La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Diritto pubblico 2013/2014 Prof. Davide Galliani Corso di Laurea in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee (SIE) Università degli Studi di Milano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Diritto pubblico 2013/2014 Prof. Davide Galliani Corso di Laurea in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee (SIE) Università degli Studi di Milano."— Transcript della presentazione:

1 Diritto pubblico 2013/2014 Prof. Davide Galliani Corso di Laurea in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee (SIE) Università degli Studi di Milano Facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali

2 Le forme di Stato Per forma di Stato si intende il rapporto che intercorre tra lautorità e gli individui, tra i governanti e i governati, tra i rappresentanti e i rappresentati.

3 Le forme di Stato: lo Stato assoluto Lo Stato assoluto ( ): il potere del Sovrano derivava da Dio il Sovrano concentrava la funzione legislativa e quella esecutiva e nominava i giudici la Corona diviene sede impersonale del potere: nasce il principio ereditario

4 Le forme di Stato: lo Stato assoluto Nasce durante lo Stato assoluto lesercito professionale, il primo apparato amministrativo pubblico e un apparato per la riscossione delle imposte. Con il tempo tutto questo limita di fatto lassolutezza del Sovrano.

5 Le forme di Stato: lo Stato assoluto Lo Stato assoluto entra in crisi perché alla crescita economica della borghesia non si accompagna un riconoscimento politico.

6 Le forme di Stato: lo Stato liberale Lo Stato liberale ( ) nasce a seguito delle rivoluzioni borghesi: inglese: 1688 americana: 1776 francese: 1789.

7 Le forme di Stato: lo Stato liberale Lo Stato liberale è: uno Stato di diritto: qualsiasi potere è soggetto al diritto uno Stato minimo: lo Stato interviene il meno possibile in economia e nel sociale uno Stato monoclasse: è uno Stato borghese

8 Le forme di Stato: lo Stato liberale Con lo Stato liberale si afferma la dottrina della separazione dei poteri. Con lo Stato liberale lindividuo diviene portatore di diritti tipicamente liberali: diritto alla vita, alla proprietà, alla sicurezza. Si afferma il principio della sovranità parlamentare che traduce la volontà generale.

9 Le forme di Stato: lo Stato liberale Con lo Stato liberale nascono le Costituzioni, che sono: scritte: è il frutto della fede nella ragione del secolo dellilluminismo corte: pochi diritti flessibili: non al riparo da modifiche del legislatore ordinario.

10 Le forme di Stato: lo Stato liberale Lo Stato liberale entra in crisi per la nascita dei partiti politici al di fuori del Parlamento e delle associazioni sindacali. Gli individui si aggregano e si differenziano in formazioni sociali: uno degli effetti più importanti è la progressiva estensione del suffragio, che diventerà universale solo nel 1946.

11 Le forme di Stato: lo Stato democratico Lo Stato democratico (1900) è: uno Stato interventista: sia in economia che nel sociale uno Stato dei diritti: non più solo quelli liberali ma anche quelli sociali

12 Le forme di Stato: lo Stato democratico Il principio democratico informa tutto lordinamento (referendum). Oltre alleguaglianza formale si afferma leguaglianza sostanziale.

13 Le forme di Stato: lo Stato democratico Le Costituzioni diventano: lunghe: molti diritti rigide: non si possono modificare se non con un procedimento legislativo aggravato rispetto a quello ordinario e comunque esistono dei limiti alla revisione; inoltre, il giudice costituzionale giudica la legittimità costituzionale delle leggi.

14 Le forme di Stato: il federalismo Un altro modo di distingue le forme di Stato riguarda la distribuzione territoriale del potere.

15 Il federalismo La dottrina ha individuato le seguenti caratteristiche di uno Stato federale: presenza di una Costituzione federale al di sopra delle Costituzioni statali e quindi di un ordinamento federale, che attribuisce diritti e doveri agli individui

16 Il federalismo la partecipazione degli Stati membri al procedimento legislativo federale, sia ordinario che di revisione costituzionale la presenza nella Costituzione federale della cd. clausola residuale per regolare la distribuzione delle materie di competenza legislativa tra Federazione e Stati membri

17 Il federalismo la previsione di una giurisdizione federale al di sopra delle giurisdizioni statali, con la creazione di una Corte Suprema in grado di giudicare la legittimità delle leggi statali rispetto alla Costituzione federale.

18 Il federalismo Gli Stati federali storicamente sono nati per associazione di Stati (USA, RFT, Svizzera), anche se esistono casi di Stati federali nati per dissociazione (Belgio).

19 Il federalismo Ad ogni modo, in tempi odierni, si assiste al seguente fenomeno: gli Stati federali tendono sempre più ad aumentare le competenze dello Stato centrale e gli Stati unitari o regionali sempre più a decentrarsi.


Scaricare ppt "Diritto pubblico 2013/2014 Prof. Davide Galliani Corso di Laurea in Scienze Internazionali e Istituzioni Europee (SIE) Università degli Studi di Milano."

Presentazioni simili


Annunci Google