La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2006. Storicità ed attualità dellapprodo energetico sulle aree costiere in Italia Relatore: Dottoressa Maria Rosaria Di Somma Direttore Generale Assocostieri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2006. Storicità ed attualità dellapprodo energetico sulle aree costiere in Italia Relatore: Dottoressa Maria Rosaria Di Somma Direttore Generale Assocostieri."— Transcript della presentazione:

1 2006

2 Storicità ed attualità dellapprodo energetico sulle aree costiere in Italia Relatore: Dottoressa Maria Rosaria Di Somma Direttore Generale Assocostieri

3 Incremento domanda di energia: + 0,8% Andamento fonti: Consumi prodotti petroliferi: - 3,1% Gas Naturale (seconda fonte energetica) : + 3,8% Importazioni nette di energia elettrica: - 10,7% Combustibili solidi: + 11,8% Fonti rinnovabili: + 10,2% Storicità Energetico Nazionale Anno 2004

4 Fattura energetica:29,257 miliardi di euro 2,2% del PIL: ,0% del PIL: ,3% del PIL: Spesa nazionale per lapprovvigionamento di energia dallestero

5 Produzione greggio: Produzione nazionale gas naturale: Importazioni greggio: 5,4 milioni di tonnellate 12,9 milioni di metri cubi 86,9 milioni di tonnellate Dati Unione Petrolifera Fabbisogno nazionale oli minerali Anno 2004

6 (*) La parte più rilevante di questa voce, costituita dai consumi e perdite del settore energetico, è conseguenza della metodologia usata nella redazione del bilancio energetico nazionale (differenza tra le calorie di energia primaria necessaria alla produzione di un kWh e potere calorifico attribuito al kWh prodotto e distribuito allutenza). Fonte: Ministero delle Attività Produttive SETTORI DI UTILIZZO DELL ENERGIA (2004) (Milioni di tep)

7 (*) I valori esprimono: metri cubi fisici fino al 1990 e metri cubi da 38,1 MJ dal Fonte: Ministero delle Attività Produttive PRODUZIONE NAZIONALE DI IDROCARBURI

8 PETROLIO E GAS IN ITALIA Fonte CPDP

9 Fonte: Ministero delle Attività Produttive IMPORTAZIONI DI GREGGIO, SEMILAVORATI E PRODOTTI (Migliaia di tonnellate)

10 (1) Includono greggio nazionale, greggio estero, semilavorati esteri, additivi ed ossigenati. Fonte: Unione Petrolifera su dati Ministero delle Attività Produttive e Istat. ITALIA – SINTESI DELLATTIVITA PETROLIFERA (migliaia di tonnellate)

11 () Nucleo/Idro/geo + importazioni nette; dal 1995 i dati si riferiscono esclusivamente alle importazioni nette di energia elettrica. () Dati provvisori. ( ) Comprendono: biomasse e RSU, solare termico, idro, geo, eolico e fotovoltaico. Fonte: Ministero delle Attività Produttive CONSUMI DI ENERGIA PER FONTI (Anni 1990 – 2004) (Milioni di tep)

12 Prodotti petroliferi movimentati nei porti sedi di Autorità Portuali Anno 2004 Fonte: Autorità Portuale

13 Settore portuale, merci movimentate distinte per tipologia Anni

14

15 Situazione Nazionale

16

17 Porto di SAVONA – VADO LIGURE Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Accosti: Regione: Liguria Autorità Portuale di Savona v. Gramsci 14 tel fax telex Circoscrizione territoriale:dalla Punta di Berteggi fino alla sponda destra di Rio Sodino. (Decreto in data 8 aprile 1994) Autorità Marittima Capitaneria di Porto Lungomare Matteotti 4/bis t fax

18 Porto di GENOVA Circoscrizione territoriale: Dalla Punta del Vagno fino alla sponda destra del Rio Lavandè. (Decreto in data 8 Aprile 1994) Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Liguria Autorità Portuale Via della Mercanzia - CAP tel fax Tel.: 010/ /7 Fax: 010/ Autorità Marittima Capitaneria di Porto Piazzale Filiberto Ruffini, 1 - CAP tel fax

19 Porto di LIVORNO Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Toscana Autorità Portuale Scali Rosicano, 6 - CAP tel fax sito: Autorità Marittima Capitaneria di Porto Piazza Sanità 1, Cap tel. 0586/ Circoscrizione territoriale: dalla Foce del Calambrone fino al porticciolo Nazario Sauro escluso. (Decreto in data 8 aprile 1994). Accosti:

20 Porto di NAPOLI Accosti: Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Campania Autorità Portuale Piazzale Pisacane - CAP (NA) tel fax Circoscrizione territoriale: dalla località La Pietra di Bagnoli, inclusa, alla località Pietrarsa, inclusa, (confine tra San Giovanni a peduccio ed il Comune di Portici). (Decreto in data 8 aprile 1994). Autorità Marittima Capitaneria di Porto Piazzale Pisacane - CAP (NA) Tel /33 - fax

21 Porto di VIBO VALENTIA Movimentazione 2003 (tonn/anno) (Dati ISTAT) * Rinfuse liquide=(Petrolio grezzo, prodotti raffinati, gas e altre rinfuse liquide) Regione: Calabria Autorità Portuale e Marittima Capitaneria di Porto Via Emilia, 14 - CAP tel /5 fax Accosti:

22 Porto di GIOIA TAURO Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Accosti: Regione: Calabria Autorità Portuale Contrada Lamia - CAP tel fax Circoscrizione territoriale: dall'inizio del Lungomare del comune di San Ferdinando, alla radice del molo frangiflutti sud del porto. (Decreto in data 4 agosto 1998). Autorità Marittima Capitaneria di Porto Contrada Lamia - CAP tel fax

23 Porto di BRINDISI Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Puglia Autorità Portuale P.le Vittorio Emanuele, 2 - CAP tel fax Circoscrizione territoriale: dalla radice di bocca di Puglia fino a Capo bianco. (Decreto in data 8 aprile 1994). Autorità Marittima Capitaneria di Porto v. Reg. Margherita 1 - CAP tel fax telex

24 Porto di RAVENNA Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Emilia Romagna Autorità Portuale v. Magazzini Anteriori 63 t fax Circoscrizione territoriale: costituita dalle aree demaniali marittime, dalle opere portuali e dagli antistanti spazi acquei, compresi nel tratto di costa delimitato dalle dighe esterne del porto. (Decreto in data 8 aprile 1994). Autorità Marittima Capitaneria di Porto v. Antico Squero, 5 tel fax telex Accosti:

25 Porto MARGHERA (VENEZIA) Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Veneto Autorità Portuale Zattere CAP (Venezia) tel fax Circoscrizione territoriale:tra la Bocca di Malamocco e la Bocca di Lido, inclusi i canali di grande navigazione. (Decreto in data 8 aprile 1994). Autorità Marittima Capitaneria di Porto Zattere, CAP (Venezia) tel fax Accosti (Marghera Porto Industriale):

26 Porto di TRIESTE Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Accosti: Regione: Friuli Venezia Giulia Autorità Portuale Punto Franco Vecchio - cap tel fax telex Circoscrizione territoriale:da Punta Ronco al torrente Bovedo. (Decreto in data 8 aprile 1994). Autorità Marittima Capitaneria di Porto Piazza Duca degli Abruzzi, 4 CAP (Trieste) tel fax

27 Porto di AUGUSTA Autorità portuale di Augusta Indirizzo:96011 Augusta (SR) - Via Millo Enrico, 2 Telefono: Fax: Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Regione: Sicilia Accosti: Autorità Marittima Capitaneria di porto di Augusta Indirizzo: Via dei Cantieri SR Tel: Fax: Circoscrizione territoriale: aree demaniali marittime, opere portuali e antistanti spazi acquei, indicati nel piano regolatore portuale. (Decreto in data 5 settembre 2001).

28 Porto di MILAZZO Movimentazione 2004 (tonn/anno) (Dati Autorità Portuale) Accosti: Regione: Sicilia Autorità Portuale di Messina c.so V. Emanuele II, 3 tel f ax Circoscrizione territoriale: Con Decreto in data 7 maggio 1999, è stata integrata, dal tratto di costa dalla radice del Molo Marullo del Porto di Milazzo alla foce del torrente Muto. Autorità Marittima: Capitaneria di Porto di Milazzo v. V. Emanuele tel / fax telex

29 Fonte: Ministero delle Attività Produttive, UP EVOLUZIONE DELLA DOMANDA ENERGETICA RIPARTITA PER FONTI ( )

30 PREVISIONE DI DOMANDA INTERNA DEI PRINCIPALI PRODOTTI PETROLIFERI (Milioni di tonnellate) (*) Esclusi bunkeraggi e fabbisogni petrolchimica. (**) Esclusa autoproduzione da parte dell'industria. Fonte: Unione Petrolifera

31 DOMANDA ENERGETICA 1) Il tema dellenergia ha assunto negli ultimi anni unimportanza cruciale nello sviluppo economico, sociale ed ambientale di tutto il mondo. 2) La crisi del gas verificatasi in Italia a inizio anno, e quella che si preannuncia nel prossimo inverno, rappresentano, in realtà, lelemento contingente che mette a nudo la debolezza strutturale del sistema energetico italiano, dove per debolezza strutturale si intende la scarsa diversificazione del mix delle fonti energetiche utilizzate e leccessiva concentrazione geografica dalle quali queste provengono. 3) Tra le misure più urgenti figurano: - la necessità disporre di una politica energetica mirata alla diversificazione delle fonti di energia e quindi la realizzazione dei rigassificatori; -la diversificazione dei fornitori di gas ed olio; -linvestimento in energia nucleare e in fonti rinnovabili.

32 FUTURO ENERGETICO LEGATO AL MARE 1) Il Libro Verde della Commissione Europea Verso la futura politica marittima dellUnione: oceani e mari nella visione europea mette in risalto i rapporti di intercomunicazione e interdipendenza tra i diversi settori legati al mare, quali i trasporti, la navigazione, il commercio, le industrie costiere e portuali, la produzione di energia in mare, tradizionale e alternativa la pesca, lacquicoltura, la ricerca marina ed il turismo. 2) Attraverso il Libro Verde, la Commissione propone di istituire una politica integrata in grado di liberare il potenziale non ancora valorizzato in termini di crescita e occupazione, rafforzando al tempo stesso la produzione dellambiente marino e sopratutto di investire nella ricerca favorendo in particolare gli scambi interistituzionali e la distribuzione delle informazioni.

33 Documento di Programmazione Economico Finanziaria per gli anni Nel Documento di Programmazione Economico Finanziaria per gli anni , nellambito della politica dellenergia viene affermato il potenziamento delle reti e la realizzazione di nuove infrastrutture di produzione e di importazione e stoccaggio quali elementi indispensabili per garantire la sicurezza del sistema. Al fine di garantire la sicurezza delle forniture, lItalia, come altri paesi europei, dovrà promuovere la diversificazione delle fonti primarie e la realizzazione di nuove infrastrutture di approvvigionamento di gas naturale, quali terminali di GNL, gasdotti, stoccaggi in sotterranei.

34 TERMINALI PER LA GASSIFICAZIONE DI GNL (In esercizio – Approvati) Chioggia La Spezia Livorno Brindisi In esercizio Approvati

35 TERMINALI PER LA GASSIFICAZIONE DI GNL (In istruttoria) Trieste (2) Livorno Gioia Tauro Taranto Porto Empedocle Augusta

36 AMBIENTE Necessità di una politica programmatica dei porti. Affermare la Valutazione Ambientale Strategica impostata sulla pianificazione territoriale. La VAS non si limita alla valutazione degli aspetti ambientali, comprendendo in queste biodiversità quali flora, fauna, suolo, acqua, mare e fattori climatici, ma si deve superare la logica del singolo progetto o intervento.

37 Assocostieri Associazione Nazionale Costieri Energia Eolica


Scaricare ppt "2006. Storicità ed attualità dellapprodo energetico sulle aree costiere in Italia Relatore: Dottoressa Maria Rosaria Di Somma Direttore Generale Assocostieri."

Presentazioni simili


Annunci Google