La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In occasione degli 80 (1928-2008) anni della parrocchia, una lettura della comunità cristiana a partire dagli Atti degli apostoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In occasione degli 80 (1928-2008) anni della parrocchia, una lettura della comunità cristiana a partire dagli Atti degli apostoli."— Transcript della presentazione:

1 In occasione degli 80 ( ) anni della parrocchia, una lettura della comunità cristiana a partire dagli Atti degli apostoli

2 È lo Spirito che vivifica la Chiesa 1 Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. 2 Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. 3 Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro; 4 ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d'esprimersi. At 2,1-4 È questo il brano della discesa dello Spirito sulla chiesa secondo la visione Lc-At Lautore in At 1 anticipa levento con la promessa del Padre ricordata da Gesù Risorto: Giovanni ha battezzato con acqua, voi invece sarete battezzati in Spirito Santo, fra non molti giorni … avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samaria e fino agli estremi confini della terra (At 1, 5.8)

3 Gesù ritornò in Galilea con la potenza dello Spirito Santo … Si recò a Nazaret … di sabato nella sinagoga e si alzò a leggere. Gli fu dato il rotolo del profeta Isaia … dove era scritto: Lo Spirito del Signore è sopra di me; per questo mi ha consacrato con l`unzione, e mi ha mandato per annunziare ai poveri un lieto messaggio, per proclamare ai prigionieri la liberazione e ai ciechi la vista; per rimettere in libertà gli oppressi, e predicare un anno di grazia del Signore. At 4,14-21 Questo Gesù Dio l'ha risuscitato … innalzato alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo che egli aveva promesso, lo ha effuso. At 2,32s Lc 3,21-22 Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo Lc 1,31-35 Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù… Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell`Altissimo. Come lo Spirito è allopera allincarnazio ne E discende al momento del battesimo Così è presente allinizio della sua missione E segna linizio della Chiesa

4 Dio è Spirito colui che Dio ha mandato proferisce le parole di Dio e dá lo Spirito senza misura (Gv 4,34) Lo Spirito di verità che procede dal Padre (Gv 15,26) E` lo Spirito che dá la vita, la carne non giova a nulla; le parole che vi ho dette sono spirito e vita.(Gv 6,63) Giovanni rese testimonianza dicendo: "Ho visto lo Spirito scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui (Gv 1,32) Dio è Spirito (Gv 4,24) Dio è Spirito, è presente là dove soffia lo Spirito e si rivela nello Spirito come Spirito È lo Spirito di Cristo, sceso su di lui e su di lui fermatosi per rimanervi in modo assoluto Le parole rivelano Dio, lo rivelano nello Spirito, nella vita di Lui, vita vera e piena

5 Lo Spirito è comunicato da Cristo Risorto Alitò su di loro e disse: "Ricevete lo Spirito Santo (Gv 20,22). "Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma và dai miei fratelli e dì loro: Io salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro(Gv 20,17) Chi ha sete venga a me e beva, chi crede in me. Come dice la Scrittura: fiumi di acqua viva sgorgheranno dal suo seno". Questo egli disse riferendosi allo Spirito che avrebbero ricevuto i credenti in lui: infatti non c`era ancora lo Spirito, perché Gesù non era stato ancora glorificato.(Gv 7,39 Io non sono più nel mondo; essi invece sono nel mondo, e io vengo a te. Padre santo, custodisci nel tuo nome coloro che mi hai dato, perché siano una cosa sola, come noi. (Gv 17,11) verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre (Gv 15,26) La prima comunicazione dello Spirito è annunciata da Cristo Risorto Lo Spirito è inviato da Cristo che sale al Padre Proprio perché Gesù sale al Padre dona lo Spirito, la gloria del Verbo eterno, il Cristo trasfigurato e trasfigurante che verrà alla fine dei tempi

6 Nella Chiesa il suo ricordo, la sua memoria avviene nello Spirito, nellascolto della parola e nellazione dei sacramenti Quello Spirito che inviava Cristo spingendolo al Padre spiega ora alla Chiesa lo stesso Cristo glorioso, dalla sua nascita alla sua salita alla destra di Dio Perciò quando si dice che Cristo ritorna il Vangelo riferisce il tornare tanto a cristo come al giungere dello Spirito, in cui lo stesso Cristo viene Ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla fine del mondo (Mt 28,20) Nello Spirito torna ai suoi discepoli (Gv 14,3) e dimora presso di loro (Gv 14,23) Il Cristo che ritorna è Cristo che viene nello Spirito Il Cristo ricordato nello Spirito è lo stesso Cristo che è venuto nellincarnaz ione

7 Ma come opera lo Spirito nella Chiesa?

8 14 Allora Pietro … parlò a voce alta così: "Uomini di Giudea, e voi tutti che vi trovate a Gerusalemme, vi sia ben noto questo e fate attenzione alle mie parole: 15 Questi uomini non sono ubriachi Accade invece quello che predisse il profeta Gioele: 17 Negli ultimi giorni, dice il Signore, Io effonderò il mio Spirito sopra ogni persona; i vostri figli e le vostre figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vostri anziani faranno dei sogni. 18 E anche sui miei servi e sulle mie serve in quei giorni effonderò il mio Spirito ed essi profeteranno. 19 Farò prodigi in alto nel cielo e segni in basso sulla terra, sangue, fuoco e nuvole di fumo. 20 Il sole si muterà in tenebra e la luna in sangue, prima che giunga il giorno del Signore, giorno grande e splendido. 21 Allora chiunque invocherà il nome del Signore sarà salvato. 22 Uomini d'Israele, ascoltate queste parole: Gesù di Nazaret - uomo accreditato da Dio presso di voi per mezzo di miracoli, prodigi e segni, che Dio stesso operò fra di voi per opera sua, come voi ben sapete -, 23 dopo che, secondo il prestabilito disegno e la prescienza di Dio, fu consegnato a voi, voi l'avete inchiodato sulla croce per mano di empi e l'avete ucciso. 24 Ma Dio lo ha risuscitato, sciogliendolo dalle angosce della morte, perché non era possibile che questa lo tenesse in suo potere. 25 Dice infatti Davide a suo riguardo: Contemplavo sempre il Signore innanzi a me; poiché egli sta alla mia destra, perché io non vacilli. … 29 Fratelli, mi sia lecito dirvi francamente, riguardo al patriarca Davide, che egli morì e fu sepolto e la sua tomba è ancora oggi fra noi. 30 Poiché però era profeta e sapeva che Dio gli aveva giurato solennemente di far sedere sul suo trono un suo discendente, 31 previde la risurrezione di Cristo e ne parlò: questi non fu abbandonato negli inferi, né la sua carne vide corruzione. 32 Questo Gesù Dio l'ha risuscitato e noi tutti ne siamo testimoni. 33 Innalzato pertanto alla destra di Dio e dopo aver ricevuto dal Padre lo Spirito Santo che egli aveva promesso, lo ha effuso, come voi stessi potete vedere e udire … 36 Sappia dunque con certezza tutta la casa di Israele che Dio ha costituito Signore e Cristo quel Gesù che voi avete crocifisso!".

9 È lo Spirito che permette di capire chi sia Gesù. Egli da uomo accreditato è compreso come il Messia Nella memoria del suo agire si rende presente il suo Spirito, Lui stesso nello Spirito è annunciato e annunciante …è lo Spirito stesso che, effuso, rende capace Pietro di rivedere Dio operante nella storia, riconosce lattuarsi della profezia Il discorso di Pietro è una teologia della storia riconoscerecredere capire fare memoria

10 … una comunità pentecostale… io vi dichiaro: come nessuno che parli sotto l' azione dello Spirito di Dio può dire "Gesù è anàtema", così nessuno può dire "Gesù è Signore" se non sotto l' azione dello Spirito Santo (1Cor 12,3) Questo mistero non è stato manifestato agli uomini delle precedenti generazioni come al presente è stato rivelato ai suoi santi apostoli e profeti per mezzo dello Spirito: 6 che i Gentili cioè sono chiamati, in Cristo Gesù, a partecipare alla stessa eredità, a formare lo stesso corpo, e ad essere partecipi della promessa per mezzo del vangelo, 7 del quale sono divenuto ministro per il dono della grazia di Dio a me concessa in virtù dell' efficacia della sua potenza (Ef 3,5-7) Per mezzo di lui possiamo presentarci, gli uni e gli altri, al Padre in un solo Spirito (Ef 2,18) Tutti quelli infatti che sono guidati dallo Spirito di Dio, costoro sono figli di Dio. 15 E voi non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto uno spirito da figli adottivi per mezzo del quale gridiamo: "Abbà, Padre!". 16 Lo Spirito stesso attesta al nostro spirito che siamo figli di Dio. 17 E se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo, se veramente partecipiamo alle sue sofferenze per partecipare anche alla sua gloria (Rm 8,14) Lo Spirito è la Verità (1Gv 5,6) Solo nello Spirito la comunità Cristo può riconoscere Gesù Solo nello Spirito accede alla sua identità È in forza dello Spirito che può vivere il suo rapporto con Dio e con il Vangelo

11 È lo Spirito che permette di capire: da Gesù al Cristo, dal Cristo alluomo che siamo noi, al nostro destino in Cristo Far memoria dei prodigi compiuti, celebra la misericordia di Dio, la sua manificenza Innalza il suo spirito in un canto di lode, non può tacere le meraviglie del Signore, E` il mio Dio e lo voglio lodare, è il Dio di mio padre e lo voglio esaltare (Es 15,1-2) Una comunità pentecostale riconosce lagire di Dio in mezzo a se stessa, riconoscerecredere capire fare memoria

12 1 C`era in Cesarèa un uomo di nome Cornelio, centurione della coorte Italica, 2 uomo pio e timorato di Dio con tutta la sua famiglia; faceva molte elemosine al popolo e pregava sempre Dio. 3 Un giorno verso le tre del pomeriggio vide chiaramente in visione un angelo di Dio venirgli incontro e chiamarlo: "Cornelio!". 4 Egli lo guardò e preso da timore disse: "Che c`è, Signore?". Gli rispose: "Le tue preghiere e le tue elemosine sono salite, in tua memoria, innanzi a Dio. 5 E ora manda degli uomini a Giaffa e fà venire un certo Simone detto anche Pietro. … 9 Il giorno dopo, mentre essi erano per via e si avvicinavano alla città, Pietro salì verso mezzogiorno sulla terrazza a pregare. 10 Gli venne fame e voleva prendere cibo. Ma mentre glielo preparavano, fu rapito in estasi. 11 Vide il cielo aperto e un oggetto che discendeva come una tovaglia grande, calata a terra per i quattro capi. 12 In essa c`era ogni sorta di quadrupedi e rettili della terra e uccelli del cielo. 13 Allora risuonò una voce che gli diceva: "Alzati, Pietro, uccidi e mangia!". 14 Ma Pietro rispose: "No davvero, Signore, poiché io non ho mai mangiato nulla di profano e di immondo". 15 E la voce di nuovo a lui: "Ciò che Dio ha purificato, tu non chiamarlo più profano"… 19 Pietro stava ancora ripensando alla visione, quando lo Spirito gli disse: "Ecco, tre uomini ti cercano; 20 alzati, scendi e và con loro senza esitazione, perché io li ho mandati …Il giorno dopo arrivò a Cesarèa. Cornelio stava ad aspettarli ed aveva invitato i congiunti e gli amici intimi. 25 Mentre Pietro stava per entrare, Cornelio andandogli incontro si gettò ai suoi piedi per adorarlo. 26 Ma Pietro lo rialzò, dicendo: "Alzati: anch`io sono un uomo! … per quale ragione mi avete fatto venire?". 30 Cornelio allora rispose: "Quattro giorni or sono, verso quest`ora, stavo recitando la preghiera delle tre del pomeriggio nella mia casa, quando mi si presentò un uomo in splendida veste 31 e mi disse: Cornelio, sono state esaudite le tue preghiere e ricordate le tue elemosine davanti a Dio. 32 Manda dunque a Giaffa e fà venire Simone … Ora dunque tutti noi, al cospetto di Dio, siamo qui riuniti per ascoltare tutto ciò che dal Signore ti è stato ordinato". 34 Pietro prese la parola e disse: "In verità sto rendendomi conto che Dio non fa preferenze di persone, 35 ma chi lo teme e pratica la giustizia, a qualunque popolo appartenga, è a lui accetto. 36 Questa è la parola che egli ha inviato ai figli d`Israele, recando la buona novella della pace, per mezzo di Gesù Cristo, che è il Signore di tutti … 44 Pietro stava ancora dicendo queste cose, quando lo Spirito Santo scese sopra tutti coloro che ascoltavano il discorso. 45 E i fedeli circoncisi, che erano venuti con Pietro, si meravigliavano che anche sopra i pagani si effondesse il dono dello Spirito Santo; 46 li sentivano infatti parlare lingue e glorificare Dio. 47 Allora Pietro disse: "Forse che si può proibire che siano battezzati con l`acqua questi che hanno ricevuto lo Spirito Santo al pari di noi?". 48 E ordinò che fossero battezzati nel nome di Gesù Cristo.

13 … una comunità edificata molte sono le membra, ma uno solo è il corpo (1Cor 12,20) Sono stato crocifisso con Cristo e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me. Questa vita nella carne, io la vivo nella fede del Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me (Gal 2,20) la legge dello Spirito che dà vita in Cristo Gesù ti ha liberato dalla legge del peccato e della morte (Rm 8,2) Stringendovi a lui, pietra viva, rigettata dagli uomini, ma scelta e preziosa davanti a Dio, 5 anche voi venite impiegati come pietre vive per la costruzione di un edificio spirituale, per un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali graditi a Dio, per mezzo di Gesù Cristo (1Pt 2,4-5) x La dipendenza dallo Spirito esprime la dipendenza dallazione di Dio Il tempo è nuovo, perché abbiamo avuto accesso, nello Spirito, alla sua vita Questa vita non è consegnata alla nostra rettitudine morale, ma ad essere strumenti disponibili allannuncio del suo Regno Quando annunciamo il Vangelo, Cristo compie in noi la sua salvezza

14 La Chiesa è quella comunità che vive il servizio dellagire dello Spirito, da qui il suo impegno a servirlo e a cercarlo, ovunque La Chiesa è continuamente generata. Riceve il soffio vitale che la fa viva ogni volta che ascolta, medita, prega, invoca e ricerca Gesù, perché è nel cercarlo che egli si fa trovare Lo Spirito precede Pietro, così precede la Chiesa. Una comunità cristiana sa dessere preceduta dalla grazia, non si misura dalle sue forze, né dai suoi risultati La Chiesa non si vive esclusivamente, sa che Dio opera in mezzo ad essa e al di fuori di essa, sa che tutto viene da Dio e che lei deve servire (cfr. Lc 20,26) La Chiesa che riconosce lazione della grazia Crede che Dio agisce nella storia, che agisce nella comunità degli uomini Questa comunità impara, si mette alla ricerca dello Spirito, si lascia guidare ad una più grande comprensione Nella memoria dei frutti dello Spirito, Egli rinnova la sua presenza nella Chiesa, scende oggi come allora

15 26 Un angelo del Signore parlò intanto a Filippo: "Alzati, e và verso il mezzogiorno, sulla strada che discende da Gerusalemme a Gaza; essa è deserta". 27 Egli si alzò e si mise in cammino, quand`ecco un Etiope, un eunuco, funzionario di Candàce, regina di Etiopia, sovrintendente a tutti i suoi tesori, venuto per il culto a Gerusalemme, 28 se ne ritornava, seduto sul suo carro da viaggio, leggendo il profeta Isaia. 29 Disse allora lo Spirito a Filippo: "Và avanti, e raggiungi quel carro". 30 Filippo corse innanzi e, udito che leggeva il profeta Isaia, gli disse: "Capisci quello che stai leggendo?". 31 Quegli rispose: "E come lo potrei, se nessuno mi istruisce?". E invitò Filippo a salire e a sedere accanto a lui. 32 Il passo della Scrittura che stava leggendo era questo: Come una pecora fu condotto al macello e come un agnello senza voce innanzi a chi lo tosa, così egli non apre la sua bocca. 33 ella sua umiliazione il giudizio gli è stato negato, ma la sua posterità chi potrà mai descriverla? Poiché è stata recisa dalla terra la sua vita. 34 E rivoltosi a Filippo l`eunuco disse: "Ti prego, di quale persona il profeta dice questo? Di se stesso o di qualcun altro?". 35 Filippo, prendendo a parlare e partendo da quel passo della Scrittura, gli annunziò la buona novella di Gesù. 36 Proseguendo lungo la strada, giunsero a un luogo dove c`era acqua e l`eunuco disse: "Ecco qui c`è acqua; che cosa mi impedisce di essere battezzato? 37 [.] 38 Fece fermare il carro e discesero tutti e due nell'acqua, Filippo e l'eunuco, ed egli lo battezzò. 39 Quando furono usciti dall'acqua, lo Spirito del Signore rapì Filippo e l'eunuco non lo vide più e proseguì pieno di gioia il suo cammino. 40 Quanto a Filippo, si trovò ad Azoto e, proseguendo, predicava il vangelo a tutte le città, finché giunse a Cesarèa.

16 … una comunità che si mette al fianco degli uomini e li serve L'amore del Cristo ci spinge (2Cor 5,14) Mi sono fatto debole con i deboli, per guadagnare i deboli; mi sono fatto tutto a tutti, per salvare ad ogni costo qualcuno. 23 Tutto io faccio per il vangelo, per diventarne partecipe con loro (1Cor 9,22-23) Se dunque io, il Signore e il Maestro, ho lavato i vostri piedi, anche voi dovete lavarvi i piedi gli uni gli altri (Gv 15,14) come il corpo senza lo spirito è morto, così anche la fede senza le opere è morta (Gc 2,26) Li amò sino alla fine (Gv 13,1) La carità cristiana non è soccorso verso gli altri, ma conseguenza dallaver accolto la vita di Gesù in noi Il servizio che siamo chiamati a rendere è con tutta la nostra vita, non solo con una parte di essa Servire significa prendere in carico: è licona del buon samaritano il nostro punto di riferimento Dal servizio potremo mostrare la nostra fede

17 Come Filippo, la Chiesa svela il senso delle scritture non mostrando se stessa, ma riportando a Cristo, la chiave di volta, la pietra angolare Una comunità si interroga sulla Scrittura, sulla sua vita, perché possa lo Spirito scendere ed illuminare il percorso svolto e quello da seguire Lazione dello Spirito spinge la chiesa accanto agli uomini, senza fare preferenze – come nel passo del centurione – senza fare distinzioni Una comunità deve saper servire non solo se stessa, ma deve essere al servizio dellaltro, laltro che è altro da noi, altro da come lo vorremmo La Chiesa è al servizio dellaltro È nel servizio che raggiunge gli uomini Questa comunità che ha imparato a mettersi alla ricerca dello Spirito, guida alla ricerca di una più grande comprensione È in questa comprensione che lo Spirito agisce e scende


Scaricare ppt "In occasione degli 80 (1928-2008) anni della parrocchia, una lettura della comunità cristiana a partire dagli Atti degli apostoli."

Presentazioni simili


Annunci Google