La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Sim di Consulenza Analisi dei bilanci e struttura interna Massimo Scolari Segretario Generale ASCOSIM Luglio 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Sim di Consulenza Analisi dei bilanci e struttura interna Massimo Scolari Segretario Generale ASCOSIM Luglio 2010."— Transcript della presentazione:

1 1 Sim di Consulenza Analisi dei bilanci e struttura interna Massimo Scolari Segretario Generale ASCOSIM Luglio 2010

2 2 Le Sim di pura consulenza Lintroduzione della Mifid nellordinamento nazionale ha elevato la consulenza in materia di investimenti a servizio finanziario riservato ad operatori autorizzati. A partire dal mese di novembre 2007 alcune società, che già prestavano il servizio di consulenza, hanno richiesto alla Consob lautorizzazione alla trasformazione in Sim. A fine 2009 le Sim autorizzate alla prestazione del servizio di consulenza in materia di investimenti erano 21. Nel primo semestre 2010 sono state autorizzate altre 4 Sim di pura consulenza.

3 3 ASCOSIM Lassociazione delle Sim di consulenza Nel corso del 2009 è stato costituito un Tavolo di Lavoro al quale hanno aderito 18 Sim di consulenza, con lo scopo di facilitare la collaborazione tra le società ed un confronto costruttivo con le Autorità di Vigilanza. Nel gennaio 2010 è stata costituita ASCOSIM, Associazione delle Sim di consulenza, alla quale hanno dato ladesione 18 società.

4 4 Le fonti dei dati Il lavoro di ricerca si basa sullanalisi dei bilanci 2008 e 2009 di 17 Sim di consulenza aderenti ad ASCOSIM, un campione rappresentativo delle 21 società che erano operative nel I dati relativi ai volumi di attività (masse sotto consulenza) derivano da un sondaggio effettuato nellaprile 2009 dal Tavolo di Lavoro delle Sim di Consulenza (risposte fornite da 15 Sim). Lanalisi dei costi operativi prende spunto da un sondaggio effettuato a fine 2009 (13 risposte). I dati relativi alla tipologia e alla dimensione della clientela, alla tipologia dei servizi forniti e alla struttura interna delle Sim sono frutto di risposte ad un questionario realizzato in collaborazione con la Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona.

5 5 Tipologia della clientela La consulenza è prestata in via prevalente ad investitori istituzionali (in particolare Sicav e banche) e alla clientela privata.( Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona) Il sondaggio effettuato al 31 marzo 2009 evidenziava contratti in essere con 450 clienti privati e con 143 clienti istituzionali. Al netto dei dati riferiti alla principale società di consulenza, il patrimonio sotto consulenza era pari a 5,3 mld di euro (2 mld clienti privati e 3,3 mld clienti istituzionali) Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

6 6 Dimensione della clientela privata Nella clientela privata le classi dimensionali maggiori (1-5 mln di euro e oltre i 5 mln) superano il 50% delle masse in consulenza Il sondaggio effettuato al 31 marzo 2009 evidenziava per la clientela privata un valore medio di patrimonio sotto consulenza pari a 4,4 mln di euro Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

7 7 Tipologia dei servizi di consulenza La tipologia prevalente dei servizi di consulenza offerti riguarda principalmente la rendicontazione della performance, la valutazione dei prodotti e degli strumenti finanziari e lasset allocation (strategica e tattica). Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

8 8 Servizi di consulenza aggiuntivi Tra i servizi aggiuntivi si evidenziano la consulenza tattica di portafoglio, la rendicontazione multibanca, lassistenza allesecuzione di operazioni finanziarie e la formazione. Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

9 9 I ricavi Nel 2009 i ricavi delle Sim di Consulenza sono stati pari a 18,8 mln di euro con una crescita del 46,7% rispetto allanno precedente. La crescita dei ricavi è determinata dallavvio dellattività di alcune società autorizzate nel corso del 2008, dalla crescita del numero dei clienti, e, per alcuni operatori, dallincasso di commissioni di performance connesse al positivo andamento dei mercati finanziari. Nel 2009 il valore delle commissioni per il servizio di consulenza in materia di investimenti del maggiore gruppo bancario italiano è stato pari a 8 mln di euro; la maggiore Sim di collocamento italiana evidenzia ricavi per il medesimo servizio di 6,2 mln.

10 10 La redditività Il risultato operativo delle Sim di consulenza è stato di 5,7 mln di euro, il 30,4% dei ricavi netti; Lutile netto aggregato è stato di 3,9 mln di euro (Roe 53,4%); Su 17 Sim appartenenti al campione esaminato, 7 hanno riportato un risultato positivo, 3 un sostanziale pareggio e 7 una perdita desercizio. Il risultato di alcune società che hanno recentemente avviato lattività è negativamente condizionato da volumi di ricavi contenuti e da costi di start-up. Lanalisi della relazione tra ricavi e risultato operativo indica un valore di ricavi, necessari al raggiungimento del break even operativo, di circa 400 mila euro

11 11 Ricavi e redditività Valore dei ricavi netti delle Sim di consulenza, suddivisi tra società in utile (barre nere), in sostanziale pareggio (bianche) ed in perdita (rosse).

12 12 Commissioni di consulenza Il rapporto tra ricavi netti nel 2009 e volumi in consulenza è stato pari allo 0,30%; La tipologia di commissioni applicate prevedono un mix di commissioni fisse e variabili (performance). Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

13 13 La capitalizzazione Il valore medio del capitale delle Sim di consulenza si attesta a 283 mila euro, su valori nettamente superiori al minimo regolamentare (120 mila euro); A fine 2009 il valore delle riserve era pari in media a 141 mila euro.

14 14 I costi operativi I costi operativi nel 2009 sono stati pari a 12,3 mln, di cui 6,6 per spese per il personale e 5,7 per spese amministrative; la crescita dei costi è stata del 4% rispetto allesercizio precedente. I costi operativi hanno assorbito il 65,6% dei ricavi netti (cost-income ratio); Lanalisi statistica della relazione tra costi e livello di attività (ricavi) ha rivelato che i costi fissi di struttura per una Sim di consulenza possono essere stimati in 170 mila euro circa. I costi variabili (correlati ai ricavi) assorbono in media il 51,2% dei ricavi.

15 15 La composizione dei costi fissi Il grafico riporta una stima della ripartizione dei costi fissi sulla base di un sondaggio effettuato a fine 2009; il 24% dei costi operativi fissi sono attribuibili al sistema dei controlli interni e alla revisione contabile.

16 16 La struttura del servizio di consulenza Il servizio di consulenza viene erogato prevalentemente mediante una struttura organizzativa che prevede la creazione di modelli di consulenza proprietari e la costituzione di uffici studi interni Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

17 17 Il sistema informativo aziendale Il 60% delle società ha sviluppato internamente il sistema informativo aziendale Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona

18 18 Le funzioni di controllo Le funzioni di controllo (compliance, risk management e revisione interna) sono svolte prevalentemente allinterno delle società. In alcune società le funzioni di compliance e di revisione interna sono affidate a soggetti esterni Fonte: Questionario Facoltà di Economia dellUniversità degli Studi di Verona


Scaricare ppt "1 Sim di Consulenza Analisi dei bilanci e struttura interna Massimo Scolari Segretario Generale ASCOSIM Luglio 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google