La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PATOLOGIE DA AGENTI FISICI A cura dellIstruttore P.S.-T.I. Damiano Sabelli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PATOLOGIE DA AGENTI FISICI A cura dellIstruttore P.S.-T.I. Damiano Sabelli."— Transcript della presentazione:

1 PATOLOGIE DA AGENTI FISICI A cura dellIstruttore P.S.-T.I. Damiano Sabelli

2 COLPO DI CALORE Condizione di estrema gravità, nel 75% dei casi è mortale, si realizza quando falliscono i meccanismi di termoregolazione con accumulo di calore fino al raggiungimento di temperature incompatibili con la vita

3 Secondo le cause CLASSICO: (non da sforzo) – colpisce soprattutto gli anziani in case poco ventilate e temperature elevate DA SFORZO: - si presenta in soggetti giovani impegnati in sforzi fisici intensi

4 SEGNI E SINTOMI T.C. > 41°C Sete intensa Cessazione della sudorazione con cute calda e asciutta Alterazioni del S.N.C. cefalea, convulsioni. Crampi muscolari

5 TRATTAMENTO Allontanare linfortunato dal locale in cui si trova Posizione antishock Algoritmo A.B.C. Rimuovere gli abiti ed immergere in acqua gelida o avvolgerlo in lenzuola bagnate Applicare borse di ghiaccio sotto le ascelle, inguini, ginocchia, polsi, lati del collo

6 COLPO DI SOLE

7 E conseguente alla prolungata esposizione della testa al sole; i raggi solari causano unirritazione delle meningi e, nelle forme più gravi, una compromissione dei centri di termoregolazione

8 SEGNI E SINTOMI Cefalea Nausea Vomito Agitazione Stato confusionale Rigidità della nuca ( nei casi di irritazione delle meningi )

9 TRATTAMENTO Allontanare dalla fonte di esposizione Applicare una borsa di ghiaccio sul capo Somministrare bevande fresche Monitorare i parametri vitali

10 USTIONI

11 Lesioni della pelle e/o delle mucose, a volte anche i tessuti profondi, provocate dal trasferimento di energia termica da una fonte di calore ad una più o meno estesa zona della superficie corporea

12 Puo essere provocata da: Fuoco Sostanze liquide, solide, vapori ad alte temp Elettricità e radiazioni Sost.chimiche, come acido cloridrico, ammoniaca, Sali basici di calcio ( causticazione )

13 LA GRAVITA Profondità dellinteressamento cutaneo Estensione della lesione Tipo di distretto corporeo interessato

14 Profondità della lesione Ustione di primo grado: superficiale, interessa solo lepidermide e si manifesta con arrossamento e gonfiore localizzati Ustione di secondo grado: coinvolto anche il derma con arrossamento intenso, bolle, dolore molto acuto Ustione di terzo grado: può giungere fino alle ossa; aspetto chiazzato e anestesia totale della parte ustionata, dolore intensissimo

15 Estensione della lesione Testa e collo 9% Ogni arto sup. 9% Torace e addome 18% Schiena 18% Arto inf. 18% Regione genitale 1%

16 Distretto corporeo coinvolto Se interessa le vie aeree sup. ( sintomi rivelatori saranno dispnea, sangue nellispettorato, tosse stizzosa, ecc ) in questi casi, si può avere una compromissione della loro pervietà

17 TRATTAMENTO Allontanare la vittima dalla causa dellustione Effettuare lA.B.C. Verificare il coinvolgimento delle vie aeree Coprire la parte lesa con garze sterili bagnate di fisiologica Coprire linfortunato con telino isotermico Controllare costantemente i parametri vitali Spogliare la vittima senza rimuovere gli indumenti aderenti alla cute

18 LESIONI DA FREDDO

19 Sono patologie che conseguono ad una prolungata permanenza in un luogo freddo: si parla di Ipotermia quando la T.C.<35° Possono essere distinte in localizzate e generalizzate quindi si parlerà di congelamento e di assideramento

20 CONGELAMENTO 1°grado: parte interessata è indolenzitaed ipersensibile, con unalterazione del colorito da rossastro a biancastro. Interessa la superficie della cute 2°grado: la parte ha perso sensibilità ed appare di colorito bianco cereo o violaceo giallastro, possono comparire bolle. 3°grado: la parte è completamente congelata, i tessuti sono cristallini non cè sensibilità, la parte è fragilissima, interessa tutto larto

21 ASSIDERAMENTO Interessa la persona nella sua interezza e si manifesta con segni e sintomi di gravità crescente, man mano che si accentua lipotermia, con intorpidimento, brividi, sonnolenza, annebbiamento e difficoltà visive, movimenti scoordinati, respirazione e polso rallentati, perdita di coscienza, arresto respiratorio e cardiaco

22 TRATTAMENTO Allontanare la vittima dallambiente freddo Rimuovere gli abiti bagnati Asciugare e riscaldare con coperte ed aria calda

23 DOMANDE?????????

24 GRAZIE


Scaricare ppt "PATOLOGIE DA AGENTI FISICI A cura dellIstruttore P.S.-T.I. Damiano Sabelli."

Presentazioni simili


Annunci Google