La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO. STATO E SOVRANITA Si possono individuare tre fasi successive nella storia della formazione dello Stato: PATTO.

Copie: 1
LE CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO. I)ESERCITI PERMANENTI (ma non necessariamente nazionali) sviluppo della fanteria e dellartiglieria (armi da fuoco)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO. STATO E SOVRANITA Si possono individuare tre fasi successive nella storia della formazione dello Stato: PATTO."— Transcript della presentazione:

1 LE CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO

2 STATO E SOVRANITA Si possono individuare tre fasi successive nella storia della formazione dello Stato: PATTO fra poteri autonomi (medioevo) DOMINIO del sovrano (età moderna) RAPPRESENTANZA politica (età contemporanea)

3 Dal sovrano allo stato-sovrano Dal SOVRANO (=souzerain) come vertice della scala feudale ed incarnazione dello Stato Allo STATO - SOVRANO come entità superiore autonoma e astratta La storia dello Stato moderno è storia di lotta e di compromessi fra poteri diversi fino allaffermazione di un potere sovrano superiore

4 SEI CONDIZIONI FONDAMENTALI PER LO SVILUPPO DI UNO STATO TERRITORIALE 1. disponibilità di risorse economiche e naturali sfruttabili 2. posizione geografica relativamente protetta (=esistenza di confini naturali) 3. successione ininterrotta di abili statisti (sovrani o ministri) 4. successo in guerra 5. omogeneità della popolazione soggetta e assenza di conflitti etnici e religiosi 6. robuste alleanze del potere centrale con le élites Queste condizioni si trovano, parzialmente, in Inghilterra, in Francia, in Spagna; non si trovano in Italia e negli Stati tedeschi.

5 LE TENDENZE DI MEDIO PERIODO 1. unificazione-razionalizzazione del potere sul territorio: dagli stati regionali agli stati nazionali (=unione delle corone) 2. autonomizzazione dallautorità centrale di tipo feudale e affermazione dellautorità di fatto in sede locale (ma costante ricerca di legittimazione dallalto: investiture imperiali) 3. marginalizzazione degli altri poteri locali (città, chiese, feudalità) e degli organismi rappresentativi (Parlamenti, Stati Generali, Diete, Cortes, Consigli) 4. riduzione del numero degli Stati autonomi (concentrazione dei poteri) 5. nascita delle capitali stabili (fine delle corti itineranti), sede della corte e della burocrazia

6 Concentrazione dei poteri e resistenze Si manifesta una spiccata tendenza alla concentrazione dei poteri, che suscita una serie di controspinte (resistenza/opposizione) da parte dei poteri colpiti : 1. organismi di ceto (magistrature, consigli cittadini, diete contadine, clero, ecc.) 2. aristocrazie (patriziati urbani, nobiltà territoriali, nobiltà di corte) 3. gruppi mercantili 4. nazionalità

7 I)ESERCITI PERMANENTI (ma non necessariamente nazionali) sviluppo della fanteria e dellartiglieria (armi da fuoco) crisi di ruolo della nobiltà (cfr. Don Chisciotte) impiego di mercenari professionisti (ferma lunga) diffidenza per le milizie straniere diffidenza di le milizie cittadine (arcieri)

8 II) BUROCRAZIA PERMANENTE competenza professionale e amministrativa vendita delle cariche e degli uffici (venalità) funzionari borghesi nobiltà di servizio

9 III) DIPLOMAZIA PERMANENTE codificazione delle regole della diplomazia residenti stabili presso le corti straniere (solo nobili) politica dimmagine degli ambasciatori (spese)

10 IV)FISCO (sistema di tassazione esteso a tutto il territorio dello Stato) autorità fiscale in luogo di quella militare tasse straordinarie per finanziare la guerra esazione diretta o indiretta (in appalto) esazione controllata dagli organi rappresentativi (Stati Generali, Parlamenti, Cortes, ecc.) (monopolio del prelievo) COME? 1. imposizioni dirette (ordinarie e straordinarie) 2. imposizioni indirette (imposte sul grano, sul pane, sul bollo, ecc.) 3. alienazione di beni (terre, palazzi, gioielli, ecc.) 4. vendita o concessione di privilegi (uffici, cariche, titoli, ecc.)

11 V) LEGISLAZIONE UNIFICATA (codificazione) passaggio dal diritto comune ai codici 1. riduzione dei privilegi locali 2. riduzione dei privilegi di ceto 3. riduzione privilegi ecclesiastici (Concordati)

12 VI) MERCATO AMPIO ED ESTESO (ma vincolato) tendenza dello Stato a regolamentare leconomia conflitto fra Stato e mercato mercantilismo liberismo

13

14


Scaricare ppt "LE CARATTERISTICHE DELLO STATO MODERNO. STATO E SOVRANITA Si possono individuare tre fasi successive nella storia della formazione dello Stato: PATTO."

Presentazioni simili


Annunci Google