La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ROUSSEAU ROUSSEAU è un classico secondo la definizione di Bobbio perchè È sempre attuale, si sente il bisogno di rileggerlo e reinterpretarlo È interprete.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ROUSSEAU ROUSSEAU è un classico secondo la definizione di Bobbio perchè È sempre attuale, si sente il bisogno di rileggerlo e reinterpretarlo È interprete."— Transcript della presentazione:

1

2 ROUSSEAU ROUSSEAU è un classico secondo la definizione di Bobbio perchè È sempre attuale, si sente il bisogno di rileggerlo e reinterpretarlo È interprete autentico del proprio tempo, la sua opera è uno strumento indispensabile per comprenderla Ha costruito teorie-modello di cui ci si serve per comprendere la realtà, e che divengono vere e proprie categorie mentali

3 La teoria modello di ROUSSEAU Ha il compito di far capire quali sono le parti essenziali, le articolazioni e le connessioni fondamentali di un Che in questo caso è La realtà delle relazioni umane, con i suoi problemi sociali e politici COSTRUTTO COMPLESSO

4 ROUSSEAU è vicino al Che si compone di 3 concetti fondamentali STATO DI NATURA SOCIETA CIVILE CONTRATTO SOCIALE MODELLO GIUSNATURALISTICO

5 STATO DI NATURA CONDIZIONE NATURALE che, secondo Aristotele, indica ciò che è spontaneo e non costruito Condizione in cui non cèSTATO Condizione di esistenza in cui gli uomini si trovano prima che essi la modifichino

6 SOCIETA CIVILE Termine con cui, da Aristotele a Kant, si indica una REALTA POLITICA ENTE COLLETTIVO Nozione di un ENTE COLLETTIVO in cui è implicito il vincolo di ogni singolo verso il collettivo di cui fa parte

7 Non è una condizione di esistenza Indica un accordo attraverso il quale i soggetti si obbligano ad obbedire a un potere riconosciuto ed è ATTO DI NASCITA DELLA SOCIETA CIVILE ATTO DI MORTE DELLO STATO DI NATURA

8 IL CONTRATTO SOCIALE È una costruzione umana per cui non esiste alcuna autorità naturale legittima sugli uomini È la soluzione razionale al problema della convivenza tra gli individui È un progetto che regola le relazioni umane

9 Lingresso nella società politica comporta la subordinazione a un potere coattivo attraverso l ALIENAZIONE delle libertà: Il popolo si ALIENA solo a SE STESSO Nella società, e non fuori di essa, si realizzano per gli individui le condizioni di LIBERTA, UGUAGLIANZA e FELICITA

10 I diritti vanno nelle mani della COMUNITÀ e non, come per HOBBES, di un POTERE ASSOLUTO: ciascuno cede tutti i suoi diritti individuali per riprenderli come collettività La democrazia di Rousseau non è di tipo fiduciario come per LOCKE o MONTESQUIEU, ma è di tipo diretto, non divisibile

11 Con questa amara considerazione inizia il Contratto Sociale. Rousseau si ripropone di trovare una forma di contratto sociale, mediante la quale gli uomini, pur entrando necessariamente e giustamente nella società civile e godendo della sicurezza che essa offre, conservassero l' eguaglianza propria dello stato naturale e non entrassero in uno stato caratterizzato da disuguaglianze e soprusi. L' uomo é nato libero e ovunque é in catene Bisogna trovare una forma di associazione che con tutta la forza comune difenda e protegga le persone e i beni di ogni associato, e mediante la quale ciascuno, unendosi a tutti, obbedisca tuttavia soltanto a se stesso, e resti non meno libero di prima.

12 LO STATO DI NATURA SECONDO ROUSSEAU Lo stato di natura è il modello di integrità e autenticità dellessenza umana, poi perduta dalluomo civilizzato. OTTIMISMO antropologico, relativo alla bontà della natura umana, convive dunque con il PESSIMISMO storico sui danni che lumanità ha prodotto a se stessa nel corso della sua storia. Un ottimismo di fondo segna la concezione delluomo naturale, con cui Rousseau respinge sia lidea cristiana della natura umana corrotta dal peccato, sia quella di HOBBES del carattere egoistico della natura umana, un uomo che sia homo homini lupus. Tutto è buono che esce dalle mani del creatore, tutto si corrompe nelle mani delluomo.

13 IL CONTRATTO SOCIALE PER ROUSSEAU Non è un PACTUM SUBIECTIONIS : non è possibile alluomo rinunciare alla propria libertà perché sarebbe incompatibile con la sua natura Non genera SUDDITI ma UGUALI CITTADINI Dà luogo al governo della VOLONTA GENERALE che è un CORPO MORALE COLLETTIVO teso al bene comune

14 VOLONTÀ GENERALE La VOLONTÀ GENERALE non è la semplice addizione VOLONTÀ PARTICOLARI di tutte le VOLONTÀ PARTICOLARI, è invece ciò che è giusto per il bene in sé, senza alcun egoismo e particolarismo a favore di un gruppo o di un certo interesse personale. Deve essere un cambiamento di atteggiamento condiviso da tutta la comunità e da ogni singolo individuo: solo se tutti gli uomini si impongono di escludere il proprio egocentrismo in favore di un sentimento collettivo universale la società umana avrà modo di redimersi e fondarsi su più giusti valori. C'è chi ha visto in Rousseau, con un po di forzatura, il teorico del totalitarismo: nella sua concezione, infatti, il popolo non è tanto un insieme di individui, quanto un organismo, un'unità profonda. La tesi per cui la giusta forma di governo deve fondarsi sulla rinuncia dell'individualità dei cittadini in favore della volontà generale dello Stato e della società, è alla base di numerose forme dittatoriali quali, ad esempio, il Terrore di Robespierre o altri totalitarismi più moderni.

15 CHI RIFIUTA DI OBBEDIRE Scioglie il legame che lo tiene avvinto al corpo politico fuori dal quale cè lo stato di natura È sottratto alle condizioni precarie dello stato di natura ed è confermato nella posizione di libero cittadino cioè è costretto ad essere libero

16 Noi nasciamo due volte, per così dire: nasciamo all'esistenza ed alla vita; nasciamo come esseri umani e come uomini. J. Jacques Rousseau Francesca Toscano Liceo Classico P. Colletta II E 2006/07


Scaricare ppt "ROUSSEAU ROUSSEAU è un classico secondo la definizione di Bobbio perchè È sempre attuale, si sente il bisogno di rileggerlo e reinterpretarlo È interprete."

Presentazioni simili


Annunci Google