La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo 2. La crisi del 1873-96 e lemigrazione Capitolo 1 La seconda rivoluzione industriale 1866 Invenzione del motore.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo 2. La crisi del 1873-96 e lemigrazione Capitolo 1 La seconda rivoluzione industriale 1866 Invenzione del motore."— Transcript della presentazione:

1 1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo 2. La crisi del e lemigrazione Capitolo 1 La seconda rivoluzione industriale 1866 Invenzione del motore a scoppio 1869 Costruzione del primo impianto idroelettrico 3. La seconda rivoluzione industriale 1886 Invenzione della prima automobile 1896 Fine della grande depressione 1873 Inizio della grande depressione IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 4. Le potenze economiche mondiali

2 Le ferrovie furono decisive nello sviluppo industriale europeo. NellOttocento, in pochi decenni, la rete ferroviaria si estese su molta parte del territorio europeo, con due conseguenze: favorì il trasporto dei prodotti industriali; fece crescere la domanda dei materiali per la costruzione delle linee. NellOttocento, in pochi decenni, la rete ferroviaria si estese su molta parte del territorio europeo, con due conseguenze: favorì il trasporto dei prodotti industriali; fece crescere la domanda dei materiali per la costruzione delle linee. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo

3 Luso delle macchine azionate da motori a vapore permetteva di realizzare prodotti in quantità maggiori e in tempi più brevi. Nel XIX secolo, in Europa la prima rivoluzione industriale aveva introdotto un nuovo modo di produrre, che aveva avuto come conseguenza la crescita della produzione stessa e un miglioramento delle condizioni di vita. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo

4 Linvenzione del motore a vapore determinò anche il miglioramento dei mezzi di trasporto di cui il treno divenne il più rapido e innovativo. La costruzione di reti ferroviarie alimentò lindustria siderurgica e metallurgica. La prima linea ferroviaria per il trasporto dei passeggeri fu inaugurata nel 1830 in Inghilterra: univa Manchester a Liverpool. Le zone di maggiore sviluppo della rete ferroviaria coincidono con le regioni più industrializzate. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo

5 Una volta completate le reti ferroviarie, le aziende che lavoravano per le ferrovie andarono in crisi, perché lofferta delle merci risultò maggiore rispetto alleffettivo consumo. Inoltre, i trasporti più veloci portavano sui mercati europei merci prodotte in Paesi lontani con prezzi spesso più bassi di quelle prodotte in Europa. Come conseguenza, tra il 1873 e il 1896 ci fu una crisi generale, chiamata grande depressione. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo

6 La grande depressione peggiorò le condizioni di vita di gran parte di contadini, operai, artigiani, impiegati, molti dei quali persero il lavoro. Crebbe anche lemigrazione dallEuropa verso gli altri continenti. Tra il 1870 e il 1910 più di 30 milioni di persone lasciarono lEuropa. 14 milioni di italiani emigrarono verso il Nord e il Sud America. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 2. La crisi del e lemigrazione

7 Negli anni novanta del XIX secolo, leconomia uscì dalla crisi grazie a innovazioni tecnologiche e a nuovi modi di organizzare lindustria. La diffusione di nuove macchine e nuove fonti di energia quali il petrolio, determinò cambiamenti profondi anche nella vita quotidiana della popolazione. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 3. La seconda rivoluzione industriale Un oleodotto in costruzione.

8 La seconda rivoluzione industriale, che iniziò nellultimo decennio dellOttocento, pose fine alla crisi economica grazie ai seguenti fattori: gli Stati incominciarono a intervenire in economia, in particolare con politiche protezionistiche che sostenevano i prodotti dellindustria nazionale rispetto ai concorrenti stranieri. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 3. La seconda rivoluzione industriale molte industrie, per far fronte alla crisi, si erano unite formando grandi concentrazioni industriali; nacquero monopoli e oligopoli, che controllavano tutta o gran parte della produzione di un certo bene;

9 La seconda rivoluzione industriale si differenziò dalla prima soprattutto per limpiego di tecnologie assai più avanzate, come il motore a scoppio (alimentato da gas o da prodotti derivati dal petrolio) e il motore elettrico. Si svilupparono lindustria chimica e meccanica e si diffusero nuove macchine utensili (trapani, torni, fresatrici ecc.), utilizzate per produrre parti di macchine per le quali era necessaria la massima precisione. Il motore a scoppio venne inventato nel 1866 e venne usato per la prima volta come motore di unautomobile dallingegnere tedesco Karl Benz nel IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 3. La seconda rivoluzione industriale

10 Ai primi del Novecento lingegnere americano Frederick Winslow Taylor concepì una organizzazione del lavoro industriale basata su una rigida divisione dei compiti. Il processo di produzione venne scomposto in tante operazioni più semplici, che ogni operaio doveva eseguire in tempi determinati. Questo tipo di organizzazione del lavoro venne chiamato taylorismo. Allindustriale americano Henry Ford si deve lapplicazione più rigorosa del taylorismo con la realizzazione della catena di montaggio. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 3. La seconda rivoluzione industriale

11 Agli inizi del XX secolo Stati Uniti, Germania, Gran Bretagna e Francia erano le quattro principali potenze industriali mondiali. Seguivano Russia, Italia, Canada, Belgio e Giappone. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – La seconda rivoluzione industriale © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino 4. Le potenze economiche mondiali

12 IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino e adesso mettiti alla prova…

13 1. Sono qui elencate le principali caratteristiche della prima e della seconda rivoluzione industriale; quali riguardano la prima (P) e quali la seconda (S)? a) Macchina a vapore b) Automobile c) Ferrovia d) Catena di montaggio e) Telai meccanici f) Motore elettrico g) Monopoli e oligopoli 2. Completa il seguente testo con le parole mancanti. La costruzione delle FERROVIE alimentò lindustria SIDERURGICA e METALLURGICA. Ma, una volta realizzata la maggior parte delle RETI ferroviarie, entrarono in crisi le aziende che lavoravano per le FERROVIE. Inoltre, subentrò la CONCORRENZA di merci prodotte in Paesi LONTANI, spesso meno COSTOSE di quelle EUROPEE. Come conseguenza, tra il 1873 e il 1896 si abbatté una CRISI ECONOMICA, chiamata GRANDE DEPRESSIONE. Riflettere e rispondere FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA P S P S S S P IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino

14 Parole chiave FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA FAI CLIC PER VERIFICARE LA RISPOSTA Abbiamo appena incontrato unespressione in cui è usata la parola rete; quale? Cadere nella rete. Vincere per tre reti a una. Reti stradali e ferroviarie. Rete di vendita. La Rete delle reti. Cadere nellinganno, in un insidia. Sapete spiegare i significati che la parola rete assume nelle seguenti espressioni? Rete ferroviaria Fare goal. Linsieme delle vie di comunicazione. Linsieme delle persone che si occupano delle vendite per unazienda. È così chiamata, in italiano, la Rete Internet. Linglese net significa appunto rete. IL PRESENTE DELLA STORIA 3 – Capitolo 1 – ATTIVITÀ E VERIFICHE © 2010 – Pearson Italia, Milano-Torino


Scaricare ppt "1. La ferrovia, locomotiva dello sviluppo 2. La crisi del 1873-96 e lemigrazione Capitolo 1 La seconda rivoluzione industriale 1866 Invenzione del motore."

Presentazioni simili


Annunci Google