La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A dozione del sistema e centralità nel giudizio L e sanzioni del nuovo sistema delineato dal d.lgs. 81/08 e dal d.lgs 231/01 Avv. Pietro Domenichini, Fermignano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A dozione del sistema e centralità nel giudizio L e sanzioni del nuovo sistema delineato dal d.lgs. 81/08 e dal d.lgs 231/01 Avv. Pietro Domenichini, Fermignano."— Transcript della presentazione:

1 A dozione del sistema e centralità nel giudizio L e sanzioni del nuovo sistema delineato dal d.lgs. 81/08 e dal d.lgs 231/01 Avv. Pietro Domenichini, Fermignano 28 Novembre 2008 I S R

2 2 I L D.LGS. 81/08 – Il sistema delle sanzioni obblighi del datore di lavoro e del dirigente: art. 18 obblighi del preposto: art. 19 obblighi dei lavoratori: art. 20 obblighi dei componenti dell'impresa familiare (art. 230 bis c.c.): art. 21 obblighi dei progettisti: art. 22 obblighi dei fabbricanti e dei fornitori: art. 23 obblighi degli installatori: art. 24 obblighi del medico competente: art. 25 obblighi connessi ai contratti di appalto, d'opera o di somministrazione: art. 26 G LI OBBLIGHI DEI SOGGETTI DELLA SICUREZZA

3 3 I S R L A VALUTAZIONE DEI RISCHI IL D.LGS. 81/08 – O ggetto della valutazione relazione sulla valutazione di tutti i rischi specificando i criteri adottati, indicazione delle misure attuate e dei DPI adottati, programma delle misure per il miglioramento nel tempo, individuazione procedure per attuazione della misure e dei ruoli che le devono attuare, nominativi RSPP- RLS- medico competente, individuazione mansioni richiedenti specifiche capacità, esperienza, formazione ed addestramento Novità: la valutazione deve avere data giuridicamente certa. La richiesta è di riconoscere la data certa quando il documento, come previsto, è controfirmato dal RLS/RLST e dal medico competente che sono attori terzi rispetto al datore di lavoro.

4 4 I S R VIOLAZIONESANZIONE (euro) Mancato documento di valutazione rischi Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da a Mancata nomina RSPPArresto da 4 a 8 mesi o ammenda da a Mancata autonomina RSPP e formazione Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da a Forniture DPIArresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2000 a 5000 Designazione addetti antincendio evacuazione Primo soccorso Arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 800 a Formazione lavoratoriArresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 800 a (per ogni comma) Informazione lavoratoriArresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 1500 a 6000 (per ogni comma) Mancata informazione, formazione e addestramento Arresto da 4 a 8 mesi o ammenda da 2000 a PRINCIPALI SANZIONI A CARICO DEL DATORE DI LAVORO APPARATO SANZIONATORIO

5 5 I l rischio di inadempienza al d.lgs. n. 231 del 2001 I S R IL D.LGS. 231/01 – IL RISCHIO OPERATIVO. Se allesito del processo la società viene ritenuta responsabile ai sensi del decreto legislativo n. 231 del 2001, le conseguenze del suo coinvolgimento per il reato commesso da uno dei soggetti indicati, nellinteresse o vantaggio dellazienda stessa, consistono nella condanna a: sanzioni pecuniarie, che possono superare il milione di euro sanzioni interdittive (interdizione dallesercizio dellattività, sospensione o revoca di autorizzazioni e finanziamenti, divieto di contrattare con la P.A. ecc...) confisca di beni e somme di denaro pubblicazione della sentenza, con conseguente danno di immagine, di difficile quantificazione, ma che può risultare molto serio, soprattutto a livello locale Inoltre, le sanzioni interdittive possono essere irrogate in via cautelare anche prima della fine del processo, per prevenire il rischio di reiterazione del fatto illecito

6 6 R esponsabilità amministrativa dell'ente da reato S ANZIONI INTERDITTIVE I S R SANZIONI INTERDITTIVE Interdizione dellesercizio dellattività Divieto di pubblicizzare beni o servizi Esclusioni da finanziamenti, agevolazioni o contributi o sussidi ed eventuale revoca di quelli già concessi Divieto di contrattare Con la pubblica Amministrazione (salvo per prestazioni Di pubblico servizio) Sospensione o revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dellillecito

7 7 R esponsabilità amministrativa dell'ente da reato Lazienda può esimersi da responsabilità soltanto in due modi: I S R 1)dimostrando che il soggetto autore del reato ha agito unicamente nel proprio interesse 2) dimostrando di avere adottato ed efficacemente attuato un modello organizzativo idoneo alla prevenzione della commissione di reati quali quello verificatosi

8 8 RELAZIONE IDEATA E SVILUPPATA DA EVO consulting s.r.l. ISR Istituto di studi sulla responsabilità amministrativa degli enti I S R


Scaricare ppt "A dozione del sistema e centralità nel giudizio L e sanzioni del nuovo sistema delineato dal d.lgs. 81/08 e dal d.lgs 231/01 Avv. Pietro Domenichini, Fermignano."

Presentazioni simili


Annunci Google