZIONE RILEVANTE OPZIONE 0 OPZIONE 1 A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003

5 5 CARATTERISTICHE - opzione autoregolativa che fa leva sul- il sottoinsieme di riferimento confina con Francia PRESUPPOSTI comportamento dello sciatore attraverso- particolare cultura francese per la sicurezza degli ORGANIZZATIVI linformazione da parte dei gestori. impianti. FINANZIARI - Decalogo dello sciatore (principi di - lopzione considera la facoltà per lutente di ECONOMICI E comportamento) del FIS al Congresso di stipulare unassicurazione giornaliera con lo SOCIALI Beirut Skipass a costi contenuti. CRITICITA E - informazioni tecniche e comportamentali - lesistenza di snowpark in Francia avvantaggia i POSSIBILITA DI attraverso materiale divulgativo dei gestori che non devono vietare gli accessi alle ATTUAZIONE gestori piste di discesa agli utenti di snowboard. - costi ridotti per sciatori e gestori. - opzione impraticabile in Piemonte per mancanza di - opzione debole rispetto allobiettivo spazi analoghi riservati allo snowboard (per generale. superficie e manutenzione). - ruolo collaterale e sussidiario dellopzione - elevati costi standard rispetto a quelli francesi rispetto alla complessità del problema - maggiori oneri per gli utenti dovuti a skipass più sulla sicurezza piste sci. onerosi per la polizza assicurativa contro i danni dello sciatore e a terzi. OPZIONE IRRILEVANTE OPZIONE 2 OPZIONE 3 A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003


Scaricare ppt "Le opzioni regolative Laura Spagnolini A.I.R. Analisi di impatto della regolamentazione Una sperimentazione nella Regione Piemonte Torino, 9 aprile 2003."

Presentazioni simili


Annunci Google