La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A SCUOLA CON SICUREZZA … LA RESPONSABILITÀ (quali i soggetti interessati …)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A SCUOLA CON SICUREZZA … LA RESPONSABILITÀ (quali i soggetti interessati …)"— Transcript della presentazione:

1 A SCUOLA CON SICUREZZA … LA RESPONSABILITÀ (quali i soggetti interessati …)

2 IL DATORE DI LAVORO IL DIRIGENTE SCOLASTICO (ART.18 D.Lsg. 81/2008)

3 HA RESPONSABILITÀ DIRETTA DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO – SCUOLA … E SI ESPLICA ATTRAVERSO AZIONI DI: COMUNICAZIONE COORDINAMENTOVIGILANZASEGNALAZIONEFORMAZIONE

4 È RESPONSABILE DELLA SICUREZZA ANCHE IN PRESENZA DI DESIGNAZIONE DEL R.S.P.P.

5 INFATTI LA RESPONSABILITÀ PENALE DIRETTA DEL D.S. … PER LINOSSERVANZA DELLE NORME DETTATE IN MATERIA DI PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI, NON È ESCLUSA PER IL SOLO FATTO CHE SIA STATO DESIGNATO LR.S.P.P. ( CASS. PEN. SEZ IV – SENTENZA N° 6400 DEL 16/ /2012)

6 PERCHÉ SE … LA DESIGNAZIONE DELLR.S.P.P. È UN OBBLIGO … (ARTT. 31,32 - D.LGS.81/08) CIÒ NON EQUIVALE AD UNA DELEGA DI FUNZIONI CHE ESONERI IL D.D.L./D.S. DALLA RESPONSABILITÀ PER LA VIOLAZIONE DELLA NORMATIVA ANTIFORTUNISTICA …

7 COSÌ COME, ANCHE PER NEGLIGENZA DELLINFORTUNATO … (COMPORTAMENTI NEGLIGENTI, TRASCURATI, IMPERITI DEL LAVORATORE CHE HANNO CAUSATO LEVENTO …) LA RESPONSABILITÀ DEL D.D.L./D.S NON È ESCLUSA …

8 NON PUÒ ESSERE ATTRIBUITO NESSUN ADDEBITO SOLO NEL CASO IN CUI LEVENTO AVVENGA, QUANDO IL LAVORATORE È SOLO NEL CASO IN CUI LEVENTO AVVENGA, QUANDO IL LAVORATORE È ESTRANEO AL PROCESSO PRODUTTIVO O ALLE MANSIONI ATTRIBUITE … E IL COMPORTAMENTO RISULTASSE DEL TUTTO ESORBITANTE ED IMPREVEDIBILE (CASS. PEN. SEZ IV – SENTENZA N° DEL 14/07/2011)

9 È RESPONSABILE PER … ASSEGNAZIONE MANSIONI INIDONEE A LAVORATORE PER NON AVER TENUTO CONTO DEL PARERE DEL MEDICO COMPETENTE ASSEGNAZIONE MANSIONI INIDONEE A LAVORATORE PER NON AVER TENUTO CONTO DEL PARERE DEL MEDICO COMPETENTE (CASS. CIV. SEZ. LAV. SENT. N° DEL 30/12/2009)

10 LA RESPONSABILITÀ DEL D.D.L / D.S. SI ESPLICA ANCHE NELLA SEGNALAZIONEECONOSCENZA AL S.P.P. E AL R.S.P.P. …

11 DELLE SEGUENTI QUESTIONI: a. NATURA DEI RISCHI b. ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO – PROGRAMMAZIONE c. DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI E PROCESSI PRODUTTIVI d. PROVVEDIMENTI ADOTTATI DAGLI ORGANI DI VIGILANZA (CASS. PEN. - SEZ. IV – SENTENZA N° 4917 DEL 04/02/2010)

12 LA RESPONSIBILITÀ SI ESPLICA ANCHE ATTRAVERSO OBBLIGHI DI: VIGILANZA NEL FAR RISPETTARE LOSSERVANZA AI LAVORATORI DELLE NORME VIGENTI, NONCHÉ DELLE DISPOSIZIONI AZIENDALI IN MATERIA DI SICUREZZA E DI IGIENE DEL LAVORO E DI USO DEI MEZZI DI PROTEZIONE COLLETTIVA E DEI DPI MESSI ALORO DISPOSIZIONE …

13 LOBBLIGO DI VIGILANZA E IL RISPETTO DELLA NORMATIVA PREVISTA CON IL DECRETO CORRETTIVO 106/2009 PREVEDE SANZIONE PENALE (V. CASS. PEN. – SEZ III – SENTENZA N° DEL 03/12/2009)

14 LA VIGILANZA DOVRÀ ESSERE ATTUATA MEDIANTE LADOZIONE DI IDONEE MISURE ORGANIZZATIVE E PROCEDURALI (RICHIESTA DI REPORT, VERIFICA DELLE PROCEDURE ADOTTATE, PREDISPOSIZIONE DI STRUMENTI CHE FACCIANO EMERGERE PRASSI DISAPPLICATE, ECC.) (CASS. PEN. IV SEZ. – SENTENZA N° 5013 DEL 10/02/20119

15 … FORNITURA DI D.P.I. INIDONEI … … FORNITURA DI D.P.I. INIDONEI … METTERE A DISPOSIZIONE DEL DIPENDENTE UN MEZZO DI PROTEZIONE INDIVIDUALE INADEGUATO EQUIVALE, NELLA SOSTANZA, A NON FORNIRNE ALCUNO, CON IL CONSSEGUENTE INADEMPIMENTO AGLI SPECIFICI OBBLIGHI IMPOSTI AL DATORE DI LAVORO … (CASS. PEN. SEZ IV SENTENZA N°28665 DEL 17/07/2012)

16 OBBLIGO DI FORMAZIONE … (LA FORMAZIONE NON PUÒ BASARSI ESCLUSIVAMENTE SULLESPERIENZA PRATICA DEI LAVORATORI). IL D.S. HA IL DOVERE DI PROVVEDERE AD UNA LORO FORMAZIONE ADEGUATA E CONNESSA ALLESITO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI IL D.S. HA IL DOVERE DI PROVVEDERE AD UNA LORO FORMAZIONE ADEGUATA E CONNESSA ALLESITO DELLA VALUTAZIONE DEI RISCHI (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° DEL 12/08/2008)

17 R.L.S. HA COMPITI CONSULTIVI E DI RAPPRESENTANZA, PER CUI NON È PREVISTA ALCUNA RESPONSABILITÀ, SPECIE PENALE, OVE NON ASSOLVA AI SUOI COMPITI … (È SOLO UNA QUESTIONE ETICA) PUÒ ESSERE PERSEGUITO SOLO, COME QUALSIASI ALTRO LAVORATORE, PER LA VIOLAZIONE DELLE NORME ANTINFORTUNISTICHE

18 S.P.P – R.S.P.P. – A.S.P.P. NON SONO PREVISTE SANZIONI PER QUESTE FIGURE, PER LE QUALI È POSSIBILE SOLO IL COINVOLGIMENTO COME CORRESPONSABILI IN CASO DI INFORTUNIO, QUALORA SI DIMOSTRI UNA LORO IMPERIZIA, IMPRUDENZA, NEGLIGENZA

19 OMESSA SEGNALAZIONE È RITENUTO CORRESPONSABILE (UNITAMENTE AL D.S.) DEL VERIFICARSI DI UN INFORTUNIO OGNI QUALVOLTA QUESTO SIA OGGETTIVAMENTE RICONDUCIBILE AD UNA SITUAZIONE PERICOLOSA CHE EGLI AVREBBE AVUTO LOBBLIGO DI CONOSCERE E SEGNALARE (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° 1834 DEL 15/01/2010) (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° DEL 25/03/2010)

20 LAVORATORE HA RESPONSABILITÀ PER:

21 1 COMPORTAMENTO IMPREVEDIBILE, ECCEZIONALE, ABNORME, TENUTO IN UN AMBITO ESTRANEO ALLE MANSIONI AFFIDATEGLI COMPORTAMENTO IMPREVEDIBILE, ECCEZIONALE, ABNORME, TENUTO IN UN AMBITO ESTRANEO ALLE MANSIONI AFFIDATEGLI (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° 7267 DEL 23/02/2010

22 2 VIOLAZIONE DELLE NORME GENERALI DI PRUDENZA E DI PERIZIA PER CUI RISPONDE DELLINFORTUNIO OCCORSO AD UN ALTRO LAVORATORE (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° DEL 16/03/2011)

23 3 OMESSA SEGNALAZIONE DEFICIENZE MEZZI SICUREZZA, CONDIZIONI DI PERICOLO, ECC … CONDIZIONI DI PERICOLO, ECC … (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° 1763 DEL 16/01/2009)

24 4 MANCATO UTILIZZO DEI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE (CASS. PEN. SEZ. IV – SENTENZA N° 4397 DEL 01/02/2012)

25 PREPOSTO ART. 19 OBBLIGO DI VIGILANZA SU: OBBLIGO DI VIGILANZA SU: - ATTIVITÀ LAVORATIVA - RISPETTO NORME ANTINFORTUNISTICHE - USO DPI

26 ORGANIZZA ORGANIZZA E SOVRINTENDE ATTIVITÀ LAVORATIVA

27 SEGNALA DEFICIENZE ATTREZZATURE, DPI, CONDIZIONI DI PERICOLO SUL LAVORO SEGNALA DEFICIENZE ATTREZZATURE, DPI, CONDIZIONI DI PERICOLO SUL LAVORO DI CUI VENGA A CONOSCENZA

28 SANZIONI ARRESTO FINO A 2 MESI O CON LAMMENDA DA 400 A PER LA VIOLAZIONE DELL. ART. 19 (comma 1 lett. a,c,e,f); ARRESTO FINO A 2 MESI O CON LAMMENDA DA 400 A PER LA VIOLAZIONE DELL. ART. 19 (comma 1 lett. a,c,e,f); CON LARRESTO FINO A 1 MESE O CON LAMMENDA DA 200 A 800. PER LA VIOLAZIONE DELLART.19 (comma lett. b,d,g). CON LARRESTO FINO A 1 MESE O CON LAMMENDA DA 200 A 800. PER LA VIOLAZIONE DELLART.19 (comma lett. b,d,g).

29 MEDICO COMPETENTE ART. 58 T.U. HA RESPONSABILITÀ PER OMISSIONE NEI SEGUENTI CASI:

30 COLLABORAZIONE ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI COLLABORAZIONE ALLA VALUTAZIONE DEI RISCHI INFORMAZIONE AI LAVORATORI SULLA SORVEGLIANZA SANITARIA A CUI SONO SOTTOPOSTI E ALLA R.L.S. INFORMAZIONE AI LAVORATORI SULLA SORVEGLIANZA SANITARIA A CUI SONO SOTTOPOSTI E ALLA R.L.S. INFORMAZIONE AL D.S., AL R.S.P.P. E AL R.L.S. DEI RISULTATI ANONIMI COLLETTIVI DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA INFORMAZIONE AL D.S., AL R.S.P.P. E AL R.L.S. DEI RISULTATI ANONIMI COLLETTIVI DELLA SORVEGLIANZA SANITARIA

31 ISTITUZIONE, AGGIORNAMENTO, CUSTODIA DELLE CARTELLE SANITARIE E DI RISCHIO ISTITUZIONE, AGGIORNAMENTO, CUSTODIA DELLE CARTELLE SANITARIE E DI RISCHIO EFFETTUAZIONE VISITE PREVENTIVE, PERIODICHE, A RICHIESTA EFFETTUAZIONE VISITE PREVENTIVE, PERIODICHE, A RICHIESTA CONSEGNA AL D.S. E AI LAVORATORI INTERESSATI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA ALLA CESSAZIONE DEL SUO INCARICO CONSEGNA AL D.S. E AI LAVORATORI INTERESSATI DELLA DOCUMENTAZIONE SANITARIA ALLA CESSAZIONE DEL SUO INCARICO ( … E ALTRE ….) ( … E ALTRE ….)


Scaricare ppt "A SCUOLA CON SICUREZZA … LA RESPONSABILITÀ (quali i soggetti interessati …)"

Presentazioni simili


Annunci Google