La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GERMANIA. Cambiamenti di regime Monarchia costituzionale autoritaria (1871- 1918) Repubblica di Weimar (1918-1933) Totalitarismo nazionalsocialista (1933-1945)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GERMANIA. Cambiamenti di regime Monarchia costituzionale autoritaria (1871- 1918) Repubblica di Weimar (1918-1933) Totalitarismo nazionalsocialista (1933-1945)"— Transcript della presentazione:

1 GERMANIA

2 Cambiamenti di regime Monarchia costituzionale autoritaria ( ) Repubblica di Weimar ( ) Totalitarismo nazionalsocialista ( ) Occupazione militare ( ) Due stati separati ( ) Stato unificato (dal 1990)

3 CDU (cristianodemocratici) Conservatore-riformista Religioso Interconfessionale Interclassista Pragmatista

4 SPD (socialdemocratici) Popolare di integrazione di massa Fondato sullappartenenza di classe (successivamente moderato) Elettorato maggiore fra i colletti blu e i colletti bianchi

5 Libero Partito Democratico (FDP) Liberale (in posizione asimmetrica tra CDU e SPD) Più vicino alla CDU in campo economico Più vicino allSPD per le questioni di diritto civile

6 Cleavages Religione (CDU e CSU) Classe (SPD)

7 Trasformazione della società e trasformazione dei partiti Decremento del consenso di SPD per la progressiva diminuzione di operai e per la crescita del Partito dei Verdi Conseguenze meno critiche per il CDU poiché questo partito è riuscito a compensare le perdite soprattutto grazie al tipo di temi politici affrontati in campagna elettorale e alla competenza dimostrata in alcune materie

8 Sistema elettorale Rappresentanza proporzionale a due vie basata sul suffragio universale. Gli elettori hanno a disposizione due voti: il primo voto per il candidato del distretto elettorale ed il secondo voto per le liste di partito. Metà dei seggi è assegnata in base al voto di maggioranza relativa nei distretti elettorali; laltra metà in base alle liste regionali dei partiti in ciascuno dei sedici Länder (stati regionali). Il voto decisivo è il secondo

9 Sistema elettorale – clausola di sbarramento Clausola di sbarramento del 5% a meno che una lista non abbia ottenuto almeno 3 seggi a livello distrettuale. Assegnazione di seggi in eccedenza nelleventualità che un partito vinca più seggi a livello distrettuale di quelli che gli spetterebbero secondo la quota proporzionale nei secondi voti

10 Bicameralismo Bundestag (prima camera) Bundesrat (seconda Camera) La distribuzione del potere sta nellalternativa tra lostacolazione del processo decisionale o la governabilità da parte di una grande coalizione tra governo federale e governi regionali e una grande coalizione più o meno nascosta tra quella del governo federale e il maggior partito dellopposizione

11 Sistema partitico Secondo la tipologia di Sartori: Pluralismo moderato La democrazia tedesca del dopoguerra è stata caratterizzata da un moderato ma significativo grado di alternanza nella composizione dei partiti di governo

12 Governo parlamentare Il capo del governo, il Cancelliere, è scelto dal Bundestag su proposta del Presidente Federale: la sua nomina dipende dalla fiducia della maggioranza del Bundestag e può essere destituito dalla carica solo tramite un voto di sfiducia costruttiva

13 Stato dei partiti Forte ruolo dei partiti: - nella scelta dei leader politici - nel processo di formazione politica - nellassegnazione delle cariche

14 Maggioranza qualificata Nel Bundestag su determinate decisioni occorre ottenere una maggioranza qualificata, a volte pari ai due terzi. Questa regola della maggioranza qualificata rafforza il carattere di democrazia del consenso e soprattutto quello di grande coalizione

15 Proprietà del Bundstag Parlamento che lavora Parlamento che dibatte Parlamento produttivo ed efficiente

16 Burocrazia Modello di struttura amministrativa simile al modello svedese di amministrazione pubblica decentralizzata e delegata DellAmministrazione Pubblica, salvo poche eccezioni, non è responsabile il governo centrale bensì i Länder, i governi locali e le istituzioni parapubbliche

17 Stato semisovrano La RFT è definita Stato semisovrano poiché ha un gigantesco governo centrale, vincolato a forti controlli e bilanci formali o informali e a istituzioni co-governative (Corte Costituzionale, Banca Centrale, governo di coalizione, federalismo)

18 Politica pubblica La politica pubblica della RFT si basa su un intreccio eccezionalmente complesso di politiche federali e regionali (diritti di partecipazione garantiti, potere di veto del Bundesrat, pianificazione e amministrazione congiunta tra governo federale e governi regionali)

19 Stato di diritto Onnipresenza della legge Supremazia della legge sulla politica

20 Modalità di accesso al processo di revisione costituzionale 1) Denuncia di incostituzionalità di un qualsiasi soggetto 2) Revisione dei casi giudiziari che sollevano problemi di ordine costituzionale 3) Revisione astratta che può essere richiesta dal governo federale, dai governi regionali o da un terzo dei deputati della prima camera

21 La politica della via di mezzo Combinazione unica formata da una politica economica di libero mercato, misure di natura socialdemocratica e orientamenti cristiano-democratici


Scaricare ppt "GERMANIA. Cambiamenti di regime Monarchia costituzionale autoritaria (1871- 1918) Repubblica di Weimar (1918-1933) Totalitarismo nazionalsocialista (1933-1945)"

Presentazioni simili


Annunci Google