La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE ORIGINI DELLA TRAGEDIA Data tradizionale: 534 a. C. - Tespi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE ORIGINI DELLA TRAGEDIA Data tradizionale: 534 a. C. - Tespi."— Transcript della presentazione:

1 LE ORIGINI DELLA TRAGEDIA Data tradizionale: 534 a. C. - Tespi

2 Lorigine della tragedia 1. Da Aristotele: - ditirambo (Arione) - dramma satiresco - tragedia (o viceversa) 2. Da Erodoto: - celebrazioni di eroi - trasferite poi allambito dionisiaco Altre teorie:- riti della fecondazione - misteri

3 I nomi Drama: dal dorico? (Aristotele) tragedia –canto del capro (cioè dei coreuti travestiti da capri) ? –o canto per il capro:oggetto-vittima del sacrificio oppure premio di un certame poetico ? commedia: non da kome ma da komos dramma satiresco (anche se i coreuti appaiono come sileni) –è nato prima o dopo (come reazione) la tragedia?

4 Statuto della tragedia Idea del tragico + mito + regole strutturali canale: visivo-auditivo destinatario=committente (cittadini ateniesi)

5 Struttura della tragedia Prologo pàrodo: ingresso del coro episodi (atti) da 3 a7:recitano gli attori (trimetri giambici) –monodie: canti a solo di attori –amebeo: coro e attori in alternanza –epirrema: dialogo coro-attori misto di canto e parti recitate –commo: lamento cantato a voci alterne. –rhesis: discorso prolungato di un attore –sticomitia: battute di un verso ciascuna stàsimi: canti del coro in forma strofica esodo: dallultimo episodio alla fine.

6 La tragedia rinuncia alla sospensione: interessa non ciò che accade ma come accade ciò che dovrà accadere Lazione scenica è ridotta al minimo viene privilegiato il momento della narrazione (racconto del nunzio) METRI USATI Parti recitate: trimetro giambico Parti cantate: metri lirici

7 Definizione di Aristotele La tragedia è limitazione di unazione seria e compiuta in se stessa, di una certa estensione, in un linguaggio adorno di vari abbellimenti, applicati ciascuno a suo luogo nelle diverse parti, rappresentata da personaggi che agiscono e non narrata; la quale, mediante pietà e terrore, produce la purificazione da siffatte passioni

8 Lidea del tragico secondo Goethe Ogni tragicità è fondata su un conflitto inconciliabile. Se interviene o diventa possibile una conciliazione, il tragico scompare

9 Conflitto inconciliabile Libertà azione volontariamente e liberamente decisa in vista di un fine Necessità forze che impediscono alluomo di raggiungere lobiettivo Lazione delluomo è una scommessa sullignoto. Ignoto= Divinità (gli dei sono gli arbitri dellagire umano) La scelta fra due alternative è soltanto un inganno E tuttavia luomo agisce: qui è la sua grandezza

10 Luomo greco si rende conto dellassurdità del reale, ma invece di ripiegarsi su un inerte fatalismo, oggettiva il mistero dellinsuccesso in una forma artistica: la tragedia Leroe tragico è un isolato Anche il successo è frutto dellarbitrio divino

11 Scopo della tragedia Aristotele: katharsis attraverso éleos e phobos Si tratta di un concetto derivato dalla medicina del tempo (Ippocrate) = processo di secrezione e depurazione dellorganismo. Nellaccezione di Aristotele quindi = liberazione e sollievo dalle passioni come effetto della loro stessa eccitazione prodotta dalla vicenda tragica


Scaricare ppt "LE ORIGINI DELLA TRAGEDIA Data tradizionale: 534 a. C. - Tespi."

Presentazioni simili


Annunci Google