La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I giovani e le loro imprese Un approfondimento qualitativo sul territorio di Monza e Brianza di Fabio Introini e Cristina Pasqualini Istituto G. Toniolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I giovani e le loro imprese Un approfondimento qualitativo sul territorio di Monza e Brianza di Fabio Introini e Cristina Pasqualini Istituto G. Toniolo."— Transcript della presentazione:

1 I giovani e le loro imprese Un approfondimento qualitativo sul territorio di Monza e Brianza di Fabio Introini e Cristina Pasqualini Istituto G. Toniolo Università Cattolica - Milano

2 Obiettivi dellindagine Un approfondimento qualitativo – attraverso un focus group – per un insight nel mondo dei giovani imprenditori del territorio di Monza- Brianza per conoscere: Guide e riferimenti simbolico-valoriali del fare impresa e dellessere imprenditore [valori, significati, autorappresentazioni e percezioni]; Le motivazioni e i percorsi del «divenire imprenditore»; La «vita» dellimpresa secondo i suoi giovani protagonisti.

3 I nostri testimoni e le loro imprese Un focus group – realizzato nel mese di maggio 2013, presso la Camera di Commercio di Monza e Brianza – con 6 giovani imprenditori: preferibilmente under 34 operanti in imprese attive sul territorio della Provincia di Monza e Brianza ImprenditoreTipo ImpresaEtà impresaEtà imprenditore Imprenditore 1Apparecchiature elettromediche 40 anni32 Imprenditore 2Nuove tecnologie40 anni31 Imprenditore 3Automaz. Industr.30 anni35 Imprenditore 4Packaging farmaceutico 45 anni33 Imprenditore 5Giardinaggio30 anni34 Imprenditore 6Turistica/albergo5 anni32

4 Fare impresa: una mappa semantica Creare valore e non solo profitto Stare nella economia reale Innovazione Tasse Accesso al credito Burocrazia statale Coraggio Orgoglio FARE IMPRESA Difficoltà Significato «oggettivo» Prerequisiti personali Crisi Follia Networking Responsabilità «Incubo in Italia» «Per fortuna la Svizzera è vicina» Start-up Vision a lungo termine

5 Fare impresa per i giovani «per i giovani tutte le parti negative già emerse diventano ancora più ostiche» «… adesso le difficoltà legate alloccupazione giovanile non ti consentono laccesso al mondo lavorativo, di fare esperienze, di avere una idea e di aprire una propria attività» «non tutti possono inventare Facebook» «Partire da zero in questo momento in Italia adesso ci vuole un coraggio non indifferente. E uno scoglio troppo grosso adesso»

6 E in Brianza? Brianza è già di per sé un (quasi) sinonimo di impresa o un «brand» che dice: Dellidentità di un modo di intraprendere «arti, mestieri e manifattura sono i punti forti che abbiamo. Ma sono poco valorizzati, sono poco trendy. Ma in questo momento le aziende che vanno bene è perché fanno quello e lo mandano allestero» Della solidità territoriale e sistemica su cui può contare «La Brianza ha tenuto di più rispetto ad altri distretti. In alcuni territori italiani cè la tendenza a sedersi e a non adeguarsi ai cambiamenti» Della capacità di coniugare innovazione e tradizione «Le aziende che si occupavano di tessile in Lombardia e dintorni si sono adeguate ai cambiamenti. Allinizio hanno sofferto, sono andate giù, poi dopo hanno iniziato a scoprire il know-how, hanno investito in tecnologia. La Lombardia ha un altro modo di approcciare»

7 Limprenditore per immagini

8 Lidea di imprenditore Libero, anche senza tempo libero Apertura mentale Senso della sfida Preparato e ottimo inglese Smart, dinamico, pragmatico Follia Capacità collaborativa Capacità di scegliere e formare un team vincente Obiettivi chiari Vision di lungo periodo Non ha paura di sporcarsi le mani Polivalente, ma non autosufficiente Attaccamento al lavoro Solo, anche se in team Attenzione al minimo dettaglio Né benefattore né ladro

9 Limprenditore nel mutare delle generazioni Entusiasmo (da vendere) Buona volontà Trend di crescita ma basso plateau Voglia di fare («animal spirits») Paternalismo Entusiasmo Buona volontà Specializzazione e polivalenza Meno paternalismo Capitalista Monarca Capitano della nave Meno entusiasmo Competenze frammentate Importanza del team e del networking Basso trend di crescita ma elevato plateau Capitano di una squadra sportiva (primus inter pares)

10 I percorsi: le costanti Provenienza da percorsi formativi di alto livello (Università Bocconi e Politecnico di Milano). Carriera universitaria come investimento familiare (in prevalenza hanno studiato per gestire unazienda, non per crearne una). Collocazione entro lazienda di famiglia o entro una azienda aperta ad hoc dalla famiglia stessa. Ingresso in azienda non lineare e non immediato nellimpresa di famiglia. Periodo di lavoro presso altro datore di lavoro, allestero e in grandi gruppi multinazionali (percepito come momento ancora «formativo»). La scelta di entrare nellazienda di famiglia è autonoma e non eteronomamente subita. Spesso questo inserimento avviene in corrispondenza di un fisiologico ricambio ai vertici. Esuberanza dello spirito imprenditoriale visibile nella volontà di sperimentare parallelamente altre avventure imprenditoriali mediante la creazione di «spin off» o attività in campi anche diversi da quello di partenza (creazione App, professioni dei media, ecc.).

11 La rete degli attori «Vi presentiamo una serie di attori istituzionali e non che hanno più o meno direttamente a che fare con la vita di una impresa. In che misura rispondono ai vostri bisogni? (1molto, 2 abbastanza, 3 poco)» Famiglia Competitors Business Angels Associazioni datoriali Sistema politico- amministrativo Banche Università 1 2 3

12 Fare impresa oggi Non esiste possibilità di pianificare la propria attività (tutto just in time). Non esiste possibilità di pausa. Si viaggia sempre a pieno regime e si sta sempre sulle spine. Aumenta il dispendio di forze a fronte di un sistema altamente fragile, precario e rischioso. Fare impresa da zero è difficile per non dire impossibile anche per via della disoccupazione giovanile che impedisce ai giovani di «andare a bottega» a maturare il know-how per aprire a loro volta una impresa. A meno che non sia quella di famiglia. Laccesso al credito è sempre più complicato Gli strumenti offerti dalla PA (doti ecc.) si rivelano poco efficaci soprattutto per le modalità di accesso alle risorse erogate e le lunghe e macchinose pratiche. Il sistema politico amministrativo nel complesso sembra rallentare e non fluidificare i processi del fare impresa. Le risorse pubbliche, inoltre, tendono ad essere prevalentemente indirizzate alla creazione di start-up penalizzando le aziende di tipo più tradizionali (forse perché meno «trendy»).

13 Tracce di futuro EXPO: una chance per pochi e limitata nel tempo ai mesi che precedono e seguono levento. «LItalia farà una pessima figura» «Finirà a tarallucci e vino» «fatta eccezione di quello in Cina, quelli precedenti sono sempre stati un fiasco (Spagna)» Sembra insomma che Expo abbia già fallito prima ancora di essere iniziata (rischio di profezie auto-adempienti) INTERNAZIONALIZZAZIONE: Il futuro dellimpresa sarà verosimilmente sempre più legato alla capacità delle aziende di sviluppare partnership e progetti internazionali. Occorre pertanto sostenere le imprese in questo networking I GIOVANI che si affacciano al mondo dellimpresa farebbero bene ad assumere fin da subito uno sguardo cosmopolita, vivendo la possibilità di emigrazione come una chance senza escludere il ritorno NON SOLO START-UP: Le istituzioni dovrebbero comprendere che la start-up non può essere lunico modello di business da offrire come prospettiva ai giovani.


Scaricare ppt "I giovani e le loro imprese Un approfondimento qualitativo sul territorio di Monza e Brianza di Fabio Introini e Cristina Pasqualini Istituto G. Toniolo."

Presentazioni simili


Annunci Google