La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea Triennale in FISICA A.A. 2004 / 05.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea Triennale in FISICA A.A. 2004 / 05."— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea Triennale in FISICA A.A / 05

2 Sito WEB del Corso di Laurea CdL in Fisica : Sul sito WEB del CdL in Fisica si trovano i seguenti links che forniscono utili informazioni agli studenti che intendono iscriversi in Fisica: Ordinamento dei CdL triennale e specialistica Regolamento didattico CdL triennale e specialistica Manifesto degli studi CdL triennale e specialistica

3 Alcune informazioni sul CdL triennale in Fisica Il CdL triennale in Fisica e articolato in tre anni. Ogni anno e articolato in due semestri. Gli insegnamenti sono impartiti mediante diverse tipologie: Lezioni ed esercitazioni Laboratorio informatico-computazionale Laboratorio sperimentale Laboratorio linguistico.

4 Obiettivi e contenuti del corso di laurea triennale in Fisica I laureati in Fisica devono: Possedere unadeguata conoscenza di base dei diversi settori della Fisica Acquisire le metodologie di indagine Possedere competenze operative di laboratorio Saper comprendere ed utilizzare strumenti matematici ed informatici adeguati

5 Essere capaci di operare professionalmente in ambiti definiti di applicazione Essere in possesso di adeguate competenze e strumenti per la comunicazione e la gestione dellinformazione Essere capaci di lavorare in gruppo

6 Le principali tematiche di studio

7 Discipline fondamentali impartite presso il CdL in Fisica Discipline di MATEMATICA : Calcolo, Algebra lineare, Geometria, Metodi matematici Discipline di CHIMICA: Chimica, Chimica organica Discipline di INFORMATICA: Laboratorio di Informatica I e II Discipline di FISICA ( a carattere teorico e sperimentale): Meccanica, Meccanica analitica, Elettricita e Magnetismo, Meccanica quantistica, Fisica della materia, Fisica Stastica, Fisica del nucleo e delle particelle, Elementi di Fisica terrestre, Fisica Computazionale, 6 diversi laboratori di Fisica.

8 Discipline a scelta impartite presso il CdL in Fisica Le discipline a scelta sono molteplici e sono per lo piu discipline di approfondimento delle discipline di Matematica, Chimica, Informatica, Fisica della materia, Fisica del nucleo, Fisica computazionale, Fisica statistica, Fisica terrestre. Le discipline a scelta sono anche discipline di altri ambiti didattici quali Elettronica, Archeometria, Storia dellarte, Beni culturali e ambientali, Marketing, Diritto amministrativo, Economia e gestione delle imprese… E molte altre discipline che comunque fanno capo a specifiche conoscenze e campi di ricerca coltivati dai docenti del CdL in Fisica.

9 Il triennio di studi per la laurea in Fisica Prevede un Curriculum Generale

10 Curriculum Generale Orientamento di carattere generale che consente laccesso alla Laurea Specialistica in Fisica senza debiti formativi

11 Supporti didattici Al fine di consentire allo studente di apprendere con profitto senza accumulare ritardi nel conseguimento della laurea, il CdL mette a disposizione degli studenti i seguenti strumenti :

12 Corso di azzeramento per le matricole prima dellinizio regolare dei corsi. Sala studenti per lo studio durante gli intervalli delle lezioni. Aula dInformatica dotata di circa 20 PC per lezioni ed esercitazioni e per navigazione in Internet Ogni studente e affidato ad un tutor che lo seguira durante lintera durata degli studi fornendogli assistenza sia didattica che di orientamento. Gli studenti del CdL in Fisica hanno a disposizione una Segreteria didattica ubicata presso il Dipartimento di Fisica che fornira loro allinizio di ogni anno accademico i programmi delle discipline dinsegnamento, lorario delle lezioni e il diario di esami.

13 Come organizzare lo studio La struttura in semestri e in blocchi del CdL in Fisica etale da permettere allo studente di programmare in modo graduale lo studio delle varie discipline e di poter sostenere, entro ogni anno accademico, le prove di verifica della preparazione acquisita, senza debiti formativi. Lefficienza di tale struttura dipende in modo sostanziale dalla disponibilità dello studente a seguire tutte le lezioni e le esercitazioni con interesse e diligenza, facendo seguire alla frequenza un costante studio personale.

14 Sappi che: La conoscenza della sola lingua italiana non e sufficiente per una formazione completa in qualunque settore universitario, ma soprattutto nel settore scientifico. Pertanto il Corso di Laurea in Fisica presta particolare attenzione al corso di Lingua Inglese tenuto da professori di madre lingua inglese. Sei in grado di leggere e capire largomento di seguito riportato? Sei in grado di leggere e capire largomento di seguito riportato?

15 What is condensed matter physics, and why is it useful? ( a cura del Dipartimento di Fisica delluniversita di Oxford ) Condensed Matter Physics is the study of the structure and behaviour of the matter that makes up most of the usual (and unusual) stuff that surrounds us every day. It is not the study the very small (particle theory) or of the very large (astrophysics and cosmology) but of all the things in between. Why is it at least as interesting (and as fundamental) as those other two branches of physics? It turns out that large assemblies of electrons and nuclei in a condensed state often exhibit so-called cooperative behaviour which is quite different from that of the individual parts. Superconductivity, for example.

16 E dopo la Laurea triennale in Fisica I laureati in Fisica potranno proseguire gli studi -nella laurea specialistica in Fisica senza debiti formativi -in altre lauree specialistiche, ma con debiti formativi trovare occupazione come… ( vedi prossima diapositiva )

17 Sbocchi Professionali del Laureato in Fisica Attività professionali che richiedono conoscenza della fisica e delle sue metodologie: Attivita di ricerca presso universita italiane e straniere Applicazioni tecnologiche a livello industriale Attività di Laboratorio Tutela dellambiente e dei beni culturali Fisica sanitaria Partecipazione e gestione attività di centri di ricerca Insegnamento presso le scuole secondarie Operatore di borsa Manager aziendali ecc...

18 Facoltà di Scienze M.F.N. Corso di Laurea Specialistica in FISICA A.A / 05

19 Alcune informazioni sul CdL specialistica in Fisica Il CdL specialistica in Fisica e articolato in due anni. Ogni anno e articolato in due semestri. Gli insegnamenti sono impartiti mediante diverse tipologie: Lezioni ed esercitazioni Laboratorio informatico-computazionale Laboratorio sperimentale

20 Iº ANNO MATERIE FONDAMENTALI Fisica Quantistica Fisica Statistica Laboratorio Simulazione numerica di processi fisici Metodi matematici della Fisica

21 IIº ANNO Curriculum di Fisica Nucleare Curriculum di Fisica della Materia

22 Curriculum di Fisica della Materia Discipline impartite Fisica dello Stato Solido Fisica dello Stato Liquido Laboratorio di Fisica dello Stato Solido Laboratorio di Fisica dei Liquidi e della materia soffice Fisica della materia soffice e dei biomateriali Fisica delle basse temperature Fisica dei dispositivi a semiconduttore tecnologie di micro-optoelettronica Fisica dei Metalli Fisica computazionale

23 Curriculum di Fisica Nucleare Discipline impartite Fisica Nucleare Laboratorio di Fisica Nucleare Reazioni nucleari Fisica astroparticellare Fisica degli acceleratori Radioattivita e sistemi di rivelazione

24 Tematiche di ricerca del Dipartimento di Fisica Fisica della materia condensata: 1. Fisica dello stato solido 2. Fisica dello stato liquido 3. Fisica dello stato amorfo 4. Fisica dei sistemi complessi Fisica nucleare 1. Processo di fusione- fissione nella regione dei nuclei superpesanti 2. Reazioni nucleari tra ioni di massa media alle energie basse ed intermedie

25 Esempio di studi di fisica della materia Immagazzinamento di Idrogeno in nanotubi di grafite

26 immagine grafica dei fullereni C 60 C 70 fullerite: cella elementare di reticolo di C60 fullerite drogata superconduttore

27 Topografia di un reticolo olografico realizzata con microscopio SNOM Plasma prodotto da laser

28 Centro Europeo di Ricerca Nucleare (CERN) Ginevra Large Hadron Collider (LHC) permette di studiare le proprieta delle particelle elementari.

29 Esempi di fluidi complessi micelle - virus colloidali - cristalli di proteine - fluidi elettroreologici - cristalli liquidi

30 immagine grafica della mioglobina

31 Ricordiamo alcuni scienziati che hanno reso grande la FISICA e hanno permesso a molti filosofi di allargare gli orizzonti della FILOSOFIA

32 Sir Isaac Newton Born: 4 Jan 1643 in Woolsthorpe, Lincolnshire, England Died: 31 March 1727 in London, England ma = F

33 Galileo GALILEI Born: 15 Feb 1564 in Pisa (now in Italy) Died: 8 Jan 1642 in Arcetri (near Florence) (now in Italy) Metodo scientifico Relativita

34 Joseph-Louis Lagrange Born: 25 Jan 1736 in Turin, Sardinia- Piedmont (now Italy) Died: 10 April 1813 in Paris, France Equazioni del moto

35 Sir William Rowan Hamilton Born: 4 Aug 1805 in Dublin, Ireland Died: 2 Sept 1865 in Dublin, Ireland equaziomi del moto

36 Ludwig Boltzmann Born: 20 Feb 1844 in Vienna, Austria Died: 5 Oct 1906 in Duino (near Trieste), Austria (now Italy) S = k B log

37 Albert Einstein Born: 14 March 1879 in Ulm, Württemberg, Germany Died: 18 April 1955 in Princeton, New Jersey, USA E= mc 2

38 Enrico Fermi nato a Roma il 29 Settembre 1901 deceduto a Chicago (Usa) il 29 novembre 1954 The Nobel Prize in Physics 1938 "for his demonstrations of the existence of new radioactive elements produced by neutron irradiation, and for his related discovery of nuclear reactions brought about by slow neutrons"

39 Max Karl Ernst Ludwig Planck Born: 14 March 1879 in Ulm, Württemberg, Germany Died: 18 April 1955 in Princeton, New Jersey, USA h = x erg-sec

40 Josiah Willard Gibbs Born: 11 Feb 1839 in New Haven, Connecticut, USA Died: 28 April 1903 in New Haven, Connecticut, USA S=-k B (p i log p i )

41 Erwin Rudolf Josef Alexander Schrödinger Born: 12 Aug 1887 in Erdberg, Vienna,Austria Died: 4 Jan 1961 in Vienna, Austria x

42 Werner Karl Heisenberg Born: 5 Dec 1901 in Würzburg, Germany Died: 1 Feb 1976 in Munich, Germany p q h/2π

43 Il peso della Fisica

44 Se desiderate approfondire queste informazioni rivolgetevi ai docenti responsabili dellorientamento degli studenti per il CdL in Fisica: Prof. Guglielmo Mondio tel Prof. Maria Concetta Abramo tel Dr. Angela Maria Mezzasalma tel


Scaricare ppt "Facoltà di Scienze MM.FF.NN. Corso di Laurea Triennale in FISICA A.A. 2004 / 05."

Presentazioni simili


Annunci Google