La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Limmigrazione straniera in provincia di Bergamo Alessio Menonna (Fondazione ISMU) Bergamo, 16 dicembre 2009.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Limmigrazione straniera in provincia di Bergamo Alessio Menonna (Fondazione ISMU) Bergamo, 16 dicembre 2009."— Transcript della presentazione:

1 Limmigrazione straniera in provincia di Bergamo Alessio Menonna (Fondazione ISMU) Bergamo, 16 dicembre 2009

2 Le dimensioni della crescita degli stranieri in Italia 3,9 milioni 3,9 milioni il totale della popolazione straniera residente al 1° gennaio 2009 equivale quasi al numero di abitanti della Puglia, ottava regione dItalia 459mila unità di crescita durante il 2008 (contro 494mila nel 2007): +13%, che con lo stesso ritmo proietta un ritmo di raddoppio ogni 4-5 anni famiglie straniere Residenti stranieri minorenni da 412mila al 1° gennaio 2004 a 862mila al 1° gennaio 2009 (+109%), di cui 519mila nati in Italia Nati stranieri in Italia nel 2008: 72mila, pari al 12,6% dei 577mila nati totali Acquisizioni di cittadinanza nel 2008: 54mila, più del triplo che nel 2003 (17mila) Fonte: n/e elaborazioni su dati Istat

3 Piramide della popolazione residente al 1° gennaio 2009 in Italia in valori percentuali (stime Istat)

4 Indicatori demografici nel 2008, per regione (stime Istat)

5 Stranieri residenti sul totale di popolazione Stranieri residenti sul totale di popolazione Densità maggiori tra Lombardia, Veneto ed Emilia 1° gennaio 2008 Var Fonte: elaborazione Cesdes di dati Istat

6 1° gennaio 2008 Soggiorni irregolari ogni 100 immigrati Soggiorni irregolari ogni 100 immigrati Maggiori tassi di irregolarità fra Calabria settentrionale, Basilicata e Campania meridionale; tra Reggio Calabria e Sud-ovest Sicilia; nel Nord- ovest sardo Fonte: elaborazione Cesdes di dati Istat

7 1° gennaio 2008 Irregolari ogni residenti complessivi Irregolari ogni residenti complessivi Quote massime a Brescia (32,3) e comunque fra Lombardia occidentale ed Emilia; ma quasi tutto il Nord è oltre il 7. A Sud lunica punta è a Ragusa (18,3) Fonte: elaborazione Cesdes di dati Istat

8 Il contesto lombardo (I dati dellOsservatorio Regionale per lintegrazione e la multietnicità) Da un minimo di 1 milione e 26mila ad un massimo di 1milione e 92mila stranieri provenienti da Paesi a forte pressione migratoria (Pfpm) presenti in Lombardia al 1° luglio Circa 121mila in più rispetto al 1° luglio Circa un quarto del totale dei presenti in Italia.

9 Cittadini di PFPM presenti in Lombardia al 1° luglio 2008 Stime di minimo Stime di massimo Migliaia % Densità* Migliaia % Densità* Varese 63 6,1 73,2 67 6,1 77,8 Como 42 4,1 72,9 45 4,1 77,8 Sondrio 8 0,8 44,5 9 0,8 48,1 Milano ,3111, ,3118,2 Capoluogo ,3160, ,4171,6 Altri comuni ,9 86, ,9 91,6 di cui Monza-Br. 61 6,0 75,3 67 6,1 81,7 Bergamo ,8105, ,8111,6 Brescia ,9134, ,7141,4 Pavia 57 5,5106,6 61 5,6114,3 Cremona 43 4,1119,6 46 4,2127,9 Mantova 54 5,2133,1 58 5,3142,8 Lecco 28 2,7 84,8 30 2,8 91,9 Lodi 24 2,4110,1 26 2,4118,0 Totale ,0106, ,0113,3 Nota: (*) Rapporto tra il numero di stranieri presenti al 1° luglio 2008 (per mille) e lammontare anagrafico di popolazione residente (prescindendo dalla cittadinanza) al 1° gennaio 2008

10 Numero di cittadini di Paesi a forte pressione migratoria presenti in Lombardia, per provincia. Migliaia di unità Al 1° gennaio 2001 Al 1° luglio 2008 In Lombardia in sette anni e mezzo il numero di immigrati è cresciuto del 152%, con punte di massimo nelle province di Pavia (+296%), Lodi (+269%), Sondrio (+236%), Cremona (+234%) e Mantova (+233%); di minimo nella provincia di Milano (+105%) Totale: 420 Totale: Pavia 15 Como 16

11 In Lombardia crescita del 152% tra 1° gennaio 2001 e 1° luglio 2008; del 13% negli ultimi dodici mesi. A Milano rispettivamente +51% in 7 anni e mezzo e +2% negli ultimi dodici mesi; nella provincia extramilanese +208% tra 1° gennaio 2001 e 1° luglio 2008 e +11% nellultimo anno. Gli aspetti dinamici Cittadini da Pfpm: migliaia di unità

12 A Nord ed a Est crescita del 185% tra 1° gennaio 2001 e 1° luglio 2008; del 13-17% negli ultimi dodici mesi. A Sud crescita del 256% negli ultimi 7 anni e mezzo; del 30% negli ultimi dodici mesi. Gli aspetti dinamici /2 Cittadini da Pfpm: migliaia di unità

13 Gli scenari evolutivi Numero di stranieri residenti nelle province lombarde al 1° gennaio Numeri indice a base 2008 = 100

14 Il panorama delle principali provenienze in Lombardia: migliaia di unità al 1° luglio Romania163,0 (+91,1% rispetto al 1° luglio 2007) 2. Marocco115,3 (+8,1%) 3. Albania105,1 (+3,1%) 4. Egitto 69,9 (+8,5%) 5. Filippine 48,7 (+2,6%) 6. Cina 46,3 (+3,2%) 7. Ecuador 44,4 (+0,2%) 8. Perù 42,0 (-0,9%) 9. India 40,0 (+12,7%) 10. Ucraina 33,9 (+3,6%) 11. Senegal 31,7 (-0,3%) 12. Pakistan 28,6 (+7,3%) 13. Sri Lanka 27,1 (+9,3%) 14. Tunisia 25,8 (+6,5%) 17. Moldova 14,5 (+24,8%) 21. Bulgaria 11,0 (+27,5%)

15 I Paesi di provenienza in provincia di Bergamo al 1° luglio 2008

16 Lanzianità migratoria media degli stranieri ultraquattordicenni provenienti da PFPM presenti in Provincia di Bergamo nel 2008 in Italia in Provincia Est Europa 6,5 5,5 Albania 6,4 5,2 Romania 6,1 5,4 Asia 8,5 7,2 India 7,2 6,4 America Latina 7,8 7,4 Nord Africa 8,1 7,2 Egitto 6,8 6,5 Marocco 7,9 7,0 Altri Africa 9,0 7,5 Senegal 9,9 8,0 Totale 7,9 6,8

17

18 Gli ultimi aggiornamenti sulla sub-componente residente

19 Gli ultimi aggiornamenti e i dettagli sugli alunni stranieri

20 Tassi dirregolarità (numero di irregolari nel soggiorno ogni cento presenti) Provenienza Est Europa Asia Nord Africa Altri Africa America Latina Totale Irregolari al 1° luglio 2008 Maggiori e minori incidenze di irregolari nel soggiorno ogni cento presenti (tassi dirregolarità) Ecuador21% Bolivia20% Perù19% Egitto18% Nigeria17% Costa dAvorio12%

21 Limmigrazione straniera nei distretti socio-sanitari

22 Incidenze percentuali delle principali caratteristiche strutturali degli stranieri ultraquattordicenni provenienti da PFPM. Provincia di Bergamo, anni % Uomini(*) 60,7 55,0 59,3 55,2 55,4 57,0 56,0 56,0 % Donne(*) 39,3 45,0 40,7 44,8 44,6 43,0 44,0 44,0 % Under 30 36,2 34,0 30,5 29,6 25,7 32,7 30,0 35,2 % Over 40 23,2 24,6 21,8 28,0 29,3 29,7 29,9 28,5 % Cattolici 18,6 28,5 21,3 27,9 27,2 24,7 25,3 19,0 % Musulmani 60,6 57,7 57,7 49,7 51,9 50,1 50,1 53,9 % No titolo(**) 13,2 12,8 13,1 10,0 7,8 10,9 10,3 11,8 % Laurea(**) 12,7 9,8 10,1 12,0 11,0 8,4 10,0 14,1 Note: (*) Dal 2006 in poi calcolate sullintera popolazione presente, comprensiva di minori di 15 anni. (**) Secondo il titolo di studio raggiunto.

23 Incidenze percentuali delle condizioni lavorative degli stranieri ultraquattordicenni provenienti da PFPM in Provincia di Bergamo. Anni

24 Incidenze percentuali delle condizioni abitative degli stranieri ultraquattordicenni provenienti da PFPM in Provincia di Bergamo La percentuale di stranieri che vivono in un abitazione per sé o da dividere unicamente con la famiglia incrementa notevolmente con il passare degli anni, raggiungendo l80 per cento nel 2008; di pari passo la quota di case di proprietà più che raddoppia, giungendo ad interessare circa il 30 per cento degli immigrati nellultimo anno considerato. In parallelo la quota di coabitazioni si riduce nel corso degli anni, come pure quella di sistemazioni precarie.

25 Per concludere …

26 Collocazione dellindice di integrazione nella provincia di Bergamo rispetto alle altre province lombarde. Anno 2008

27 Stranieri ultraquattordicenni nella provincia di Bergamo classificati rispetto allindice di integrazione e allanzianità della presenza in Italia in anni. Valori medi, anno 2008 anni punteggi di integrazione

28 Punteggi dintegrazione in Lombardia. Anni Lecco Lodi Milano città Bergamo Totale

29 Grazie per la Vostra gentile attenzione. Bergamo, 16 dicembre 2009


Scaricare ppt "Limmigrazione straniera in provincia di Bergamo Alessio Menonna (Fondazione ISMU) Bergamo, 16 dicembre 2009."

Presentazioni simili


Annunci Google