La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dott. Primo Lui Dermatologo - Mantova. Detersione = atto del detergere, pulire La detersione giornaliera ha il compito di rimuovere dalla pelle lo sporco,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dott. Primo Lui Dermatologo - Mantova. Detersione = atto del detergere, pulire La detersione giornaliera ha il compito di rimuovere dalla pelle lo sporco,"— Transcript della presentazione:

1 Dott. Primo Lui Dermatologo - Mantova

2 Detersione = atto del detergere, pulire La detersione giornaliera ha il compito di rimuovere dalla pelle lo sporco, solitamente adeso al sebo, di togliere le cellule morte e ridurre i germi normalmente residenti sulla cute. Deve rispettare il film protettivo presente sulla superficie cutanea (film idrolipidico).

3 La detersione è quindi un atto utile, necessario e proprio perché ripetitivo è sempre sottostimato. Nella realtà, invece, va gestito in quanto fonte di svariate problematiche.

4 AFFERMAZIONE La scelta di acquistare i prodotti in farmacia o al supermercato, è una scelta personale fino a quando non sussistono problematiche. E buona norma avere 2 prodotti diversi,di categoria differente,da alternare, in modo da evitare lassuefazione. Nel momento in cui cominciano le problematiche, limportante è scegliere in modo corretto, affidandosi a regole precise.

5 Cosa offre il supermercato ? Il banco di un supermercato propone tanti prodotti, siglati con nomi diversi; in realtà, le categorie vere e proprie sono quattro ed hanno caratteristiche ben precise.

6 I SAPONI: è la categoria più conosciuta e più utilizzata. Occorre tenere presente che il vero sapone è una barra solida, di consistenza dura, a pH alcalino, oscillante tra 8 e 9, facilmente modificabile, con un discreto potere schiumogeno ed un buon potere detergente. La sua attività, prolungata nel tempo, può far crescere i batteri residenti. A lungo andare tende a sgrassare molto la pelle, per cui lutilizzo è sicuramente vantaggioso per una pelle seborroica, mentre più rischioso per una pelle normale / secca. Oggi le ditte commerciali hanno messo in vendita anche saponi modificati chimicamente a barra più morbida, più schiumogena, meno aggressiva ed anche neutra; è anche possibile trovare il vero sapone sia nella consistenza tradizionale, ossia solida, che liquida. Non esiste però differenza nella forza detergente. pH : grado di acidità di una soluzione. Viene diviso in acido, neutro, alcalino.

7 DETERGENTI: sono anche definiti sapone non sapone. E la categoria più versatile, possono essere solidi o liquidi, con un pH estremamente variabile ed ottimi lavanti anche se effettivamente più costosi. BAGNOSCHIUMA: sono molto concentrati, in genere molto profumati, schiumogeni. Piacciono molto, ma sono responsabili di numerosi problemi cutanei. OLI DA BAGNO: hanno un basso potere detergente, non alterano il pH cutaneo, creano un valido film protettivo, hanno unazione lenitiva ed emolliente, ma rimanendo sulla cute, possono dare stati irritativi.

8 PH neutro Poco schiumogeno Facile da risciacquare Rispetto per la cute Se possibile … poco profumato Categoria consigliata : DETERGENTE CARATTERISTICHE OTTIMALI A questo punto sorge il problema di come viene fatta una scelta corretta. Esistono dei parametri ben precisi:

9 Spiegazione delle CARATTERISTICHE PH neutro : deve essere tra il 6 e il 7 Poco schiumogeno : la schiuma se non risciacquata bene irrita e disidrata Deve rispettare la cute : occorre guardare la cute nelle aree indicate per valutare se cè presenza di cute secca, piccoli punti eritematosi, prurito.

10 Di tutte queste caratteristiche quella più importante è la risciacquabilità che è diversa a seconda del tipo di acqua utilizzata (ad esempio il desalinificatore modifica la durezza dellacqua e quindi cambia limpatto del prodotto sulla pelle). E implicito che, se il prodotto non viene risciacquato bene, può creare stati irritativi. E importante sapere che i problemi normalmente compaiono in aree ben definite : spalla, avambraccio, area della cintura, fianco, regione pretibiale.

11 Per essere sicuri che la scelta sia corretta, è necessario valutare la cute, nelle aree precedentemente citate, due ore dopo il lavaggio. Questo termine delle due ore è quello riportato nella letteratura dermatologica come il tempo necessario alla cute per ripristinare il film idrolipidico naturale. Se alla valutazione la cute non è nella normalità, il prodotto usato è da considerare NON IDONEO. Questo punto è da ritenere linizio di un eventuale problema.

12 Di conseguenza, il riconoscere le prime modificazioni che compaiono sulla pelle significa riuscire a fermare un processo che procede secondo gradini ben precisi e conosciuti. Le problematiche sono sempre più importanti man mano si persevera nellerrore. Cosa è necessario sapere : quando ha un senso fare una scelta oculata come fare una scelta idonea cosa aspettarsi se la scelta non è corretta dove guardare

13 SE LA PERSONA NON HA PROBLEMI : Può usare quello che desidera; meglio avere 2 prodotti, da alternare. NO bagnoschiuma ATTENZIONE con gli oli da bagno SE LA PERSONA HA PROBLEMI DERMATOLOGICI La scelta deve essere oculata

14 Anche se il prodotto è conosciuto non è possibile affermare che la scelta è idonea fino a quando non è stato provato sulla pelle. - Il prodotto va scelto secondo le caratteristiche indicate e più ci si avvicina a queste e più la scelta è da ritenersi idonea. - Alternare i prodotti scelti - Utilizzare il prodotto, poi verificare le sedi indicate 2 ore dopo e valutare lo stato della cute deve essere normale.

15 Qualsiasi prodotto commerciale non può essere valutato analizzando la composizione dichiarata, perché bisogna tenere presente la variabile della risciacquabilità. E necessario accertarsi dello stato della cute in quanto non tutti i soggetti rispondono allo stesso modo. In ogni caso, la vera scelta corretta è quella che soddisfa le caratteristiche ritenute ottimali. Nel momento in cui iniziano problemi nelle aree critiche (spalla, fianco, cintura e regione pre- tibiale), è buona cosa pensare in prima battuta che il lavante usato non sia idoneo.

16 Semplice pelle secca con fine desquamazione : semplice, banale, ma già presente il prurito.

17 La disidratazione porta alle pieghe lineari

18 La fase successiva : le squame a scaglia di pesce

19 Fase successiva : comparsa di arrossamento con prurito importante ( eczema craquelè ), le aree rosse sono a disposizione lineare.

20 Squama di pelle secca alzata da un lato; è ritenuta pericolosa perché può impigliarsi nelle calze e creare una lesione

21


Scaricare ppt "Dott. Primo Lui Dermatologo - Mantova. Detersione = atto del detergere, pulire La detersione giornaliera ha il compito di rimuovere dalla pelle lo sporco,"

Presentazioni simili


Annunci Google