La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Teresa Santagada, Roberta Romio, Luca Fornaro, Giuseppe Possidente, Elisa Bruno. Classe 5 G.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Teresa Santagada, Roberta Romio, Luca Fornaro, Giuseppe Possidente, Elisa Bruno. Classe 5 G."— Transcript della presentazione:

1 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Teresa Santagada, Roberta Romio, Luca Fornaro, Giuseppe Possidente, Elisa Bruno. Classe 5 G

2 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Tutto si ghiaccia ….

3 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G La terra ha 4,5 miliardi di anni ed è cambiata ripetutamente sempre per cause naturali. Lo studio del clima basato principalmente sull analisi di come sono cambiati gli antichi ambienti. Quando la neve si trasforma in ghiaccio, al suo interno restano intrappolate molte bollicine daria la cui composizione chimica rimane inalterata anche per millenni. Durante linverno, la superficie del mare viene coperta da un sottile strato di ghiaccio che si forma per il congelamento dellacqua.

4 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Negli ultimi 30 anni estensione dei ghiacciai marini che ricoprono il Mar Glaciale antartico e quella dei ghiacci si è ridotta del 30%.

5 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Mentre nelle regioni orientali (1,8cm/anno) i ghiacciai aumentano, ad ovest, le piattaforme di ghiaccio galleggiante si stanno riducendo ad una velocità mai registrata negli ultimi 100 mila anni. I ghiacciai delle Alpi dalla fine delle piccola età Glaciale ad oggi hanno perso la metà della loro superficie entro il 2050 tutti i ghiacciai alpini al di sotto dei 3500 metri potrebbero scomparire.

6 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G

7 Intorno a piccolissimi granelli di polvere, si formano minuscoli cristalli di ghiaccio. Quest ultimo riesce ad arrivare a terra solo se la temperatura si mantiene bassa. I piccoli cristalli di neve. La neve che si accumula a terra può avere consistenza molto diversa. La neve con alto contenuto di acqua allo stato liquido ad esempio produce valanghe che viaggiano relativamente a una velocità. Il lastrone si frammenta e ingloba una grande quantità d aria, trasformandosi in una nube di particelle di neve asciutta la cui densità può raggiungere i 15 kg/m3 e che precipita a una velocità che avvolte tocca i 300 km/h.

8 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G

9 iceberg

10 La parola iceberg deriva dalla parola inglese ice che significa ghiaccio e dalla parola tedesca berg che significa montagna.

11 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Gli iceberg galleggiano sul mare lasciando emergere solo il 10% del loro volume. La rimanente parte è nascosta sotto l acqua. Il più grande iceberg mai osservato prima si staccò dalla piattaforma di ROSS in Antartide nel Lungo 300km e largo 40 era grande 11 mila km2.

12 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Se si parla di ghiaccio….

13 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Il ghiaccio dei ghiacciai,non arriva al 2% del volume totale. Tutto il resto per un volume di 33 milioni di km3 (cubi) di ghiaccio è racchiuso nella calote,il vero pozzo freddo del sistema termodinamico del nostro pianeta. In continente è quasi completamente ricoperto di ghiaccio che si estende per circa 13,5 milioni di km2 con spessore medio di circa 2000 m. Loccidentale,più piccolo, ancorata ad un arcipelago di isole,che si allunga verso lamerica meridionale,lappendice della penisola antartica.

14 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G In continente è quasi completamente ricoperto di ghiaccio che si estende per circa 13,5 milioni di km2 con spessore medio di circa 2000 m.

15 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G La lunga catena transantartica,orientale si appoggia ampiamente su un basamento continentale. Il ghiaccio si muove per gravita del centro delle calotte verso la periferia. La piattaforma più grande è quella di Ross, con spessore medio 300m,la superficie è pari alla Francia: l aridità comporta accumuli annui su superfici molto stese. Delle fasce costiere i ghiacciai di sbocco subiscono intensivi processi di abolizione, è il fenomeno di frammentazione ad opera dei processi marini

16 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Il permafrost è:uno dei principali elementi della criosfera terrestre,tutto il ghiaccio esistente sul nostro pianeta. E definito come un qualsiasi terreno che rimane temperature pari inferiori a 0°C per almeno due anni e occupa estese aree delle alte latitudine dell emisfero boreale e di quello australe.

17 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G In queste aree,il permafrost può avere spessori che vanno da pochi decimetri a più di 1500 metri. In Antartide, esso occupa attualmente tutte le aree deglaciate e non ci sono stime a affidabile riguardanti il suo spessore totale. Lo spessore è il risultato di un equilibrio tra la temperatura media della superficie del suolo. IL terreno interessato da permafrost contiene una rilevante quantità di ghiaccio,che può essere diffusamente mescolato alla componente minerale o aggregato in lenti e ammassi di varie dimensioni. E denominato strato attivo durante la breve fase stagionale di scongelamento,possono svolgersi i cicli biologici della fauna e della vegetazione. Lo spessore dello strato attivo di anno in anno. La presenza di permafrost è segnalata da alcune spettacolari forme geomorfologiche.

18 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G L accelerata fusione del terreno perennemente congelato sta inoltre favorendo lerosione di numerose coste delle regioni artiche, il cui terreno, non più aggregato dal ghiaccio del permafrost, si sgretola sotto l azione delle mareggiate. il permafrost delle alte latitudini conserva nei suoi strati superiori considerevoli quantità di carbonio in forma organica. Il terreno perennemente congelato rappresenta un enorme riserva, seconda per importanza soltanto agli oceani e ai suoli organici non interessati da permafrost.

19 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G PALEOCLIMA La terra ha 4,5 miliardi di anni e in passato il clima è cambiato ripetutamente sempre per cause naturali. Lo studio del clima di epoche remote (paleoclima) è basato principalmente sull analisi di come sono cambiati gli antichi ambienti.

20 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G CAROTAGGIO Quando la neve si trasforma in ghiaccio, al suo interno restano intrappolate molte bollicine daria la cui composizione chimica rimane inalterata per millenni. Si estraggono cilindri di ghiaccio chiamate carote.

21 gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G

22

23


Scaricare ppt "Gruppo di lavoro:il ghiaccio 5°G Teresa Santagada, Roberta Romio, Luca Fornaro, Giuseppe Possidente, Elisa Bruno. Classe 5 G."

Presentazioni simili


Annunci Google