La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lezione 2. Schema di Jakobson Emittente = Martini e Rossi Messaggio = Spot Canale = TV e Cinema Destinatario = Consumatori di aperitivi – soprattutto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lezione 2. Schema di Jakobson Emittente = Martini e Rossi Messaggio = Spot Canale = TV e Cinema Destinatario = Consumatori di aperitivi – soprattutto."— Transcript della presentazione:

1 Lezione 2

2 Schema di Jakobson Emittente = Martini e Rossi Messaggio = Spot Canale = TV e Cinema Destinatario = Consumatori di aperitivi – soprattutto internazionali Contesto = Il mercato degli aperitivi e la classe sociale medio-alta nel 1995 Codice = musicale (agente 007) – filmico (montaggio – citazioni – b/n)

3 Funzioni di Jakobson Espressiva = Io, Martini e Rossi, appartengo a questo mondo Poetica = rétro – struttura del dissidio fra eroe e oppositore – citazioni – montaggio – giochi di sguardi e di gesti – contrasti fra staticità e dinamismo – primo finale provocatorio – secondo finale enigmatico – identificazione ragazza-prodotto Fatica = musica – somiglianze – suspense

4 Conativa = persuaditi che se pensi di appartenere anche tu a questo mondo devi bere Martini Referenziale = recupero del passato, quando Martini era di moda – citazioni – b/n Metalinguistica = linguaggio cinematografico insistito – citazioni – b/n

5

6 Elementi di rinnovamento Iconicità e stilizzazione Citazione e parodia Richiesta di interpretazione Racconto a puntate Stile di vita trasgressivo

7 Elementi tradizionali Onnipresenza del prodotto Evidenza della strategia Evidenza della struttura narrativa

8 Che cosè la pubblicità Comunicazione (di massa)

9 Massa o Segmento Massa = insieme di esseri umani, identificabili in quanto insieme ma non identificabili individualmente Segmento (o Cluster) = insieme di esseri umani, con caratteristiche specifiche (decise di volta in volta) che li rendono assimilabili fra loro e distinguibili da quelli che non appartengono allinsieme

10 Advertising to one In passato solo unutopia (come il marketing to one) Oggi sempre più realistica grazie a Internet e al direct marketing

11 Che cosè la pubblicità Comunicazione (di massa) di tipo persuasivo

12 Ha un obiettivo esclusivamente di tipo persuasivo Ma questo è un punto centrale e ne parleremo più avanti

13 Che cosè la pubblicità Comunicazione (di massa) di tipo persuasivo che fa parte di un piano più vasto

14 La comunicazione pubblicitaria fa sempre parte di un piano: in cui entrano in gioco altre leve che ha obiettivi diversi e, in genere, successivi nel tempo (piano di marketing, piano politico ecc.)

15 Esempi Obiettivo finaleObiettivo di comunicazione Vendere più prodottoMigliorare limmagine del prodotto Vincere le elezioniCreare adesione al programma Diminuire il numero Far capire i rischi connessi con la dei drogatidroga

16 Che cosè la pubblicità Comunicazione (di massa) di tipo persuasivo che fa parte di un piano più vasto e che deve pagare il proprio diritto a comunicare

17 La comunicazione pubblicitaria si effettua attraverso canali che richiedono di essere pagati (sotto varie forme, reali o virtuali) per concedere il proprio uso

18 Persuasione e Pubblicità

19 Che cosa si intende per Persuasione La persuasione è un atto di comunicazione intenzionale che, se raggiunge il proprio obiettivo, fa mutare gli atteggiamenti cognitivi o affettivi del destinatario nei confronti di un oggetto o di unazione, nel senso voluto dallemittente

20 La differenza fra Persuasione e Azione La persuasione non porta necessariamente ad agire, ma pone le basi perché si agisca provoca o accresce ladesione delle menti alle tesi che vengono presentate al loro consenso in modo da determinare presso gli uditori lazione voluta o per lo meno creare presso di loro una disposizione allazione che si manifesterà al momento opportuno –cfr. C. Perelman e L. Olbrechts-Tyteca, Trattato dellargomentazione

21 Federico di Prussia A. A. de Parmentier e le patate La coercizione è efficace sullagire, ma non sul pensare Persuasione e Coercizione

22 Persuasione e Corruzione Se, in cambio dellazione, regalo qualcosa (denaro, sesso, alimenti ecc.) non persuado La corruzione è efficace sullagire, ma non sul pensare

23 PERSUASIONE MUTAMENTO DI ATTEGGIAMENTO AZIONE COERCIZIONECORRUZIONE

24 La Nascita del Concetto di Persuasione La persuasione esiste da sempre – è una caratteristica degli animali superiori Per gli esseri umani diventa una tecnica coscientemente programmata nellambito della Grecia antica (Magna Grecia – V secolo – Pitagora – Empedocle – Corace e Tisia – Gorgia poi Atene – IV secolo – Aristotele) e assume il nome di retorica


Scaricare ppt "Lezione 2. Schema di Jakobson Emittente = Martini e Rossi Messaggio = Spot Canale = TV e Cinema Destinatario = Consumatori di aperitivi – soprattutto."

Presentazioni simili


Annunci Google