La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Fondamenti TLC INTRODUZIONE AI SEGNALI SEZIONE 7.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Fondamenti TLC INTRODUZIONE AI SEGNALI SEZIONE 7."— Transcript della presentazione:

1 1 Fondamenti TLC INTRODUZIONE AI SEGNALI SEZIONE 7

2 2 Fondamenti TLC Segnali analogici Segnale campionato Ampl. Convertitore Analogico Numerico Segnale numerico campionatore microfono Modem Segnale analogico Segnale campionato e quantizzato

3 3 Fondamenti TLC I segnali rappresentano il comportamento di grandezze fisiche (ad es. tensioni, temperature, pressioni,...) in funzione di una o piu variabili indipendenti (ad es. il tempo t, lo spazio x,...). I segnali monodimensionali sono rappresentati da funzioni di una sola variabile e possono essere: continui => se la variabile indipendente assume con continuita tutti i valori reali Classificazione dei segnali (1) t

4 4 Fondamenti TLC discreti => se la variabile indipendente assume valori multipli interi di un intervallo prefissato Classificazione dei segnali (2) n

5 5 Fondamenti TLC Il valore di un segnale puo essere continuo o discreto nel campo dei suoi valori: x min

6 6 Fondamenti TLC periodici => se il segnale si ripete uguale a se stesso dopo un qualsiasi intervallo multiplo di un periodo di durata T o.. Linverso della durata del periodo viene detta frequenza fondamentale f o del segnale periodico. Se y(t) e periodico di periodo di durata T o, e con x(t) si indica lespressione di un solo periodo, e evidente che il segnale periodico puo essere espresso come: Classificazione dei segnali (4) ToTo x(t)

7 7 Fondamenti TLC Energia Potenza media Potenza media sullintervallo T Potenza istantanea Potenza media di un segnale periodico Energia e Potenza Attenzione: non sono energie e potenze fisiche.

8 8 Fondamenti TLC Il segnale e ritardato di rispetto a e traslato rigidamente verso destra Ritardo

9 9 Fondamenti TLC Il segnale e anticipato di rispetto a e traslato rigidamente verso sinistra Anticipo

10 10 Fondamenti TLC Il segnale e scalato di rispetto a e dilatato o compresso a secondo che o Scalatura y(t)=x(at) x(t) y(t)

11 11 Fondamenti TLC Costante Rettangolo ESEMPI: costante e rettangolo

12 12 Fondamenti TLC Moltiplicazione di un segnale per il rettangolo

13 13 Fondamenti TLC Scalino Esponenziale reale ESEMPI: scalino ed esponenziale reale

14 14 Fondamenti TLC T 1/T Limpulso: definizione Il segnale delta di Dirac (detto anche comunemente, ma impropriamente impulso) puo essere definito come il rettangolo di base T e altezza 1/T quando T tende a zero: Limpulso e dunque un segnale localizzato nellorigine con base infinitesima, ampiezza infinita, ma area (integrale) unitaria: quest area è il valore dell impulso

15 15 Fondamenti TLC x(t) 1/T rect(t/T) Limpulso: regole di calcolo 1 - Un segnale x(t) moltiplicato per un impulso e un impulso con valore pari al segnale in t=0 : 2 - Un segnale x(t) moltiplicato per un impulso ritardato di e un impulso con valore del pari al segnale in t= : 3 - Lintegrale di un segnale x(t) moltiplicato per un impulso ritardato di e uguale al valore del segnale in t= : modificata

16 16 Fondamenti TLC t (t) (t-1) -2 (t+2) Simbolo dellimpulso

17 17 Fondamenti TLC Ampiezza Frequenza Fase (iniziale) Periodo Cosinusoide

18 18 Fondamenti TLC Cosinusoide Aumenta lampiezza Aumenta la frequenza Aumentare la fase della cosinusoide equivale ad anticipare Cosinusoide: ampiezza, fase, frequenza Aumenta la fase iniziale

19 19 Fondamenti TLC Modulo + fase Re{x(t)} Im{x(t)} Componenti reale + immaginaria Lesponenziale complesso (Eulero) 1

20 20 Fondamenti TLC Re{x(t)} Im{x(t)} 1/2 Lesponenziale complesso (Eulero) 2

21 21 Fondamenti TLC f0f0 f -f 0 |A| A/2 x(t)= A/2exp(j(2 f 0 t+ )+ A/2exp(-j (2 f 0 t+ )) nuova f f f A |A| | f0f0 x(t)= Acos(2 f 0 t+ )

22 22 Fondamenti TLC Rappresentazione di un segnale sinusoidale con fasori 0 0 A/2 0 A frequenze positive frequenze positive e negative

23 23 Fondamenti TLC reali => se il segnale assume solo valori solo reali complessi => se il segnale assume valori complessi (parte reale + parte immaginaria oppure modulo + fase) Classificazione dei segnali (3) reale + immaginaria Modulo + fase 5


Scaricare ppt "1 Fondamenti TLC INTRODUZIONE AI SEGNALI SEZIONE 7."

Presentazioni simili


Annunci Google