La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PICCOLA IMPRESA TRA STRETTA CREDITIZIA E CALO DEGLI ORDINATIVI Dott.ssa Diva Caramelli Tel. 0331923717 -

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PICCOLA IMPRESA TRA STRETTA CREDITIZIA E CALO DEGLI ORDINATIVI Dott.ssa Diva Caramelli Tel. 0331923717 -"— Transcript della presentazione:

1 LA PICCOLA IMPRESA TRA STRETTA CREDITIZIA E CALO DEGLI ORDINATIVI Dott.ssa Diva Caramelli Tel

2 CONGINTURA ECONOMICA LE AZIENDE STANNO AFFRONTANDO UN PERIODO PARTICOLARMENTE DIFFICILE CHE VEDE SOMMARSI LE SEGUENTI CRITICITA CALO DEGLI ORDINATIVI STRETTA CREDITIZIA RITARDO PAGAMENTI DEI CLIENTI COME AFFRONTARE E SUPERARE IL PERIODO DI CRISI? Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

3 IMPORTANZA DELLE INFORMAZIONI INFORMAZIONI RELATIVE ALLAMBIENTE INFORMAZIONI RELATIVE ALLAZIENDA Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

4 ALCUNI DATI MACROECONOMICI Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

5

6 VARIAZIONE % PIL SU ANNO PRECEDENTE

7 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi LE POTENZIALITA DI CRESCITA SUI MERCATI ESTERI IN ITALIA Composizione delle esportazioni italiane anno 2006

8 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi Nelle considerazioni annuali della Banca DItalia (maggio 2009) si legge che da ottobre 2008 a marzo 2009 il Pil italiano è caduto, in ragione danno di 7 punti percentuali

9 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi EU Spring 2009 forecast

10 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi EU Spring 2009 forecast

11 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi RAPPORTARSI AL MEGLIO CON GLI ISTITUTI DI CREDITO

12 RAPPORTO BANCA IMPRESA I RAPPORTI CON IL SISTEMA FINANZIARIO STANNO VIVENDO UN PERIODO PARTICOLARMENTE DIFFCILE PER LE IMPRESE A CAUSA DI : MINORE DISPONIBILITA DI CREDITO DEL SISTEMA FINANZIARIO APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI BASILEA 2 RITARDO PAGAMENTO DA PARTE DEI CLIENTI Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

13 L8 PER CENTO DELLE IMPRESE HA RICEVUTO UN DINIEGO A UNA RICHIESTA DI FINANZIAMENTO; è il valore più elevato dalla metà degli anni Novanta; era meno del 3 un anno fa. OLTRE IL 10 PER CENTO DELLE IMPRESE DICHIARA DI AVER RICEVUTO, DA OTTOBRE, RICHIESTE DI RIMBORSI ANTICIPATI. Va posta unattenzione straordinaria alle prospettive di medio- lungo periodo delle imprese che chiedono assistenza finanziaria. ALCUNE INFORMAZIONI TRATTE DALLE CONSIDERAZIONI FINALI DELLA BANCA DITALIA (maggio 2009)

14 DI QUALI SERVIZI BANCARI ABBIAMO BISOGNO Lazienda deve conoscere di quali tipologie di finanziamenti ha bisogno per poter rapportarsi al meglio con le banche. Se deve approvvigionarsi di beni a lungo ciclo di utilizzo deve ricorrere a fonti di finanziamento a medio-lungo. La durata del finanziamento e quindi lammontare delle rate di rimborso deve essere inferiore o uguale ai ritorni finanziari derivanti dallutilizzo dei beni acquistati. Per il fabbisogno di circolante può utilizzare prestiti a breve o meglio aperture di credito in c/c. Per scegliere il finanziamneto appropriato lazienda deve conoscere il suo ciclo monetario e il fabbisogno a breve. Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

15 ATTIVITA AZIENDALE E FLUSSI FINANZIARI Soci Terzi Entrate Finanziarie Esterne Entrate Finanziarie Esterne Uscite per acquisti di fattori produttivi Trasformazione dei fattori produttivi In prodotti Entrate per vendita di prodotti Entrate Finanziarie Interne Entrate Finanziarie Interne Durevoli Ad uso immediato Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

16 ATTIVITA AZIENDALE E FLUSSI FINANZIARI GIACENZA MEDIA MATERIE DURATA PRODUZIONE GIACENZA MEDIA PRODOTTI DILAZIONE MEDIA CLIENTI DILAZIONE MEDIA FORNITORI DURATA CICLO MONETARIO Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

17

18 EQUILIBRIO FINANZIARIO

19 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi AUTONOMIA

20 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi CIRCOLANTE NETTO

21 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi CIRCOLANTE NETTO NEGATIVO

22 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi MARGINE DI TESORERIA

23 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi OTTIMIZZARE LA TRUTTURA PRODUTTIVA E ORGANIZZATIVA PER RIDURRE I COSTI

24 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi LA BSC suggerisce di passare da una pianificazione basata unicamente sulle misurazione dei beni materiali in uno schema con il quale si può esaminare la strategia per creare valore da quattro prospettive diverse: ECONOMICO FINANZIARIA Crescita e redditività CLIENTI Creare valore e differenziarsi dalla concorrenza PROCESSI AZIENDALI INTERNI Ottimizzazione dei processi aziendali interni APPRENDIMENTO E CRESCITA Creare un clima che favorisca le innovazioni e la conoscenza dell azienda.

25 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi Misure prevalentemente ESTERNE Economico-finanziaria Clienti Misure prevalentemente INTERNE Apprendimento e crescita Processi aziendali interni Si può quindi dire che lazienda per sviluppare la strategia e raggiungere gli obiettivi ha due strumenti interni fondamentali: LE PROSPETTIVE Possiamo considerare le 4 prospettive in questo modo

26 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi SISTEMA AZIENDA Prospettiva economica- finanziaria Prospettiva clientela Prospettiva processi aziendali interni Prospettiva apprendimento e crescita DEFINIRE I RAPPORTI CAUSA-EFFETTO DELLA STRATEGIA

27 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

28

29

30

31

32 I BENI IMMATERIALI E necessario aggiunge al normale controllo di gestione basato sulla misurazione dei beni tangibili, la misurazione e lottimizzazione delle risorse immateriali dellazienda. CAPITALE UMANO CAPITALE INFORMATIVO CAPITALE ORGANIZZATIVO Questi asset devono essere allineati e integrati con gli altri asset e non creare forme indipendenti spesso trascurate nella strategia aziendale.

33 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi QUALE LA NOSTRA MISSIONE QUALI SONO I NOSTRI VALORI DI BASE VISIONE DOVE SIAMO LA SITUAZIONE DI PARTENZA Analisi economico finanziaria Posizionamento sul mercato Soddisfazione della clientela I nostri processi interni Le nostre conoscenze DOVE VOGLIAMO ARRIVARE Definizione degli obiettivi FASE DI ANALISI E DI PREPARAZIONE

34 Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi CONFRONTO ECONOMICO-FINANZIARIO E STRUTTURALE CON LE AZIENDE DEL SETTORE

35 Per meglio competere in un mercato particolarmente difficile le aziende devono conoscere i punti di forza e di debolezza della concorrenza e imparare dai concorrenti migliori. A tale scopo risulta molto utile il benchmarking economio-finanziario. Piccola impresa tra stretta creditizia e calo degli ordinativi

36

37

38

39


Scaricare ppt "LA PICCOLA IMPRESA TRA STRETTA CREDITIZIA E CALO DEGLI ORDINATIVI Dott.ssa Diva Caramelli Tel. 0331923717 -"

Presentazioni simili


Annunci Google