La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diritti delluomo Lino Casati Lappello ai diritti delluomo nella morale cristiana Teologia 17(1992) 115-154 A cura di Giulio Formaggia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diritti delluomo Lino Casati Lappello ai diritti delluomo nella morale cristiana Teologia 17(1992) 115-154 A cura di Giulio Formaggia."— Transcript della presentazione:

1 Diritti delluomo Lino Casati Lappello ai diritti delluomo nella morale cristiana Teologia 17(1992) A cura di Giulio Formaggia

2 Quadro di riferimento dellinterpretazione Latteggiamento rinvenibile nei pronunciamenti pontifici riguardo ai diritti delluomo è segnato da una direzione che va dal rifiuto polemico ad un loro riconoscimento, ed anzi ad un utilizzo tale da renderli categoria privilegiata della stessa etica sociale cristiana

3 Alcune dichiarazioni dei diritti delluomo Bill of Rigths (1689) Dichiarazione dei diritti della Virginia (1776) Dichiarazione dei diritti delluomo e del cittadino (1789) Dichiarazione universale dei diritti delluomo (1948)

4 I presupposti delle dichiarazioni Le vicende socio-politiche : la nascita degli stati sovrani come stati di diritto Le vicende socio-economiche : lemergere della borghesia finanziaria e industriale e del proletariato Il pensiero giusnaturalista che nasce con Ugo Grozio ( )

5 Elementi del pensiero giusnaturalista Priorità assoluta di un diritto soggettivo nei confronti di ogni altra norma regolatrice della convivenza Lidea di diritto come libertà di ciascuno di perseguire i propri scopi attraverso la legge naturale (razionale) Affermazione di diritti naturali inerenti alluomo come soggetto individuale, diritti che sono antecedenti e irriducibili alla vita sociale

6 Problemi emergenti Supponendo un soggetto libero e razionale anteriore ai rapporti sociali, questi risultano poi inevitabilmente separati da esso La libertà coincide con il potere e la ragione con il procedimento logico-calcolante A quale storicità specificamente appartengono i diritti: quella della morale o quella del diritto?

7 Presupposti per una rilettura dei diritti La libertà si determina in relazione a un bene ed evento storico-singolare che è sempre figura delluniversale I diritti si danno perciò a partire dal riconoscimento di una obbligazione a rispondere di fronte a una possibilità donata I diritti vanno individuati e praticati nella effettiva storia delle relazioni fra la libertà del soggetto e il terreno sociale I diritti non coincidono con il bene e la dignità delluomo

8 Per il buon uso dei diritti I diritti sono pensabili come lespressione della coscienza storica circa le esigenze del bene umano nei rapporti sociali effettivi I diritti non possono tradursi in codificazione, qualora riguardino atteggiamenti morali o anche beni materiali come il lavoro, listruzione, lambiente Occorre un atteggiamento prudenziale per discernere che cosa, come e in quali direzioni siano praticabili i diritti umani

9 Buon uso dei diritti e compito della Chiesa 1 Non si può e non si deve cercare una fondazione teologica dei diritti ( eventualmente della dignità delluomo ) Non si deve identificare lannuncio del Vangelo con la pratica di difesa e promozione dei diritti Occorre far emergere il carattere simbolico dello scambio sociale che, solo, permette di sottrarre i diritti alla astrattezza della proclamazione Occorre interpretare, attraverso il sapere della fede, il processo storico civile nel quale vengono richiamati i diritti

10 Buon uso dei diritti e compito della Chiesa 2 Valutare la diversa fondamentalità, importanza,urgenza e praticabilità dei diritti Assumere il riferimento alla parola e alla ragione argomentativa Assumere il riferimento a quelle immagini del bene che sono date nella pratica effettiva e comune


Scaricare ppt "Diritti delluomo Lino Casati Lappello ai diritti delluomo nella morale cristiana Teologia 17(1992) 115-154 A cura di Giulio Formaggia."

Presentazioni simili


Annunci Google