La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il nuovo Esame di Stato fra tradizione ed innovazione USR Sicilia Task Force Regionale Esami di Stato 2007 Isp. Sebastiano Pulvirenti

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il nuovo Esame di Stato fra tradizione ed innovazione USR Sicilia Task Force Regionale Esami di Stato 2007 Isp. Sebastiano Pulvirenti"— Transcript della presentazione:

1 Il nuovo Esame di Stato fra tradizione ed innovazione USR Sicilia Task Force Regionale Esami di Stato 2007 Isp. Sebastiano Pulvirenti

2 La Legge n.1/2007 Tende a restituire serietà e dignità ad un esame che per tradizione costituisce un fondamentale passaggio di stato nel percorso di crescita giovanile lascia intatti gli obiettivi della legge n. 425/1997, ma cambia gli aspetti procedurali, valorizzando gli studenti che più si sono impegnati

3 Gli alunni dellultimo anno delle scuole secondarie superiori statali e paritarie sono ammessi allesame se: hanno conseguito una valutazione positiva e senza debiti in sede di scrutinio finale per gli anni scolastici 2006/2007, 2007/2008 la disciplina relativa ai debiti non si applica a decorrere dalla.s. 2008/2009 sono ammessi a sostenere lesame di Stato gli studenti che hanno saldato i debiti formativi degli anni scolastici precedenti

4 Scrutinio finale: valutazione dello studente su: conoscenze e competenze acquisite nellultimo anno del corso di studi capacità critiche e espressive impegno volitivo per colmare eventuali lacune e raggiungere una preparazione tale da sostenere lesame di Stato anche in presenza di valutazioni non sufficienti nelle singole discipline

5 Abbreviazione del corso di studio per merito non meno di 8/10 in ciascuna disciplina nello scrutinio finale del quarto anno una media non inferiore a 7/10 negli scrutini finali dei 2 anni precedenti nessuna ripetenza negli anni precedenti

6 Candidati esterni: domanda di ammissione (art. 4 O.M. 26/2007) Solo in Istituti statali o paritari del comune di residenza In Istituti della provincia o, in subordine, della regione, se lindirizzo scolastico prescelto non è presente nel comune di residenza Domanda al direttore generale dellUSR di residenza, in caso di trasferimento per documentati validi motivi Il capo dIstituto, al quale listanza è assegnata, ha lobbligo di procedere ad accertamenti, anche a campione

7 Candidati esterni: esami preliminari (art. 7 O.M. 26/2007) Se non sono in possesso della promozione allultima classe: necessità del superamento di un esame preliminare inteso ad accertare … la loro preparazione sulle materie dellultimo anno o degli anni scolastici per i quali non sono in possesso della promozione o della idoneità alla classe successiva, nonché su quelle previste dal piano di studi dellultimo anno Valutazione minima per lammissione: 6/10 in ciascuna delle prove effettuate

8 PROVE E PUNTEGGI La finalità dellesame di Stato: accertamento delle conoscenze e delle competenze acquisite nellultimo anno di corso di studi in relazione agli obiettivi generali e specifici propri di ciascun indirizzo e delle basi culturali generali di ciascun candidato, nonché delle capacità critiche del candidato. Confermati i contenuti delle tre prove scritte e le modalità relative al colloquio. La seconda prova degli istituti tecnici, professionali, darte e dei licei artistici tiene conto della dimensione tecnico-pratica e laboratoriale delle discipline coinvolte e può essere articolata in più giornate.

9 Punteggi massimi (per la.s. 2007/2008): 15 punti per ciascuna delle tre prove scritte; 35 punti per il colloquio; 20 punti per il credito scolastico accumulato negli ultimi 3 anni; punteggio massimo complessivo: 100 punti; entro i 100 punti totali la commissione dispone di 5 punti (da attribuire solo se il candidato ha un credito di almeno 15 punti e un risultato complessivo delle prove desame pari a 70); è ammessa lattribuzione della lode per il candidato che, senza aver usufruito dei 5 punti aggiuntivi, abbia raggiunto 100.

10 Colloquio si svolge – alla presenza dellintera commissione - su argomenti di interesse multidisciplinare, attinenti ai programmi e al lavoro didattico dellultimo anno di corso interessa tutte le discipline per le quali i commissari, interni o esterni, abbiano titolo, secondo la normativa vigente rientra tra gli argomenti di interesse multidisciplinare, la presentazione di esperienze di ricerca e di progetti (tesina)

11 Predisposizione delle prove: le prime due predisposte dal Ministero la terza preparata dalla commissione nulla di nuovo per la conduzione del colloquio

12 LE COMMISSIONI La commissione è composta da non più di 6 componenti, dei quali 50% esterni e 50% interni, più il presidente esterno. La commissione è nominata dal direttore dellUSR; le nomine sono effettuate, nellordine, nellambito comunale o provinciale (in casi eccezionali, ambiti regionali o interregionali) Ogni 2 classi sono nominati un unico presidente e i commissari esterni. Deve essere assicurata la presenza dei commissari delle materie oggetto della prima e della seconda prova scritta.

13 LE COMMISSIONI Le commissioni, ai fini della correzione della prima e della seconda prova scritta, possono operare per aree disciplinari I punteggi sono attribuiti dallintera commissione a maggioranza. Se sono proposti più di due punteggi e non sia stata raggiunta la maggioranza assoluta, la commissione vota su proposte del presidente a partire dal punteggio più alto proposto, a scendere. Ove su nessuna delle proposte si raggiunga la maggioranza, il presidente attribuisce al candidato il punteggio risultante dalla media aritmetica dei punti proposti, con arrotondamento al numero intero più approssimato

14 CLASSI E CANDIDATI ESTERNI Ad ogni classe sono assegnati non più di 35 studenti; i candidati esterni sono ripartiti tra le diverse commissioni degli istituti e il loro numero non può superare il 50% Solo in casi eccezionali, e solo presso istituti statali, possono essere attivate commissioni con un numero maggiore di candidati esterni, o con soli candidati esterni.

15 Task force Presso il MPI è stata costituita una task force di dirigenti tecnici con il compito di fornire alle scuole informazione circa le novità dellesame, nonché di provvedere, di concerto con gli ispettori operanti nelle regioni, allattuazione di adeguate forme di assistenza e di intervento Alla funzione ispettiva viene affidato il compito di svolgere sul territorio di riferimento sistematiche verifiche e monitoraggi sul regolare funzionamento delle operazioni di esame.

16 Task force regionale Isp. Sebastiano Pulvirenti (Presidente) Isp. Nicola Nicoletti Isp. Domenico Bruno Isp. Pasquale Distefano Isp. Bernardino Di Salvo Collaborazioni: dott. Armando Campria dott. Antonino Bonacasa dott. Margherita Carastro... (un direttore dei servizi generali ed amministrativi) …... (un rappresentante per ciascun gruppo di supporto dei 9 Uffici scolastici provinciali) … Contatti: Sebastiano Pulvirenti


Scaricare ppt "Il nuovo Esame di Stato fra tradizione ed innovazione USR Sicilia Task Force Regionale Esami di Stato 2007 Isp. Sebastiano Pulvirenti"

Presentazioni simili


Annunci Google