La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La legislazione regia. Diritti locali Nelletà moderna permane il particolarismo giuridico soggettivo e oggettivo, vale a dire la moltiplicazione del diritto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La legislazione regia. Diritti locali Nelletà moderna permane il particolarismo giuridico soggettivo e oggettivo, vale a dire la moltiplicazione del diritto."— Transcript della presentazione:

1 La legislazione regia

2 Diritti locali Nelletà moderna permane il particolarismo giuridico soggettivo e oggettivo, vale a dire la moltiplicazione del diritto in senso soggettivo e oggettivo Nelletà moderna permane il particolarismo giuridico soggettivo e oggettivo, vale a dire la moltiplicazione del diritto in senso soggettivo e oggettivo Il sistema delle fonti del diritto è perciò contraddistinto da una mancanza di unità giuridica e da una frammentazione personale e locale del diritto Il sistema delle fonti del diritto è perciò contraddistinto da una mancanza di unità giuridica e da una frammentazione personale e locale del diritto

3 I diritti particolari I differenti status (di nobile, di patrizio cittadino, di militare, di appartenente ad una corporazione mercantile o artigiana o di professionisti del diritto, di contadino o marinaio, di chierico) mantengono la loro rilevanza e, in alcune aree in maniera più spiccata (es. Germania), costituiscono complessi normativi specifici I differenti status (di nobile, di patrizio cittadino, di militare, di appartenente ad una corporazione mercantile o artigiana o di professionisti del diritto, di contadino o marinaio, di chierico) mantengono la loro rilevanza e, in alcune aree in maniera più spiccata (es. Germania), costituiscono complessi normativi specifici

4 I diritti locali Nellordinamento degli Stati assoluti delletà moderna sopravvivono i diritti locali, collocandosi, nel sistema delle fonti, in posizione subordinata rispetto alla legislazione regia (imperiale o principesca), integrati in moltissimi casi dal diritto comune come diritto sussidiario Nellordinamento degli Stati assoluti delletà moderna sopravvivono i diritti locali, collocandosi, nel sistema delle fonti, in posizione subordinata rispetto alla legislazione regia (imperiale o principesca), integrati in moltissimi casi dal diritto comune come diritto sussidiario Così nellarea italiana o nella tedesca, dove tra tardo Quattrocento e Cinquecento diverse nuove redazioni statutarie contemplano lintegrazione del diritto comune (Norimberga, Frankfurt am Mein, Freiburg) e/o si romanizzano Così nellarea italiana o nella tedesca, dove tra tardo Quattrocento e Cinquecento diverse nuove redazioni statutarie contemplano lintegrazione del diritto comune (Norimberga, Frankfurt am Mein, Freiburg) e/o si romanizzano

5 Le consuetudini e la Francia Distinzione tra pays de droit écrit e pays de droit coutumier Distinzione tra pays de droit écrit e pays de droit coutumier Gran parte delle coutumes allo stadio orale Gran parte delle coutumes allo stadio orale Ordonnance di Montil-les-Tours (1454): ordine di Carlo VII di redazione per iscritto delle coutumes: ebbe scarso esito perché troppo complicata Ordonnance di Montil-les-Tours (1454): ordine di Carlo VII di redazione per iscritto delle coutumes: ebbe scarso esito perché troppo complicata Ordonnance di Carlo VIII (1499): si fissa una nuova procedura che prevede un decentramento maggiore e un intervento nella fase di redazione di pratici locali e commissari regi, dotati di cultura romanistica, e unapprovazione in sede locale da parte di unassemblea di clero, nobiltà e terzo stato Ordonnance di Carlo VIII (1499): si fissa una nuova procedura che prevede un decentramento maggiore e un intervento nella fase di redazione di pratici locali e commissari regi, dotati di cultura romanistica, e unapprovazione in sede locale da parte di unassemblea di clero, nobiltà e terzo stato (coutume accordata); seguiva la pubblicazione

6 Le consuetudini e la Francia Alla fine del Cinquecento sono redatte per iscritto circa 300 Coutumes Alla fine del Cinquecento sono redatte per iscritto circa 300 Coutumes Emerge su tutte la Coutume di Parigi, redatta per la prima volta nel 1510, rivista nel 1580 con integrazioni dovute allinfluenza del commento di Dumoulin ad esse e alle decisioni del Parlement di Parigi Emerge su tutte la Coutume di Parigi, redatta per la prima volta nel 1510, rivista nel 1580 con integrazioni dovute allinfluenza del commento di Dumoulin ad esse e alle decisioni del Parlement di Parigi Fissazione e consolidazione dei testi consuetudinari: si blocca il processo di creazione spontanea di nuove consuetudini Fissazione e consolidazione dei testi consuetudinari: si blocca il processo di creazione spontanea di nuove consuetudini

7 Le consuetudini e la Francia Formazione di un droit commun coutumier con laiuto della dottrina, che commenta le diverse coutumes ponendone in rilievo gli elementi comuni (Loisel, Institutes coutumières): fattore influente ai fini della futura codificazione napoleonica Formazione di un droit commun coutumier con laiuto della dottrina, che commenta le diverse coutumes ponendone in rilievo gli elementi comuni (Loisel, Institutes coutumières): fattore influente ai fini della futura codificazione napoleonica 1679: Luigi XIV istituisce la cattedra di droit français 1679: Luigi XIV istituisce la cattedra di droit français

8 Assolutismo legislativo Nel Cinquecento si amplia lo spazio di intervento legislativo della monarchia Nel Cinquecento si amplia lo spazio di intervento legislativo della monarchia Così in Spagna (es.: Leyes de Toro del 1505) Così in Spagna (es.: Leyes de Toro del 1505) Novae Constitutiones Mediolani emanate da Carlo V per il Ducato di Milano (1541) Novae Constitutiones Mediolani emanate da Carlo V per il Ducato di Milano (1541) in Portogallo (Ordinaçoes Alfonsinas del 1446; Ordinaçoes Manuelinas nella II red. del 1521; Ordinaçoes Filipinas promulgate da Filippo III nel 1603 ) in Portogallo (Ordinaçoes Alfonsinas del 1446; Ordinaçoes Manuelinas nella II red. del 1521; Ordinaçoes Filipinas promulgate da Filippo III nel 1603 )

9 Assolutismo legislativo: Francia Nel Seicento la monarchia francese, sotto il regno di Luigi XIV, realizza le ordonnances colbertine, interventi normativi di tipo codificatorio, a largo respiro, pietre miliari nella storia delle legislazioni moderne Nel Seicento la monarchia francese, sotto il regno di Luigi XIV, realizza le ordonnances colbertine, interventi normativi di tipo codificatorio, a largo respiro, pietre miliari nella storia delle legislazioni moderne Ordonnance civile pour la réformation de la justice (1667) su iniziativa di Colbert, predisposta da Henry Pussort: disciplina organica del processo civile essenzialmente scritto, modello del code de procédure civile napoleonico del 1806 Ordonnance civile pour la réformation de la justice (1667) su iniziativa di Colbert, predisposta da Henry Pussort: disciplina organica del processo civile essenzialmente scritto, modello del code de procédure civile napoleonico del 1806 Ordonnance criminelle (1670): disciplina organica del processo penale di tipo inquisitorio con rigoroso apparato repressivo, criticata aspramente nelletà illuministica Ordonnance criminelle (1670): disciplina organica del processo penale di tipo inquisitorio con rigoroso apparato repressivo, criticata aspramente nelletà illuministica

10 Assolutismo legislativo: Francia Ordonnance du commerce (1673) su iniziativa di Colbert, predisposta dal mercante parigino, giudice mercantile Jacques Savary: testo consolidato della tradizione medievale mercantile europea, modello del Code de commerce napoleonico del 1807 Ordonnance du commerce (1673) su iniziativa di Colbert, predisposta dal mercante parigino, giudice mercantile Jacques Savary: testo consolidato della tradizione medievale mercantile europea, modello del Code de commerce napoleonico del 1807 Ordonnance de la marine (1681), testo consolidato della tradizione medievale europea del commercio marittimo: influente anche sul nostro codice della navigazione del 1942 Ordonnance de la marine (1681), testo consolidato della tradizione medievale europea del commercio marittimo: influente anche sul nostro codice della navigazione del 1942 Testi eterointegrabili con rinvio a consuetudini, a diritto comune, a dottrina e ad arrêts de règlement, non dotati del requisito della completezza Testi eterointegrabili con rinvio a consuetudini, a diritto comune, a dottrina e ad arrêts de règlement, non dotati del requisito della completezza Potere legislativo sovrano rafforzato mediante listituto dellinterpretazione autentica Potere legislativo sovrano rafforzato mediante listituto dellinterpretazione autentica

11 Assolutismo legislativo: Francia Nel Settecento la monarchia francese, sotto il regno di Luigi XV e limpulso del cancelliere di Francia, grande giurista DAguesseau, realizza, per creare uniformità giurisprudenziale, alcune importanti ordonnances in tema di Nel Settecento la monarchia francese, sotto il regno di Luigi XV e limpulso del cancelliere di Francia, grande giurista DAguesseau, realizza, per creare uniformità giurisprudenziale, alcune importanti ordonnances in tema di Donazioni (1731) Donazioni (1731) Testamenti (1735) Testamenti (1735) Sostituzioni ereditarie (1747) Sostituzioni ereditarie (1747) Testi eterointegrabili, con rinvio a consuetudini, a diritto comune, non dotati del requisito dellacompletezza, parziali per materia (non disciplinano infatti lintero diritto privato, reputato difficile da sistemare con un solo atto normativo) Testi eterointegrabili, con rinvio a consuetudini, a diritto comune, non dotati del requisito dellacompletezza, parziali per materia (non disciplinano infatti lintero diritto privato, reputato difficile da sistemare con un solo atto normativo)

12 Assolutismo legislativo: lo Stato sabaudo Vittorio Amedeo II promuove dopo il 1713 una riforma del diritto Vittorio Amedeo II promuove dopo il 1713 una riforma del diritto Costituzioni sabaude (1723, 1729, 1770) Costituzioni sabaude (1723, 1729, 1770) Diversi livelli normativi secondo la redazione del 1729 Diversi livelli normativi secondo la redazione del 1729 Costituzioni regie Costituzioni regie Statuti Statuti Giurisprudenza delle corti regie Giurisprudenza delle corti regie Testo della legge comune Testo della legge comune Divieto di ricorso alla dottrina (ideologia antigiurisprudenziale) Divieto di ricorso alla dottrina (ideologia antigiurisprudenziale)

13 Assolutismo legislativo: il Ducato di Modena Il Ducato vive sotto Francesco III un periodo di intense riforme: dal Supremo Consiglio di Giustizia alla revisione dellintero sistema giuridico Il Ducato vive sotto Francesco III un periodo di intense riforme: dal Supremo Consiglio di Giustizia alla revisione dellintero sistema giuridico Costituzioni modenesi o Codice estense (1771) Costituzioni modenesi o Codice estense (1771) Dualismo del sistema delle fonti normative fondato sulle Dualismo del sistema delle fonti normative fondato sulle Costituzioni modenesi Costituzioni modenesi Diritto comune come diritto sussidiario Diritto comune come diritto sussidiario Sono abrogati gli statuti del Ducato, incorporati nel testo ducale Sono abrogati gli statuti del Ducato, incorporati nel testo ducale Il Supremo Consiglio di Giustizia svolge funzioni di interpretazione autentica Il Supremo Consiglio di Giustizia svolge funzioni di interpretazione autentica


Scaricare ppt "La legislazione regia. Diritti locali Nelletà moderna permane il particolarismo giuridico soggettivo e oggettivo, vale a dire la moltiplicazione del diritto."

Presentazioni simili


Annunci Google