La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

18/02/2014 Forme di Stato Lo Stato e le sue evoluzioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "18/02/2014 Forme di Stato Lo Stato e le sue evoluzioni."— Transcript della presentazione:

1 18/02/2014 Forme di Stato Lo Stato e le sue evoluzioni

2 18/02/2014 Stato: cosa significa? Con lespressione forma di stato si intende il rapporto che corre tra le autorità dotate di potestà dimperio e la società civile, nonché linsieme dei principi e dei valori cui lo Stato ispira la sua azione. Con lespressione forma di governo si intendono i modi in cui il potere è distribuito tra gli organi principali di uno Stato- apparato e linsieme dei rapporti che intercorrono tra essi

3 18/02/2014 Lo Stato come ordinamento e le sue evoluzioni. Una classificazione di tipo valoriale e identitario: Lo Stato nazionale e plurinazionale Una classificazione di tipo Territoriale: Stati centrali, regionali e federali Una classificazione di tipo religioso: Laico e confessionale Una classificazione di tipo storico: Stato patrimoniale, Stato di polizia, Stato assoluto, Stato di diritto, Stato di diritto liberale, Stato di diritto sociale, Stato di democrazia pluralista

4 18/02/2014 Lo Stato assoluto Lo Stato assoluto è quel modello di Stato in cui il potere è concentrato nelle mani della Corona, che perciò è titolare sia della funzione leglislativa che di quella esecutiva, mentre il potere giudiziario è esercitato da Corti e tribunali formati da giudici nominati dal Sovrano. La legge è il sovrano!

5 18/02/2014 Lo Stato Moderno

6 18/02/2014 Ancora sullo Stato Moderno…….

7 18/02/2014 Una evoluzione dello Stato

8 18/02/2014 Stato di polizia e paternalismo

9 18/02/2014 Contro Lo Stato assoluto

10 18/02/2014 Lo Stato di diritto

11 18/02/2014 ……………………..

12 18/02/2014 Stato di diritto e separazione dei poteri

13 18/02/2014 Uno Stato e le sue autonomie Uno stato può essere centrale nel senso che accentra in un apparato verticistico le funzioni dellorganizzazione sociale, riconoscendo in modo limitato le autonomie territoriali. Regionale, come quello Italiano, nei quali si riconoscono ampi poteri agli enti locali, ma la centralità della funzione di indirizzo politico, finanziario e valoriale è fissata a livello centrale. Federale: Una composizione armonica di sovranità Statali, che mantengono rilevanti poteri nellambito di un assetto di federazione intorno ad una carta politico-giuridca unitaria.

14 18/02/2014 In riferimento al riconoscimento religioso Uno stato può immedesimarsi in un credo religioso, in una confessione in modo integrale tanto da costituirne il senso stesso, solo allora si può definire tale Stato uno Stato confessionale. Laico è uno Stato a confessionale che riconosce la pluralità religiosa ed è caratterizzato da una neutralità religiosa nei suoi comportamenti manifesti e latenti. Es. Italia: riconosce la pluralità delle confessioni religiose (ex art. 8: sentenza Corte Cost. n.203/89 e 195/93) e la religione Cattolica (ex art. 7).

15 18/02/2014 Lo Stato Liberale Forma di Stato che nasce nella fine del settecento e primi ottocento a seguito della crisi dello Stato assoluto, dello sviluppo del modo di produzione capitalistico e della affermazione della borghesia. I caratteri strutturali che definiscono la forma di stato liberale sono: la base sociale ristretta ad una sola classe, il principio di libertà; il principio rappresentativo, lo Stato di diritto, la codificazione di costituzioni civili, la centralità della legge come struttura generale e astratta, la certezza del diritto ( un corpo normativo coerente, unitario e i cui effetti sono prevedibili)

16 18/02/2014 Esso è caratterizzato da: Finalità politico costituzionale garantista: Lo Stato è considerato strumento di tutela delle libertà e dei diritti degli individui, in primo luogo di proprietà. Dalla costituzione di uno Stato minimo, limitato nelle sue funzioni, non interventista e separato nei suoi poteri ( legislativo, esecutivo e giudiziario) Dal principio di libertà come cardine della organizzazione sociale: libertà personale, di proprietà, contrattuale, di pensiero, di stampa, associazione di domicilio, tutte libertà esclusivamente individuali. Dal principio di legalità. La tutela dei diritti è affidata alla legge che deve essere generale e astratta, è sia formata dai rappresentanti della Nazione, che non rappresentano interessi cetuali ( vedi parlamenti medievali) ma lintera nazione o popolo. In virtù di tale mandato essi non hanno vincolo alcuno se non il rispetto dellinteresse generale (divieto di mandato imperativo).

17 18/02/2014 Lo Stato liberale è uno Stato elitario Attribuisce a pochi il diritto di voto, solamente a quelli ritenuti più capaci e affidabili, il voto è circoscritto allistruzione ed al censo. Es. La legge elettorale del regno di Sardegna poi estesa a tutta Italia dopo lunificazione fissava letà dellesercizio di voto a 25 anni, il censo a 40 lire di imposta annua, ed escludeva dal diritto di voto gli analfabeti. Perciò elettorato attivo rappresentava solamente il 2% della popolazione. In tal senso lo Stato liberale è uno Stato monoclasse, in cui una ristretta base (borghesia) qualifica lo Stato

18 18/02/2014 Stato di diritto e Stato liberale: da non confondere! Lo stato di diritto con lo Stato liberale anche se molto simili: Lo Stato di diritto è un concetto più giuridico: esso si basa su alcuni pilastri necessari come: la separazione dei poteri, il principio di legalità, la tutela dei diritti, il principio di uguaglianza giuridica). Lo Stato liberale pur riconoscendo lorganizzazione dello Stato di diritto ha una dimensione ideologica liberista dei rapporti sociali: centralità delle libertà negative, Stato minimo.

19 18/02/2014 Lo Stato di democrazia pluralista Si fonda sul riconoscimento di una pluralità di gruppi, interessi, idee, sui valori democratici. La partecipazione del popolo alla gestione del potere La partecipazione dei cittadini alla vita politica in tutte le espressioni democratiche Il riconoscimento delle forze sociali Strumenti di partecipazione diretta del popolo Organi di controllo e garanzia neutri Fissazione di principi inderogabili e non mutabili della maggioranza Riconoscimento delle minoranze

20 18/02/2014 Caratteristiche dello Stato di democrazia pluralista Affermazione dei partiti di massa che organizzano la partecipazione politica degli elettori. Configurazione degli organi elettivi come luogo di confronto e di scontro di interessi eterogenei Riconoscimento, insieme alle libertà liberali, di diritti sociali (evoluzione dello Stato di diritto in senso sociale) come strumenti di integrazione nello Stato di gruppi sociali più svantaggiati.

21 18/02/2014 Lo Stato di Welfare State, o Stato sociale Superamento dellindividualismo liberale. Sviluppo di forme di assistenza socio-sanitaria e assistenziale tra gli individui e gruppi sociali Intervento dello Stato in materia economica (keynesismo) Libertà positive e riconoscimento di diritti sociali come: tutela della salute, allistruzione, al lavoro, alla previdenza, allassistenza in caso di bisogno. Tutte comportano unazione dello Stato per realizzarle, interventi mirati al fine di ridurre le differenze e redistribuire il reddito in nome della solidarietà sociale ed economica.

22 18/02/2014 Alternative allo Stato di democrazia nella storia Lo Stato fascista Lo stato nazionalsocialista Lo stato socialista La breve parentesi della Costituzione di Weimar ( )

23 18/02/2014 I caratteri dello Stato di democrazia pluralista Suffragio universale, segretezza e libertà di voto, elezioni periodiche, pluripartitismo, principio di tolleranza, interesse generale, eguaglianza formale e sostanziale, Patriottismo Costituzionale, Bilanciamento degli interessi, libertà di espressione e manifestazione pluralismo sociale

24 18/02/2014 Stato di diritto liberale:una sintesi Stato di diritto Elementi costitutivi dello Stato di diritto Diritti fondamentali e principio di eguaglianza Separazione dei poteri Legis-latio Legis- executio amministrazione giurisdizione Principio di legalità Principio di rappresentanza

25 18/02/2014 ………….Stato socialedi diritto Elementi costitutivi dello Stato di diritto Diritti individuali e sociali e principio di eguaglianza anche sostanziale Separazione dei poteri Legis-latio Legis- executio amministrazione giurisdizione Principio di legalità Principio di rappresentanza democratica (suffragio universale)


Scaricare ppt "18/02/2014 Forme di Stato Lo Stato e le sue evoluzioni."

Presentazioni simili


Annunci Google