La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FORMAZIONE al carisma ORGANIZZAZIONE COMUNICAZIONE MISSIONE l Nel laboratorio ciascun Gruppo ha esaminato come viene attuato uno dei servizi del Coordinamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FORMAZIONE al carisma ORGANIZZAZIONE COMUNICAZIONE MISSIONE l Nel laboratorio ciascun Gruppo ha esaminato come viene attuato uno dei servizi del Coordinamento."— Transcript della presentazione:

1 FORMAZIONE al carisma ORGANIZZAZIONE COMUNICAZIONE MISSIONE l Nel laboratorio ciascun Gruppo ha esaminato come viene attuato uno dei servizi del Coordinamento nei tre livelli: locale, territoriale e generale. Un gruppo ha valutato anche le relazioni con le Congregazioni religiose. Ne sono venuti dei SUGGERIMENTI. FDP PSMC ISO MLO e sue associazioni

2 COMUNICAZIONE l 1. Avere qualche persona che faccia le traduzioni nelle diverse lingue. 2. Avere un calendario unico delle distinte attivitá di tutta la famiglia e a tutti livelli perché non ci siano sovrapposizioni. 3. Condividere dei materiali buoni di formazione e di altri eventi tradotti nelle distinte lingue. 4. Utilizzare i mezzi disponibili per la comunicazione (sito web, mail, riviste locali e nazionali, lettere in carta, ecc...; trasmettere con gioia e verificare la lettura dei messaggi. 5. Costituire i coordinamenti locali e territoriali dove ancora non esistono; non cè comunicazione se manca il Coordinamento. 6. Ricordare che tra i compiti degli assistenti spirituali cè anche quello di armonizzare i distinti gruppi e singole persone e quindi favorire la comunicazione tra di loro.

3 FORMAZIONE al carisma COMUNICAZIONE l 1. La formazione sia continua e integrata nei tre livelli, prima locale e poi territoriale con incontri mensili. 2. Formazione di formatori a cui poter affidare il compito formativo per favorire sempre più la collaborazione: a) almeno annualmente un incontro dei formatori per aree geografiche; b) ogni tre anni un incontro di formatori di verifica e di programmazione a livello internazionale. 3. Collegamento di gruppi e di iniziative con la pastorale giovanile ai tre livelli.

4 FORMAZIONE al carisma COMUNICAZIONE l 1. Diffondere la Carta di comunione e il Progetto formativo; elaborare sussidi di studio e generare senso di appartenza. 2. Valorizzare eventi e feste di Famiglia come formazione al carisma. 3. Progettare e offrire ogni anno linee di formazione. Programmare giornate e ritiricon le linee di formazione stabilite e questo a livello locale, territoriale e centrale. 4. Formare all ESSERE FAMIGLIA e promuovere la partecipazione e accompagnamento dei religiosi e Religiose. 5. Aiutare a elaborare un progetto formativo sistematico per dipendenti e volontari. 6. Promuovere la creazione di Scuole di formazione al carisma orientate al progetto personale (cristiano e carismatico). Uso di internet per la bibliografia.

5 FORMAZIONE al carisma COMUNICAZIONE MISSIONE l 2. VIVERE le parole della Carta di comunione nella nostra missione quotidiana. 3. Crescere e far crescere nella disponibilità e nellimpegno inseriti nella organizzazione e strutturazione pratica della nostra vita. 4. MISSIONE e COMUNICAZIONE nella vita civile, nella vita spirituale e nella vita di Famiglia orionina con titti i mezzi possibili. 5. Realizzare e far conoscere ITINERARI ORIONINI non solo come ricordo storico, ma anche come esperienza spirituale e di Famiglia. 6. Promuovere la COLLABORAZIONE CON I RELIGIOSI nella reciprocità e in comunione. 1. MISSIONE e FORMAZIONE: incrementare scuole di formazione al ca- risma, incontri territoriali e internazionali.

6 FORMAZIONE al carisma COMUNICAZIONE MISSIONE l 2. Curare i giovani e i chierici dove presenti, pregare e aiutare vocazioni consacrate. 3. Chiedere di nominare laici MLO nei Consigli dOpera secondo le indicazioni del Capitolo Generale Programmare le attività concordandole e realizzandole con le diverse realtà orionine presenti nella comunità. 5. Realizzare forme di servizio che testimoniano lappartenenza alla famiglia orionina. Per il Coordinamento locale 1. Promuovere la vocazione orionina laica-le e accompagnare le persone non associate ma interessate a Don Orione.

7 FORMAZIONE al carisma COMUNICAZIONE MISSIONE l Per il Coordinamento centrale 1. Incaricare religiosi motivati al cammino MLO 2. Realizzare opere secondo il carisma con iniziativa e responsabilità piena dei laici. 3. Curare più visibilità non per esibi- zionismo, ma per dare testimonianza. Per il Coordinamento territoriale Incontri nazionali per le diverse attività curandone il collegamento e la informazione.

8 FORMAZIONE al carisma ORGANIZZAZIONE COMUNICAZIONE MISSIONE l 1. Si organizzi la traduzione dei documenti di don Orione, film, cd, libri nelle lingue orionine. 2. Si organizzi la gestione di un sito MLO, collegato con i siti già esistenti, con informazioni su MLO, la Carta di Comunione, presenza negli Stati. Forum dove chattare (per i giovani). 3. Confronto con le Congregazioni che hanno sviluppato il movimento laicale simile a MLO. 4. Esigere la presenza del rappresentante di ogni gruppo orionino nel Coordinamento locale affinché le équipes siano complete. 6. Curare disponibilità, ascolto, partecipazione e collaborazione da parte dei FDP, PSMC, ISO. 7. Curare le relazioni con Enti civili ed ecclesiastici (art. 25), per poter uscire di sacrestia, per ricevere bene e diffondere nella Chiesa e nella società il carisma e lesperienza orionina.

9 RELAZIONE CON FDP PSMC ISO Spiritualità e formazione 1. Il MLO ha un forte bisogno di crescita spirituale e questa richiede laiuto di religiosi/e. 2. Cè bisogno della guida del sacerdote sia nelle opere dove la Congregazione è presente sia in quelle dove la gestione è affidata a laici. 3. Il numero di sacerdoti che diminuisce è certamente palese agli occhi di tutti. La mancanza di queste guide spirituali ha comportato che siamo autodidatti nella formazione. Collaborazione e rispetto dei ruoli 4. Il rispetto dei ruoli tra religiosi e laici devessere il primo punto chiaro a tutti: i laici non devono sostituirsi al ruolo del religioso ma devono svolgere il proprio compito specifico.

10 Conoscere e conoscerci 5. La conoscenza del carisma della Famiglia orionina è premessa per vivere la missione comune. Ci vuole il sostegno dei religiosi/e posti alla guida della comunità. 6. Relazione con le varie associazioni orionine allinterno della Famiglia; molte non sono mai entrate nel giro del MLO; è importante poter camminare con uguali ideali. Condivisione e pazienza 7. Nel condividere il carisma dobbiamo anche condividere le idee e le opinioni e i modi di fare degli altri per camminare su un'unica strada. Ci sono ostacoli e difficoltà per la comunione tra religiosi e laici. Ma lunione va cercata con pazienza, fiducia, sacrifico. RELAZIONE CON FDP PSMC ISO

11 Programmazione 8. Serve una programmazzione annuale affinché sia chiaro e comune quello che si deve costruire e raggiungere. Riunione anuale 9. Oltre alla riunione dei Consigli generali (dicembre di ogni anno), ci sia simile riunione a livello territoriale/provinciale tra MLO, FDP, PSMC, ISO. RELAZIONE CON FDP PSMC ISO

12 Ave Maria e avanti! Ave Maria y adelante! Ave Maria e avante! LEADERS ORIONINI VERSO IL FUTURO:


Scaricare ppt "FORMAZIONE al carisma ORGANIZZAZIONE COMUNICAZIONE MISSIONE l Nel laboratorio ciascun Gruppo ha esaminato come viene attuato uno dei servizi del Coordinamento."

Presentazioni simili


Annunci Google